lunedì 29 dicembre 2008

Resoconto e programma settimana dal 29/12 al 04/01

La settimana Natalizia è appena trascorsa e con essa sono passati anche i bagordi dovuti a cene e bicchierate praticamente quotidiane. Ora ci aspetta un'altra settimana con appuntamenti forse ancora più impegnativi, siamo nei giorni che precedono e seguono il Capodanno quindi dovremo in qualche maniera far conciliare festa e allenamenti di smaltimento in modo da non accumulare troppi chili che poi sarebbe complicato spazzare via in fretta. Da Gennaio riprende il ramadam e ricomincierò a mettermi in riga concedendomi al massimo un paio di uscite di festa al mese. Detto questo passiamo all'analisi del training effettuato nei sette giorni passati. Il programma è stato seguito abbastanza scrupolosamente, i chilometri previsti (140) sono stati corsi dal primo all'ultimo con alternanza di sensazioni giorno dopo giorno. In alcuni momenti mi sentivo molto bene in altri completamente svuotato di energie, sensazioni completamente opposte da un giorno all'altro che non so come spiegare se non con il fatto che probabilmente a volte ho corso ancora con i postumi delle feste della sera prima. I lavori di qualità in scaletta non sono andati proprio come desideravo. Questa volta non è stata solo colpa mia: le ripetute miste in programma mercoledì (6x500 + 6x1000 con recuperi da 500) sono state svolte in maniera discreta e con il massimo impegno ma non sui ritmi soliti anche causa il percorso che avevo scelto nella zona del Gelso ai Tretti proprio vicino casa mia su un anello di 2,6km caratterizzato da continui saliscendi (non avevo proprio voglia di andare in pista) anche impegnativi che a volte faceva segnare tempi migliori nelle frazioni di recupero piuttosto che in quelle di ripetuta. Una cosa da non sottovalutare e da tenere in considerazione nella valutazione degli allenamenti svolti è il freddo eccessivo che caratterizza questi giorni e che mi condiziona non poco; ho sempre detto di amare il caldo e lo confermo per l'ennesima volta se ce ne fosse ancora bisogno. Il progressivo di venerdì è saltato causa la nevicata della notte precedente ed è stato sostituito da una corsa sul ghiaccio di 18 km a 4'19" con fatica estrema....Il lungo di 30 km di domenica è andato bene, soprattutto nei secondi 15 km dove sono andato un pò più svelto (1h01') facendo molta meno fatica dei primi. 30 km corsi nel gelo della pista ciclabile di Trento volati via abbastanza in fretta anche grazie alla compagnia di Monica, con la quale condivido allenamenti e programmi, ma soprattutto grandi chiacchierate dal primo all'ultimo km di ogni allenamento. Non ho corso velocissimo ma alla fine ho partato a casa 30 km senza dannarmi troppo l'anima in 2h08'. Volendo avrei potuto andare anche un pò più veloce ma per il momento risparmio le energie che mi serviranno più avanti, ve lo dirò quando sarà ora.... Ora passo a descrivere il programma di questa settimana che per la mia gioia sarà di scarico (se la paragono alla settimana scorsa):
lunedi 29, 14 km CLR
martedì 30, 6 km CL + 12 km variazioni 1' + 2' recupero
mercoledì 31, 12 km CL
giovedì 1, Riposo oppure 10-12 km CLR
venerdì 2, 18 km CL
sabato 3, progressione 8 km CL + 4 km CM + 4 km RMar + 2 km RMezza
domenica 4, 20 km CL

14 commenti:

Anonimo ha detto...

rigo in riga! luciano er califfo.

Fatdaddy ha detto...

Montefortiana?
Questa volta ti becco... ;)

Andreadicorsa ha detto...

Luciano aspettami che arrivo, ne ho 2 cojoni cosi' di sti 6 mesi di freddo ogni anno, sto pensando di emngrare x sempre a Natal, trovami un umile lavoro per sopravvivere e arrivo di corsa, garantito.
Fat, si montefortiana, stavolta no nprenderti influenze o rffreddori, ti voglio la!!!

Dani Uboldi ha detto...

Freddo freddo e freddo! con questo freddo fai benissimo a non spingere i ritmi, l'aria gelida nei polmoni è poco sana e diminuisce le prestazioni! ma quando arriva l'estate!!! o troppo caldo o troppo freddo...una via di mezzo no!

Yervs ha detto...

Andrè, sei veramente una machhina da chilometri. Non oso pensare a cosa sarai in grado di svolgere più avanti!!!

Andreadicorsa ha detto...

Si Dani hai ragione, infatti sto cercando di non esagerare con i ritmi, tanto ho visto che anche se mi impegno al massimo vado sempre piano lo stesso!!!

Caro Matteo, alla mia età vicinissima ai 40 anni (tra 1 mese e mezzo ci sono) sono convintissimo di essere portato più alle corse di resistenza (quindi oltre la maratona) che di velocità, mi sembra di sopportare meglio allenamenti lunghissimi a ritmi umani piuttosto che quelli corti ma troppo veloci. insomma mi sento un diesel, piu' che un turbo::::----))))) la direzione per il mio futuro si è scritta automaticamente: ultramaratona

Fatdaddy ha detto...

Andrè, non correrò perchè quel giorno avrò la mega-festa per i 70 anni della mamy, ma conto di essere tra il pubblico alla partenza per gli auguri di rito! ;)

Anonimo ha detto...

natal...cittadina tranquilla...ma sbrigati che il MIO brasile lo stanno rovinando velocemente. prima però spremi tutto quello che puoi dall'atletica. er califfo.

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea,
complimenti per il tuo blog e per la carica di energia che trasmette. L'ho scoperto oggi, dopo che sono andata a correre per la prima volta in vita mia e mi sono divertita moltissimo. Da vero esperto di corse invernali e allenamenti all'aperto potresti darmi un consiglio su cosa è meglio indossare? figurati che io non ho trovato di meglio che una giacca a vento leggera e l'ho ridotta in uno stato mefitico che non so se si riprenderà mai più! Ho visto che hai linkato un negozio di articoli sportivi ma non è nella mia zona. Grazie e scusa se la domanda banale.

Buona corsa!

Chiara

Andreadicorsa ha detto...

Ciao Chiara grazie 1000 della visita, spero tornerai spesso a trovarmi così ti accorgerai che noi blogger appassionati di corsa, siamo veramente in tanti e soprattutto siamo un bellissimo gruppo di amici. Grazie ai blog sono nate delle amicizie che in altra maniera forse non sarebbero mai sbocciate. Riguardo la tua domanda, la mia personale risposta è questa: qualcuno dice che per correre bisognerebbe vestirsi come se fuori ci fossero 10° in più di quelli che ci sono in realtà, subito si sentirà molto freddo ma dopo 10-15 minuti di corsa scaldandosi bene in teoria si dovrebbe stare in maniera adeguata. Personalmente questa regola non la seguo quasi mai, mi vesto quasi sempre un pò di più perchè sono molto freddoloso e odio il clima freddo. Ad esempio ieri sera alle 19 quando sono partito per l'allenamento la temperatura era di -1/2°, oltre agli obbligatori pantaloni lunghi aderenti, sopra alla maglia maniche corte ho indossato una maglia tecnica a manica lunga che di solito uso quando ci sono 5-10° e sopra il giubbotto in wintex che uso quando vado in bici, immancabili i guanti e il berretto di lana. Ho sudato parecchio ma non ho mai avuto freddo. Ieri ho corso lento quindi ho optato x quesa soluzione, se avessi dovuto correre piu' veloce forse avrei azzardato a vestirmi un po' meno, magari solo con la maglia manica lunga. Con questo voglio dirti che l'abbigliamento (almeno per quanto mi riguarda) lo scelgo anche in base al tipo di seduta che devo sostenere, se è una cosa impegnativa mi vesto un pò meno tanto poi correndo veloce mi scaldo in fretta e il disagio è solo all'inizio, se invece corro lentamente mi vesto di piu'e mi godo il calduccio. Ti consiglio di rivolgerti ad un negozio specializzato, trovi dei capi leggeri e traspiranti ma allo stesso tempo protettivi. Costano un pò ma forse quello che spendi lo valgono. Non usare giubbetti in nylon tipo K-Way che non lasciano uscire l'umidità dal corpo. Ultima cosa: mi raccomando le scarpe, compratene un bel paio da running, sono la cosa più importante per evitare di andare in contro a spiacevoli inconvenienti.
A presto

Andreadicorsa ha detto...

Califfo sto arrivando!!!

Gianluca Rigon ha detto...

Diesel sì.....ma col turbo ! Ciao Andrea !

Anonimo ha detto...

Grazie della risposta Andrea! Davvero esauriente. Oggi ho fatto la mia terza seduta di allenamento ed ero vestita leggera e tutto sommato mi sento benissimo a correre così. Per le scarpe hai davvero ragione, dopo la prima volta in cui mi son messa quel che ho trovato in casa mi sono subito venute due unghie nere, ben distribuite una per ogni piede. Ho letto che cadranno probabilmente. Amen. Comunque intanto ho cambiato scarpe. :-)
Grazie dei consigli!

Chiara

Andreadicorsa ha detto...

Figurati Chiara, se ti serve qualcosa sono sempre qua.....
Buon Anno

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails