martedì 14 aprile 2009

Sempre duro il Corno!

Dopo 8 giorni di assenza dal blog eccomi tornato ad aggiornare la situazione. Passato il fine settimana pasquale e le vicissitudini collegate alla tragedia in Abruzzo (di cui tutti hanno già parlato) che hanno reso le feste un pò più tristi, lentamente si cerca di tornare alla normalità, la vita deve andare avanti. Grande solidarietà al popolo abruzzese e al mio amico Maurizio Riccitelli e alla sua famiglia che sono stati colpiti in pieno dal terremoto anche se fortunatamente non hanno subito danni fisici ma "solo" all'edificio in cui vivono. Siete forti vi rimetterete in piedi presto!
La mia settimana è stata caratterizzata da una ripresa alla corsa con una certa regolarità anche se per pochi km. Da lunedì 6 a lunedì 13, in 8 giorni ho corso per circa 49 km senza mai forzare troppo. Ho ricominciato a sbirciare sul Garmin per vedere a che velocità correvo e per monitorare un pò il battito cardiaco che a sensazione (esatta) mi pareva un pò più alto della media. Venerdì per la prima volta dopo parecchio tempo ho fatto 10 km a una buona media di 4'10"/km e soprattutto senza dolori. Sabato ho corso 7 km provando ad accelerare l'andatura nei 4 km centrali. Piacevolmente sorpreso di correre a 3'54"-50-45-42 in progressione con una certa fatica ma senza dolori. Il cuore batteva con grande vigore a circa 10 BPM sopra la media di quando sono in buona forma e la respirazione era abbastanza affannosa, ma correre più svelto del solito mi dava gran soddisfazione. Come complemento agli allenamenti ho svolto una seduta specifica di potenziamento muscolare in palestra a metà settimana e ogni giorno esercizi di stretcing ed esercizi leggeri per gli addominali. Nello stesso tempo continuano le sedute di laserterapia e mesoterapia. Immancabili le 2 ascensioni in bici al Monte Corno che mi hanno visto soffrire veramente più del previsto per coprire i 1050 metri di dislivello sui 15 km complessivi della salita. Tanto per snocciolare un pò di tempi nella migliore delle 2 salite ci ho impiegato 1h09' quando il mio record del 2005 è di 1h01'. Per farvi un'idea di quanto piano io vada in bici, un ciclista professionista impiega meno di 45' a salire in vetta. Non ho proprio la gamba, faccio troppa fatica... Purtroppo non si fanno miracoli, per andare discretamente bisogna fare migliaia di km e io ne ho fatti a mala pena 400, dove voglio andare a farmi male? Ecco una foto in pessime condizioni quando nella seconda escursione di domenica ho gettato la spugna a metà salita, mi sentivo il cuore in gola e le gambe a pezzi, che sia stata anche un pò colpa della serata del sabato?

18 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Devi avere + pazienza... eri salito così in alto nel rendimento che ci vuole il tempo suo per tornare a quei picchi.

Yervs ha detto...

Caro Andrè, mi sono ridotto a pedalare anche io.... Che sofferenza!!!

MauroB2R ha detto...

Eh beh bici e corsa sono due sport moooolto diversi...cmq sei sulla buona strada per tornare a correre a mille, ne sono sicuro!

Jenny ha detto...

Spero che un giorno ci sarà un'occasione di una bella sfida in bici....

Alvin ha detto...

bravo Andrea, vabbè che paragoni fai, un professionista sale il corno in meno di 45' e tu 1:01 ai bei tempi... in maratona un pofessionista fa 2:10 e tu 2:33... facendo i conti a spanne non vai poi così piano neanch in bici...ma la cosa più importante sono i km che hai ripreso a fare di corsa!

Francorre ha detto...

Ora oltre ai KM in bici ricominci a fare i chilometri a piedi e di corsa. Bentornato!!!

Diego ha detto...

bella settimana !!!

P.s. Sabato sera....CERVEZA....ah ah ah....ieri ne ho spianate un pò....andavano giù come l'acqua !!!

kaiale ha detto...

calm calma...
dai che torni più forte di prima

Danirunner ha detto...

Dai dai Andrea! credo che il peggio sia passato, ora un po di pazienza e ritornerai più forte!!!

stefano of course ha detto...

e lo chiamarono due corni!

Andreadicorsa ha detto...

@Gian: pazienza ne ho, sono già contento di correre 8-10 km senza dolori, la fatica è sempre tanta ma vedo che è così x tutti
@Yervs: dai Matteo. l'importante è non stare fermi, andare in bici è bellissimo e dà appagamento, ma forse farsi trasportare esclusivamente dalle proprie gambe dà ancora più soddisfazione
@Mauro: è vero sono sport completamente diversi e bellissimi e non è detto che se uno va molto bene in una disciplina debba andare x forza bene anche nell'altra o viceversa. Nel mio caso andare in bici mi fa molto bene x tenermi allenato in generale.
@Jenny: gare in bici non ne faccio, almeno per ora. ne ho fatta una 3-4 anni fa quando pensavo di essere abbastanza allenato e sono arrivato a metà gruppo.
@Alvin: si hai ragione comincio a stare meglio, spero che anche tu sia sulla strada della ripresa, Jesolo si sta avvicinando e ho già detto al Bress che lo aspetto al Gasoline insieme al Bassa dopo avere tagliato il traguardo
@Franco: grazie del bentornato, spero che per il 2009 i problemi stiano x finire, ma so che dovrò avere ancora moltissima pazienza, almeno ancora un paio di mesi x guarire come si deve
@Diego: cosa c'è di più buono????
venerdì e sabato: cerveza!!!!
@Kaiale: si si si, vado calmissimo, sono passati solo 45 giorni, ne mancano ancora almeno 60 prima di poter tornare a dare tutto gas. le cure di laser e meso continuano e gli allenamenti di mantenimento vanno avanti.
@dani: spero e mi auguro che tu abbia ragione!!!

@Stefanone: 3-4-5-6-7....Corni, quanti ne vuoi!!!!

Ciao a tutti

Tosto ha detto...

Andrea, se la carcassa ti regge, la grinta e la voglia c'è tutta.
Vedo che vai già alla grande .. attento però a non esagerare.

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Se serve a farti coraggio...
Ogni anno che corro più forte a piedi, vado peggio in bici!
Addirittura ho un tempo di ascesa personale di corsa quasi analogo a quello in bici su Monte Pellegrino vicino casa, 800m di altezza...
La bici in questi casi in effetti mette a dura prova il sistema cardiovascolare e potenza molto una determinata muscolatura.
Non lo so se ascendere queste ardue vette poi ti faccia sentire meno agile nei giorni in cui corri, ma... detto tra noi, se avessi la possibilità farei lo stesso anche io!!
Comunque occhio a non sforzare troppo, la zona pubica in sella è messa a dura prova!

Andreadicorsa ha detto...

@Tosto: vai tranquillo non so mica scemo ;;;;---))))
@Filippo: hai azzeccato, in effetti dopo aver fatto 2 gg di bici assai impegnativi, ieri e lunedi' mi sentivo le gambe di pietra, pesantissime, blcchi di marmo.... ma avere le gambe così e non avere i soliti dolori mi piace da matti anche perchè è uan cosa abbastanza normale quando si riprende con una certa regolarità.
per quanto rigaurda la pubalgia, a me hanno detto che andando in bici non si fa troppo sforzo in quella zona, in effetti anche quando non riuscio a camminare dal male, in bici non sentivo nessun dolore

Alvin ha detto...

Per Jesolo ho prenotato pure io l'hotel...non so ancora per la mezza ma di sicuro al gasoline e perchè no,se non corro, sul percorso in bici ci sarò!

Furio ha detto...

Ottime notizie Andrea; i ritmi nn contano, conta solo che non hai sentito male.
:-) ciao!

Andreadicorsa ha detto...

@Alvin: sono contentissimo che in un modo o nell'altro ci sei! Secondo me anche saltellando stai davanti al Bress..... io voglio correre la mezza con Bassa.
@Furio: va bene tribolare, è normale, l'importante è non avere male, ed è cioò che sta avvenendo.
Sono contento

Simone ha detto...

bene bene, quasi 50km di corsa sono comunque un ottimo segnale ... fare piu fatica di prima é normale, ovviamente!!!

bravo andrea, tenere duro e tenersi in forma stá giá ripagando. Pensa come sarebbe stato dopo un riposo totale, anche senza bici ... tragico!

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails