mercoledì 21 luglio 2010

Nuovi stimoli

Qualcuno aveva detto che la mia convocazione per i mondiali di Gibilterra sarebbe stata probabile anche senza correre una gara di 100 km nell'anno 2010. In teoria guardando i criteri di selezione, grazie al risultato di Tarquinia del Novembre 2008 dove ottenni il 7° posto assoluto in 6h59' (terzo italiano dietro a Calcaterra e D'Innocenti) su un percorso per niente facile avrei potuto sperare di essere incluso nella lista dei 9 selezionati. Ma non era così che intendevo guadagnarmi un posto in squadra, per la mia mentalità le cose vanno conquistate e non si può vivere di rendita. Non avrei mai voluto rubare il posto a qualcuno che lo meritava più di me solo grazie ad un risultato vecchio di due anni. Mai come quest'anno la concorrenza era forte e alcuni nomi illustri, come il mitico Pio Malfatti dopo ormai un decennio e più di onorata carriera centistica, sono stati esclusi. C'erano anche altri ragazzi, come ad esempio il bravo Daniele Gaido, che purtroppo non ce l'hanno fatta per un soffio e sono stati inseriti nella lista delle riserve. Posso capire la loro amarezza e non vorrei essere al posto del CT a dover fare determinate scelte causate dall'abbondanza e dalla ottima qualità del materiale umano a disposizione. Per farcela quindi dovevo puntare tutto su una buona prestazione al Passatore e tutto sommato con il settimo posto assoluto in 7h21' penso di essermi guadagnato il posto senza aver rubato niente a nessuno considerando anche che la Firenze-Faenza a detta degli esperti, causa la complicata altimetria, presenta un gap di almeno 20' in più rispetto ad una 100 km pianeggiante. Oltre al risultato avevo bisogno di riconquistare la fiducia nei miei mezzi e la consapevolezza di essere ancora in grado di finire una 100 km in un buon tempo dopo un 2009 pieno di guai fisici. Da segnalare il graditissimo ritorno in squadra di Marco D'Innocenti che dopo un anno sabbatico (diciamo così) si ripresenta con pieno merito più forte e motivato che mai. Un grande ritorno che assieme ai nostri assi Calcaterra, Boffo e Caroni contribuirà sicuramente alla lotta per la conquista dell'oro a squadre contro i forti avversari russi, giapponesi, francesi e spagnoli. Detto questo non ci resta che cominciare ad allenarci. Ma chi ha mai smesso? Per la verità mi sono sempre tenuto ad un buon livello correndo mediamente 100-110 km a settimana e facendo anche qualche giro in bici come ad esempio sabato scorso dove la mattina ho corso i 16 km del giro delle malghe e al pomeriggio i 15 km della salita del monte Corno in bici. Ho corso diverse gare podistiche con soddisfazione, vedo che nonostante non faccia allenamenti specifici di velocità e non segua tabelle, alle podistiche vado decisamente meglio dell'anno scorso. Giovedì scorso a Giavenale nella gara di 7,8 km sono arrivato secondo vincendo come premio una bella caraffa di birra:-). Una gara tattica direi, faceva molto caldo e all'inizio nessuno aveva voglia di tirare, siamo partiti quindi a un ritmo da bar con i primi 2 km sopra ai 4 al km per poi finire con una progressione che credo negli ultimi km mi abbia fatto correre sotto i 3'20"/km. Dico credo perchè è da un pò di tempo che alle gare corro senza orologio quindi non so bene a che ritmo vado. So solo che il tempo finale è stato di 28'20". Questa settimana purtroppo niente podistiche. Ho deciso quindi nonostante il caldo di tenermi su una media di 18-20 km/giorno chiudendo sabato o domenica con un lunghetto di 25-28 km per arrivare a circa 135-140 km. Lunedì ho corso un medio di 18 km al Gelso ad un ritmo di 3'55"/km, è stata un pò dura senza mai fermarsi a bere, ieri 20 km partendo tranquillo e chiudendo in progressione in 1h23'. Stasera voglio fare di nuovo il giro del Gelso in maniera soft in modo da recuperare bene in vista di domani o venerdì dove voglio provare ad alternare qualche 1000 tirato a dei 1000 tranquilli. Da Agosto spero di partire con la tabella Gibilterra 2010!!!

12 commenti:

theyogi ha detto...

più son grandi, più sono umili... anzi, è questo che li fa grandi!

Marinesdicorsa ha detto...

Grande Andrea...............

Master Runners ha detto...

Ben detto!
...e ben fatto, certo però piccolino il boccale, co sto caldo ci voleva almeno almeno una 0,5!!!!

Alvin ha detto...

A Gibilterra se arrivi secondo anche a squadre, ti aspetta una cisterna di Birra, certo, devi correre un pochetto prima eh...

insane ha detto...

In bocca al lupo campione!

grinta ha detto...

Sei forte!
Ma mille attenzioni al fisico.
Vedo che alterni con la bici.
Cosa che ho cominciato a fare anch'io da qualche mese.
Ma tu ne fai 10 volte di più di strada quindi, dunque più che attento a segnali di allarme.
Non riesco a immaginare cosa voglia dire fare 100km di corsa.
E farli al tuo ritmo, che si avvicina al mio della maratona.........meglio non pensarci....buon allenamento

KayakRunner ha detto...

Bravissimo, questa è una bella occasione per far vedere a tutti quanto sei forte e sono sicuro che ce la farai!

Anonimo ha detto...

Una macchina da guerra !

Bassa

Dante ha detto...

Bel post ... in bocca al lupo ho la sensazione che farai belle cose

bressdicorsa ha detto...

beh,che dire,sempre i forma con 18km al giorno,pero' di sera

Simone ha detto...

Direi che sarete uno squadrone,
Calcaterra, Boffo, D'Innocenti, Caroni, Rigo etc...
sia nella individuale che a squadre, chi vuole vincere dovrá fare i conti con voi!!!

Tieni duro Vécio, nel 2011 vedo di togliere un'oretta dal tempo in 100km, avrai 42 anni e non posso non venire in tuo aiuto a darti una mano ;) (visto che io sono "giovane",ahahah)

... E io corro! ha detto...

Uh grandioso, prenditi cura della "nostra" Maria a Gibilterra!!!

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails