mercoledì 30 ottobre 2013

Venice Marathon 2013

Passaggio a San Marco
 Domenica a Venezia è andata in scena la 28°esima edizione della Venice marathon. La giornata è stata particolarmente bella grazie alla presenza di molti amici che hanno approfittato dell'occasione per venire a fare il tifo per il nostro gruppo di runners. Come al solito ce l'ho messa tutta e la corsa è andata abbastanza bene anche se purtroppo ho avuto qualche piccolo problema intestinale sia all'inizio che verso il 36° km che mi hanno costretto a due brevi soste. Un mal di pancia così intenso che in start-line poco prima della partenza mi ha messo nel panico perchè non sapevo come fare. Ho resistito fino allo start e sono partito fortissimo per prendere un pò di vantaggio sul gruppone, dopo circa 6-700 mi sono fermato nel primo angolo disponibile ed è stata una liberazione....scusate! Nonostante la pausa sono transitato al primo km in 3'59", un razzo perchè sarò stato fermo almeno 30". Ho proseguito a ritmo elevato per riconquistare la mia posizione vicino a Pergher e ad altri corridori con i quali avevamo impostato un ritmo sui 3'45"-3'50". La giornata si presentava con cielo coperto, temperatura di circa 15° alla partenza e oltre 20° all'arrivo, umidità molto elevata che però non mi pareva dare fastidio, ho sentito alla fine molti lamentarsi, forse in effetti non c'erano le condizioni perfette ma in confronto all'anno scorso mi sembrava proprio di si.
Le tifose speciali
Per una decina di chilometri è andato tutto bene, verso il 12-13 km il gruppo si è di colpo sfaldato e mi sono ritrovato praticamente da solo con passaggio alla mezza in 1h20'15". Ho proceduto con regolarità e in solitudine fino a circa il 25-28 km. All'ingresso del parco di San Giuliano sono iniziati i problemi, mi sono reso conto di quanto sia più complicato correre in solitudine al contrario invece di quanto accadde a Berlino. Nei saliscendi del parco mi sono perso, le gambe hanno iniziato a farmi male ed il ritmo si è di colpo alzato sopra ai 4' al km. Per farmi forza/coraggio ho ingoiato un gel che mi aveva passato un amico incrociato durante il passaggio nel parco. Rilevamento al 30° km in 1h54'55", proiezione 2h41' ma le gambe non c'erano più.... Di colpo verso il 35° km nel bel mezzo del ponte della Libertà ho accusato un altro forte mal di pancia e non ho potuto far altro che fermarmi di nuovo a lato della strada. Poco prima mi aveva superato di gran lena Pergher, il quale mi incitava di stare con lui, ma purtroppo procedeva troppo svelto per me e sono stato in grado di seguirlo solo per poche centinaia di metri. Assorbito l'attacco di mal di pancia e constatato che ormai l'obiettivo cronometrico era svanito ho deciso di arrivare al traguardo cercando di godermi il più possibile gli ultimi km con i ponti e il passaggio in piazza San Marco senza pensare tanto alle gambe doloranti. Ho affrontato i saliscendi con cautela, e il transito nella piazza, dove c'erano assiepati i miei amici e la Sara con la bandiera, è stato molto emozionante e con il sorriso stampato sul viso ho tagliato il traguardo senza infamia ne lode in 2h46'17", 38° assoluto, dietro a Pergher 32° in 2h45'01". Un applauso anche a Piasente che è arrivato subito dopo di noi in 2h50' e al mitico Zuccarunnerwine in 2h56'.
Siamo solo noi!
Non è stata la mia migliore maratona però sono ugualmente contento, non si può essere sempre al 100% e negli allenamenti delle ultime settimane me ne ero reso conto, infatti nei pochi lavori di qualità svolti vedevo che faticavo di più rispetto allo stesso periodo prima di Berlino. Non fa niente l'importante era divertirsi e stare con i miei amici, ci tenevo particolarmente e così è stato. Ringrazio soprattutto i miei compagni di viaggio, Giovanni in ripresa con un solido 3h12', Zanze al ritorno in maratona con un ottimo 3h16', Simone con un furioso 4h00', Pergher come detto grande con un 2h45' d'autorità, e le speciali tifose che erano con noi, la Patry, la Marika e ovviamente la Sara. Un complimento anche a tutti gli altri atleti della Fulminea e delle altre squadre amiche che hanno partecipato con buoni risultati e anche a tutti coloro che ci hanno incitato durante il percorso, scusatemi se non mi ricordo di tutti e se non vi cito uno per uno, comunque grazie a tutti indistintamente.

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Un onore essere citato nel blog di un amico nonché campione!!!! Tur-one

Andreadicorsa ha detto...

Turr-one,
per me è un piacere scrivere di te. Impegnati più che poi che per Pisa a te e Zanze dedico un post intero, eheheheh. V.V.B.

Mauro Battello ha detto...

Cge dire: ti avevo mandato un sms complimentndomi ad insaputa di quest'esito!!! Ora che so i complimenti valgono il doppio! Grande Andrea!

Andreadicorsa ha detto...

Grazie Mauro, l'sms non mi è arrivato o non l'ho letto per errore. Se fosse così me ne dispiaccio e mi scuso molto.
Sei sempre un grande amico. A presto

Enrico VIVIAN ha detto...

passa a un paio di incontri Scuola di Corsa che cerchiamo il modo di farti ritrovare le gambe, perché il fiato sembra proprio non mancarti

Andreadicorsa ha detto...

ok Enrico sarà fatto!

theyogi ha detto...

solito spettacolo, con o senza scacazza... ;) cao campione!

Fausto di Bio Correndo ha detto...

Ottimo davvero! Mi sa che vado a vedermi tutta la tua preparazione del periodo..

insane ha detto...

Sei velocissimo anche quando fai la cacca... :P
Battute a parte,solito GRANDE RIGO! ;)

nino ha detto...

grande nonostante le disavventure.

Furio ha detto...

Ciao, è tanto che non passo di qua, ma vedo con piacere che sei sempre on the road, su ottimi livelli, complimenti!

Andreadicorsa ha detto...

@Yogi: meglio senza scacazza, cmq sempre divertente! a presto
@Fausto: ciao carissimo, come vedi non faccio preparazioni particolari, vado un pò a sensazione cercando però di ragionare. adesso ho altre 3 settimane per rimettermi in sesto per Firenze, oggi se riesco pubblico un post del mio programma settimanale, vediamo cosa mi viene in mente! A presto
@Insane: beh velocissimo non proprio, una via di mezzo casomai! grazie
@Nino: grazie!!
@Furio: ciao carissimo, finchè mi diverto corro, finchè corro mi diverto, alora avanti sempre. Spero anche per te sia così

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails