martedì 16 ottobre 2012

Maratona di Chicago al volo...

la famosa scritta all'esterno del teatro
Sara e il "fagiolo"

la spiaggia sul lago Michigan

ultimi 500m, sono piccolino ma ci sono

panoramica sul fiume


foto a 400 metri di altezza "Willis Tower"

Chicago by night

io e Giò abbeveraggio post-gara!

Sky-line

Bella questa...

EXPO'

Willis Tower dal basso

.......

Corri corri Rigo...più veloce però:-)
In poche parole dovrei sintetizzare così la mia esperienza a Chicago: "I LOVE CHICAGO, perchè non ci sono stato prima?". Purtroppo non ho tempo per scrivere un post come si deve per raccontare tutto il mio viaggio però non voglio nemmeno che il blog si fermi del tutto, per cui quattro righe al volo le butto giù. In questo periodo ho tante cose da fare, solito tran-tran lavorativo, impegni familiari vari, soliti allenamenti quotidiani e ogni tanto voglio anche riposarmi un pò, quindi il blog rimane sempre all'ultimo posto. E' già passata oltre una settimana dalla maratona di Chicago, un'altra esperienza bellissima in una grande città statunitense, ricca di fascino e di belle cose da vedere però non caotica come la metropoli New York. Maratona di almeno pari livello sia per organizzazione che percorso e partecipazione con oltre 38.000 classificati con il vincitore l'etiope Kebede in 2h04'38" davanti al connazionale  Feyisa in 2h04'52"(e le prime 8 donne sotto le 2h27', le prime due in 2h22'), ma dai contenuti molto diversi infatti più di 30.000 partecipanti erano americani e il numero di italiani ridotto a solo 161 unità contro gli oltre 3.000 presenti nella grande mela. Ho sempre amato la NYC marathon ma a questo punto mi viene da pensare (anche se non è una scoperta...) che è proprio vero che la maggior parte della gente ci vada solo per moda... Al contrario definirei la Chicago marathon la vera maratona Americana, frequentata in massa dal suo popolo e con pochi stranieri (beh pochi...sempre 7-8000 persone!) Ripeto: ottima organizzazione e percorso bellissimo quasi completamente pianeggiante a parte qualche inevitabile scollinamento (mi ha fatto dannare soprattutto il ponte negli ultimi 500 metri di corsa). Ristori ovunque, cronometri ogni miglio e segnalazioni ogni km, strade larghe con poche curve, passaggi nei punti più belli della città in particolare nel LOOP, presenza di molto pubblico ovunque nonostante la partenza mattiniera delle ore 7.30 con una temperatura vicina a 0° centigradi. Per l'appunto giornata molto fredda ma soleggiata e con poco vento ideale quindi per ottenere un buon crono. Ho portato a termine la mia 48esima maratona in 2h44'32" in 235esima posizione assoluta e tra i primi 3 italiani. Direi che posso essere soddisfatto ma non appagato. Ho tenuto molto bene sino al 30-32 km con un ritmo regolare sui 3'50-52" al km per poi accusare un lieve calo negli ultimi 10 km che mi hanno fatto alzare il tempo di un paio di minuti. Ottime le nuove Saucony Kinvara3 prese il giorno prima all'expò marathon e collaudate in gara (bellissima la colorazione bianco-azzurra-arancio). Una menzione anche per il mio amico Giò che è venuto con me e la Sara a Chicago: nonostante il ritardo di forma ha ritoccato seppur di poco il suo personale a 3h14'33", bravo, alla prossima spacchi tutto!!! Appuntamento allora a Venezia (grazie a Giovanni che mi ha ceduto il suo pettorale) tra una settimana per cercare di migliorare ancora un pò. Gustatevi qualche foto cliccandoci sopra per ingrandirla e come sempre cari saluti a tutti!!!!

18 commenti:

Tosto ha detto...

Grandissimi tutti e due!!!

anche il tuo tempo è veramente ottimo tenuto conto del tuo calo nel finale, direi che sei in ottima forma.

Matteo Vivian ha detto...

E' l'ultima delle Five Major che mi manca e "devo" correrla.
Dal tuo commento e dai numeri che hai dato, e già conoscevo per statistiche precedenti, direi che è simile a Chicago per partecipazione americana; il percorso e la logistica sono completamente differenti però.
Ciao a venerdì, Matteo

Andreadicorsa ha detto...

grazie Tosto mi dai sempre coraggio e una pacca sulla spalla che fa solo piacere. Spero che anche a te vada sempre meglio e che ci vedremo presto in strada a correre insieme! Ciao

Matteo Vivian ha detto...

Dimenticavo, sono stato a Chicago nel 1992 con la Partita a Scacchi di Marostica per degli spettacoli, a giugno non si pativa certo il caldo ed il vento era una costante "windy town".
Il meteo, come a Boston, è sempre ballerino, puoi trovare 0°C come quasi 30°C, nel 2010.

Andreadicorsa ha detto...

Ciao Matteo, la logistica di Chicago è fantastica, tipo quella di berlino, partenza-arrivo nella stessa area, cosa buona e giusta. Da sottolineare che l'area si trova in pieno centro quindi facilmente raggiungibile alla mattina della gara! Te la raccomando vivamente! ci vediamo venerdì:-)

Andreadicorsa ha detto...

Matteo, concordo sul meteo...quest'anno faceva particolarmente freddo, i residenti dicevano che era un pò anomalo; come il caldo di un paio di anni fa che se non ricordo male ha provocato anche delle vittime nella maratona

Anonimo ha detto...

complimenti per l'ottimo risultato.
Anch'io sarò a Venezia. Mi spieghi come fai a recuperare una maratona in cosi poco tempo????

Andreadicorsa ha detto...

Anonimo:
penso sia questione di anni di allenamento (sono 8 anni che corro tutti i giorni o quasi) e il corpo ormai si è abbastanza abituato (e acciaccato...). piuttosto che fare un lungo faccio una gara a manetta. corro tante maratone perchè mi piacciono i 42 km anche se ogni volta c'è da soffrire e stringere i denti, spero solo di non farmi male! in ogni caso 3-4 anni fa che ero più allenato ne ho fatte anche 3 in un mese andando nettamente più forte di adesso (sempre 2.36 o meno).
per esempio, ho appena visto su facebook che il mio amico marco Boffo, dopo una maratona in 2.42 la settimana scorsa, domenica dopo 7 giorni ha corso in 2.36 la lake garda marathon, ripeto: questione di allenamento, tanto allenamento e farsi un culo così....!
io adesso, per spiegarti le 3 settimane che dividono chicago da venezia faccio così: la prima settimana scarico molto cercando di recuperare dal mal di gambe, solo corse lente (85 km in 7gg), la seconda settimana carico con 120-130 km e un paio di allenamenti tirati (tipo 5x2000) a ritmo gara; la terza settimana scarico di nuovo sperando di arrivare a venezia con le gambe ok.
ti saprò dire com'è andata.
ciao

Anonimo ha detto...

Grazie della risposta. Io ho fatto Berlino in poco più di 3 ore e ora mi ripresenterò a Venezia (sperando di stare sotto)... per questo mi stavo preoccupando sul fatto di recuperarla tutta per bene ... magari ci vediamo alla partenza .... fulmineo! ciao

Gianmarco Pitteri ha detto...

Anche questa è assolutamente da fare!!!

Peo El Roverso ha detto...

Wow che belle impressioni hai lasciato. Anch'io credo che in effetti la NYC marathon si più moda che altro però nel 2014...magari ci vado e perchè no, magari considerare anche Chicago.

franchino ha detto...

Grande zio sempre a martellare giù duro in giro per il mondo!

nino ha detto...

ci si vede domenica prox

insane ha detto...

Bèlla Rigo! hai aumentato ancora di più la mia voglia di Chicago... ;)

Mauro Battello ha detto...

che dirti: GRANDE! e grazie del post semplice ma efficace! ;)

walter ha detto...

Ciao Andrea, leggo da poco il tuo blog ma ti faccio ugualmente i complimenti per quest'ultima impresa e per le altre 47 perle che hai collezionato (un pò alla volta le sto leggendo tutte). La tua passione e determinazione sono un esempio per tutti gli appassionati di questo sport. Volevo chiederti se possibile la tua personale top five delle maratone. Ti ringrazio e ci si vede a Venezia. Walter

Andreadicorsa ha detto...

@Gianmarco: consigliatissima:-)
@Peo: perchè no? non ha niente da inviadiare alla blasonatissima Ny
@Franchino: per me corsa = vacanza...grazie alle maratone ho visitato posti in cui forse non sarei mai andato! Un caro saluto!
@Nino: paauntamento a Stra, evvaiiiii!
@Insane:che aspetti iscriviti x il 2013, a parte gli scherzi se decidi di farlo tieno d'occhio il sito della maratona perchè da quando aprono, le iscrizioni in pochi giorni vengono esaurite.
@Mauro: grazie a te x le belle parole! a presto!
@Walter :grazie a te per avere la pazienza di leggere il mio blog, nel mio piccolo cerco di tenere una memoria seppur riassuntiva della mia vita sportiva. A volte anche a me capita di scorrere indietro le pagine e rileggermi di qualche viaggio. Per quanto riguarda la top five ne parlo spesso anche con i miei amici e non è molto facile sceglierne 5, ho fatto maratone di tutti i generi anche se sono lontano da poter stabilire quali siano le migliori in assoluto. Di quelle che ho fatto direi:
1) NY che con i suoi difetti riguardo logistica, costi, ecc., rimane sempre lassù al primo posto. Come pubblico e tifo è sempre imbattibile, il percorso anche se duro è molto bello per quasi la sua totalità
2) metterei a pari merito Berlino e Chicago, con i loro percorsi bellissimi e veloci e con le loro organizzazioni perfette.
4) metto Madrid: molto bella e ben organizzata in una città stupenda dal mio punto di vista.
5) ne metto una di italiana, Roma, indubbiamente bella!

Ho corso anche a Parigi, molto bella e ben organizzata anch'essa ma in alcuni tratti un pò monotona.
Se vuoi invece una maratona particolare vai a leggerti il mio post relativo alla Maratona di Longford in irlanda.
Appuntamento a Venezia!!!
Grazie

Luca Vittorio_Veneto ha detto...

Ho letto i commenti a anche il tuo che dove "informi" anonimo dei km settimanali che effettui.. caspita!!! Io mi rendo conto di correre un quarto di quanto corri tu!!
Cmq complimenti.. questo tempo è un gran tempo ;-) ciao

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails