lunedì 4 gennaio 2016

2005-2015: i miei primi 11 anni di running con 53.000 km e 73 maratone under 3h

Nella mia vita bene o male ho praticamente sempre corso. Da bambino ho iniziato a correre per allenarmi con la mia prima squadra di calcio, la Fulgor Thiene e ho continuato con questo obiettivo fino a 22/23 anni quando ho smesso con il pallone per dedicarmi ad altre passioni come il motocross/enduro e il tennis. In questo periodo ho continuato a correre, ma solo per modo di dire, e lo facevo al massimo una volta alla settimana. Verso la trentina mi sono accorto che il mio peso un pò alla volta stava aumentando, a parte qualche gara con la moto e qualche torneo di tennis, non facevo molta attività sportiva e il mio fisico ne risentiva perchè dai circa 70 chili che pesavo da ragazzo, un pò alla volta ero arrivato a 90 e anche più. Ogni tanto mi dedicavo a delle uscite blande di jogging di 7/8 km ma la fatica era sempre tanta e dopo poco lasciavo perdere dedicandomi solo alle partite di tennis tra amici oppure frequentando qualche torneo per non classificati con risultati abbastanza scarsi. Per il livello NC o quarta categoria non ero neanche male ma evidentemente non ero supportato da una buona forma fisica. Sapevo che avrei dovuto allenarmi di più, come quando giocavo a calcio ed ero uno di quelli che in campo dal punto di vista atletico rendevano di più e arrivavano alla fine con maggiore freschezza, ma non avevo più voglia di fare fatica. Giochicchiavo e tiravo avanti senza redermi conto che gli anni migliori passavano nell'ombra...
Reggio Emilia 2005 - la prima
La svolta è avvenuta nel 2005, quando dopo aver venduto le moto da fuoristrada, mi è passata anche la voglia di giocare a tennis. In televisione, nel periodo primaverile/autunnale mi appassionavo a vedere le lunghe gare di corsa su strada, le famose maratona. Sempre di più dentro di me saliva il desiderio di provarci ma non sapevo niente di quel mondo e poi pesando circa 90 kg ero in condizioni fisiche non ottimali. Il 7 febbraio 2005 ho compiuto 36 anni e mi sono fatto una promessa: "da domani inizio a correre più che posso finchè non torno al peso forma, poi mi iscrivo ad una maratona". E così fu.... Qualche giorno dopo cominciai a correre e come ben sanno tutti quelli che ci hanno provato, iniziare è molto dura e difficile. All'inizio correvo con scarpe da tennis e arrivavo a 6/7 km alla velocità di 7 minuti al km. Non era molto bello perchè oltre alla fatica non vedevo miglioramenti. Invece dopo solo 15 giorni iniziai a vedere che seppur di poco la velocità aumentava e il peso, abbinando all'attività fisica uno stile di vita migliore, calava. Nel giro di poco tempo riuscivo a correre molto meglio, nel mese di marzo 2005 sono arrivato a 18 uscite con un massimo di 7 km l'una, in aprile 22 uscite arrivando a correre sotto i 5 minuti al chilometro. Da maggio abbinavo corsa e bici ed il peso era già sceso sotto gli 80 kg senza seguire diete particolari. L'estate fu bella con le mie nuove passioni, continuavo a correre sempre più velocemente e sempre di più e facevo dei bellissimi giri in bici: in agosto arrivavo agevolmente a 10 km di running in meno di 43 minuti, pesavo meno di 75 kg. Continuai su questa rotta fino ad ottobre e in novembre decisi iscrivermi alla mia prima gara, la Mezza Maratona di Riva del Garda del 13 novembre 2005. Al massimo però, tutti insieme, avevo corso solo 14 km. Dieci giorni prima feci una prova sul percorso di allenamento di un km che avevo misurato con la bici, percorsi 21 giri senza troppa sofferenza in 1h39'16" alla media di 4'43" al km e capii che potevo arrivare in fondo alla mezza di Riva! Così il 13 novembre portai a conclusione la mia prima gara ufficiale di 21,1 km in 1h26'50", un tempo che non mi sarei neanche sognato il giorno prima... In 9 mesi ero calato di oltre 20 chili ed ero arrivato al peso forma di 69/70 kg come adesso. Da lì alla maratona il passo fu veramente  corto (neanche un mese) e l'11 Dicembre 2005 a Reggio Emilia (vedi link con il racconto) riuscii a realizzare il mio sogno arrivando al traguardo della prima 42 km in 2h58'45". Fu l'inizio di una grande passione che per fortuna dura ancora oggi, come dico sempre la maratona è l'unica corsa che mi piace veramente tanto e che mi sa emozionare. Il 2005 fu l'anno della svolta e si concluse con 1450 km di corsa e oltre 5000 km di bici.

Venezia 2006 - la quarta
Il 2006 fu l'anno del consolidamento della mia passione per la corsa, con un occhio sempre puntato alla bici. Corsi 4 maratone, la più lenta in 2h46'31" a Teviso solo pochi mesi dopo la prima di Reggio Emilia, la migliore ancora a Reggio in dicembre con il nuovo PB di 2h38'51", un tempo fantastico se penso che è venuto solo un anno dopo il debutto e in un percorso mica troppo facile. Nella mezza sono arrivato a 1h15'27" sempre a Riva del Garda. L'anno si concluse con 4670 km di corsa.










Milano 2007 - l'undicesima
Il 2007 migliorò ancora l'anno precedente sia in quantità che qualità. Partecipai a 7 maratone con migliore risultato a Milano in 2h36'26" e peggiore a Reggio che non fa testo in quanto in quell'occasione provai l'esperienza di fare il pacer delle 3 ore concludendo in 2h59'55". Corsi per la prima volta in una grande maratona all'estero (New York) arrivando in 2h40'39" (107° assoluto su oltre 50.000). Feci in tutto una trentina di gare, in bici percorsi poca strada perchè il running iniziava ad occupare la gran parte del mio tempo libero. L'anno si concluse con 5504 km di corsa.









Berlino 2008 - la ventesima
Il 2008 fu l'anno migliore. Per sintetizzare mi limito solo ad elencare le principali attività svolte, se a qualcuno interessa nel blog trova tutti i racconti delle varie gare. A maggio partecipai per la prima volta alla 100 km del Passatore (Racconto)  classificandomi 5° in 7h22'59" e conquistando la partecipazione ai mondiali della 100 km con la nazionale italiana disputatisi a Tarquinia (Racconto) dove mi classificai 7° assoluto nella gara individuale in 6h59'02" e 1° nella classifica mondiale ed europea a squadre insieme a Giorgio Calcaterra e Marco D'Innocenti, giunti rispettivamente 1° e 6° assoluto. Una grande soddisfazione per me che correvo da solo 3 anni arrivare non tanto lontano da tali atleti che erano (e rimarranno per sempre) di livello nettamente superiore al mio. Inoltre in quell'anno partecipai anche ad altre gare di ultra maratona come la 50 km di Romagna (5° ass.) ed alcune gare di 6 ore (mai portate completamente a termine). Come "passatempo" corsi anche 12 maratone, alcune tirate e alcune d'allenamento, la migliore a Berlino in 2h33'54" (PB) (Racconto) e la peggiore come pacer a Trieste in 2h59'22", le altre quasi tutte sotto le 2h40'. Ottima annata conclusa con 5942 km di corsa (il mio record annuale).


New York 2009 - la ventisettesima
Il 2009 non fu un buon anno. A causa di una pubalgia patita a causa degli eccessivi allenamenti svolti per le gare di ultramaratona dovetti diminuire intensità e qualità di tutte le mie attività. Nella prima parte dell'anno dovetti rinunciare ad un'altra convocazione ricevuta per i mondiali di 100 km in Belgio e mi dedicai al recupero con la bicicletta. Nonostante tutto durante l'anno ho corso 4 maratone, la migliore a Salsomaggiore in 2h37'44", la peggiore a New York in 2h46'52". L'anno si concluse con 4201 km di corsa.


Commemara 2010 - ultramaratona 63,3 km
Il 2010 andò un pò meglio. Ripresi ad allenarmi tanto e corsi nuovamente il Passatore (Racconto) arrivando 6° al traguardo in 7h21'59" conquistando nuovamente la convocazione per i mondiali della 100 km a Gibilterra che però causa ulteriori acciacchi andarono male e si conclusero con un ritiro, da lì decisi di non correre più gare di 100 km perchè il mio fisico ne risentiva troppo e mi dedicai unicamente alle maratone e alle discipline più brevi. Prima del Passatore avevo corso una bellissima ultramaratona di 63,3 km a Commemara in Irlanda arrivando 4°. Nell'anno corsi anche 5 maratone, la più veloce a Treviso in 2h36'34", la più lenta alla Lake Garda Marathon in 2h52'59".  L'anno si concluse con 5571 km di corsa.


Roma 2011 - la trentacinquesima

Il 2011 fu un anno dedicato alle maratone. Messe da parte le ultra ne corsi 9 con migliore prestazione a Padova in 2h39'28" e peggiore a Roma in 2h50'45". L'anno si concluse con 5391 km di corsa.














Helsinki 2012 - la quarantasettesima
Il 2012 fu un altro anno con 9 maratone, molte delle quali in giro per il mondo. La migliore come bellezza e come crono fu quella di Chicago chiusa in 2h44'32", la peggiore quella di Madrid in 2h55'33". L'anno si concluse con 5057 km di corsa e con il superamento del traguardo delle 50 maratone concluse, una bella soddisfazione.







Vienna 2013 - la cinquantatreesima
Il 2013 vide all'attivo 8 maratone con tempi leggermente più alti rispetto al passato ma pur  sempre in tutte le occasione sotto le 3 ore e in un range cronometrico molto ristretto. La migliore fu in Austria alla Gletschermarathon in 2h40'58", la peggiore a Reykjavic in 2h47'51". Ottenni anche qualche buona prestazione nella mezza maratona, la migliore a Jesolo in maggio con il tempo di 1h15'27". L'anno si concluse con 5086 km di corsa.





Gletschermarathon 2014 - la sessantaduesima
Nel 2014 le maratone corse furono 7, migliore ancora alla Gletschermarathon primo al traguardo in 2h36'50", peggiore a New York in 2h48'31". La cosa negativa fu quella che per la prima volta dovetti ritirarmi in una maratona a causa di uno strappo subito dopo circa 20 km di corsa (Calderara di Reno 31 dicembre). Durante l'anno mi dedicai anche a qualche trail come la Ultrabericus, gara di 65 km portata a termine con il tempo di 6h30'.   L'anno si concluse con 4965 km di corsa.




Lanzarote 2015 - la settantaduesima
Il 2015 è appena terminato con altre 7 maratone, ancora una volta il miglior tempo l'ho ottenuto alla Gletschermarathon in 2h40'47", in effetti il percorso con molta discesa regala qualche minuto al cronometro, quest'anno però è stato veramente molto caldo con picchi ben oltre i 30° che hanno messo a dura prova i corridori, in ogni caso sono riuscito ad arrivare ancora una volta al primo posto! La peggiore dell'anno è stata come prevedibile a Calderara di Reno il 31 dicembre dove ho ottenuto un deludente 2h53'16" (dal 2012 non andavo sopra le 2h50'): a parte il freddo che io soffro molto, è stata una di quelle gare dove la benzina finisce troppo presto, praticamente dopo il 30 km non sono più riuscito a tenere un ritmo soddisfacente perchè mi sentivo senza energia, e pensare che fino a poco dopo la mezza mi sentivo molto bene....sarà stata l'influenza patita nei giorni precedenti oppure solo un calo di forma dovuto ad un non ottimale recupero dalle fatiche di novembre e dicembre. La maratona del 2015 che mi è piaciuta di più è stata senza dubbio quella di Lanzarote il 12 dicembre dove sono riuscito ad arrivare terzo con il tempo di 2h50'25, prestazione che mi soddisfa tantissimo considerate le difficoltà del percorso ampiamente caratterizzato da saliscendi. Altra bella maratona è stata quella sul duro percorso di Madrid chiusa in 2h49'19", in una giornata di maltempo dove sono riuscito a riscattare la debacle subita nel 2012. Poi ho corso anche a Treviso (2h47'05"), Monaco (2h48'31") e Verona (2h46'56"), maratone che non mi hanno lasciato particolari ricordi... Chiudo l'anno con 5112 km di corsa.

IL TOTALE DEI CHILOMETRI PERCORSI DAL 2005 AD OGGI E' DI 52.947, LE MARATONE CONCLUSE SONO 73, TUTTE SOTTO LE 3 ORE. UN UNICO OBIETTIVO MI SPINGE A CONTINUARE SEMPRE CON IL MASSIMO IMPEGNO OVVERO ARRIVARE A 100 MARATONE  ENTRO I 50 ANNI DI ETA' RIMANENDO SEMPRE SOTTO LE 3 ORE, IL TEMPO STRINGE, MANCANO SOLO 3 ANNI!!!
ANCHE QUEST'ANNO SPERO CHE LA SALUTE SIA BUONA E MI AUGURO DI RIUSCIRE A CORRERE ALTRE 7/8 MARATONE E SUPERARE ANCORA UNA VOLTA I 5.000 KM DI CORSA. IL SOGNO CONTINUA...

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Ce la puoi fare!!!!! Turone

El_Gae ha detto...

In bocca al lupo, allora. E buon 2016

Kikko ha detto...

Numeri incredibili caro Andrea...complimenti e continua a fare tutto ciò che ti diverte;-)

Fabrizio ha detto...

Che bel racconto..... Andrea c'è l hai nel DNA la maratona complimenti (io ne ho corse appena 13 e leggendoti mi sono rallegrato) ciaooo... (Fabrizio)

Andreadicorsa ha detto...

@Turr-One: incrociamo le dita, grazie!!!

@El_Gae: grazie anche a te, buon 2016!

@Kikko: non è niente di particolare, solo costanza, auguro anche a te un felice 2016, ciao!

@Francesco: beh 13 non sono mica poche... e le mie 73 non sono neanche tantissime se penso che ho amici che ne hanno fatte oltre 200 e non hanno ancora intenzione di fermarsi..... auguro anche a te di arrivare presto a 100! ciao

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea,era un bel pò che non ti leggevo,mi appassiona sempre leggere quello che scrivi,sei veramente forte,io ti ammiro perchè sei riuscito a fare cose che pultroppo io non sono riuscito.
Ti aspettiamo a Tenerife qui sono molto appassionati dello sport ! Corse ce ne sono molte,come a Lanzarote qui la pianura non esiste
un abbraccio Giovanni

Andreadicorsa ha detto...

@Giovanni:
grazie per avermi scritto, sarebbe il mio sogno venire ad abitare alle Canarie, ci sto facendo un pensiero per Lanzarote. Voglio venire presto a trovarvi a Tenerife, intanto salutami Renata e tutta la famiglia!

Anonimo ha detto...

Grandissimo Andrea! Resterai sempre il mio mito della corsa! Arriverò anch'io a fare una maratona sotto le 3 ore:-)...perché chi si accontenta è spacciato! A presto

Andreadicorsa ha detto...

Grazie Anonimo/a ,ti auguro di raggiungere il tuo obiettivo che credimi non è così difficile da raggiungere!!!

Mauro Battello ha detto...

Galoppata avvincente Andrea, mi sembra di conoscerti meglio adesso :)
Vai a raggiungere il tuo sogno: te lo meriti!

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails