martedì 2 novembre 2010

Gibilterra: sarò alla partenza

Il mese di Ottobre causa lo stramaledettissimo mal di schiena e alla gamba sinistra mi ha visto percorrere solo il 40% dei chilometri che avevo in previsione. Ne ho fatti circa 300 al fronte degli oltre 600 programmati per arrivare al top alla gara di domenica prossima a Gibilterra. Dopo la maratona del Garda ad inizio mese, ho ridotto drasticamente gli allenamenti alternando giorni di riposo a uscite lente di max 10 km che si concludevano immancabilmente con la ricomparsa del dolore che a freddo invece non si faceva quasi mai sentire. Oltre al riposo mi sono dedicato all'escuzione di esercizi di stretcing e addominali. Ovviamente lo stato di forma è rapidamente scaduto; sappiamo tutti che è difficilissimo e che ci vogliono un sacco di ore di "lavoro" per raggiungere il livello ottimale e che bastano solo un paio di settimane di inattività per tornare a zero. Nonostante tutto ho deciso di non mollare e di provarci ugualmente, la speranza è sempre l'ultima a morire anche se una gara di 100 km non la puoi inventare, anche arrivandoci ottimamente allenato non mi sento mai sicuro di vedere il traguardo, figuriamoci in questo momento dove l'autonomia è calata drasticamente. Per non lasciare nulla di intentato nelle ultime due settimane mi sono sottoposto ad alcune sedute dall'osteopata e a fisioterapie con la macchina cavitazionale da Claudio con buoni risultati nel senso che almeno negli ultimi 6-7 giorni le cose sono migliorate e sono riuscito a correre senza troppi fastidi. Negli ultimi sette giorni da martedì scorso a ieri (lunedì) sono riuscito a fare 95 km, pochi per uno che dovrebbe correre una 100 km tra quattro giorni, ma tanti se pensiamo che fino a domenica scorsa non riuscivo a finire 10-12 km senza dolori. Domenica alla Novello Race di Bress nonostante il maltempo e il percorso abbastanza impegnativo ho chiuso i 10,35 km a 3'45"/km di media correndo in buona progressione e senza alcun fastidio fisico, una nota veramente positiva. Ieri sotto un diluvio universale con molta fatica sono arrivato a 20 km a 4'18"/km. Era da più di 20 giorni che non arrivavo a tanto e mentre correvo mi domandavo come sarebbe stato possibile farne altri 80....... Ora mi restano altri 2-3 giorni per trovare un pò di fiducia in più. A Gibilterra correrò con la mente sgombra da responsabilità dato che sicuramente non sarò nel sestetto titolare che concorrerà anche per i titoli mondiali ed europei a squadre oltre che per quelli individuali. La squadra maschile senza la sua punta di diamante Giorgio Calcaterra, alle prese con un fastidioso mal di schiena, sarà ugualmente molto competitiva con Marco Boffo e Marco D'innocenti a capitanare la truppa e con un Francesco Caroni li pronto ad approfittarne. Penso che questi tre ragazzi potranno portarci sul podio a squadre e qualcuno di loro potrà puntare alto anche a livello individuale, non faccio nomi per scaramanzia. Da non sottovalutare gli altri ragazzi tra cui gli espertissimi Bernabei e Fattore entrambi all'enensimo mondiale i quali assieme a Bertone e Sestito daranno il 100 % per portare a casa qualcosa di buono. In campo femminile non conosco molto bene la situazione ma faccio solo due nomi su tutte, Monica Carlin e Monica Casiraghi in grado entrambe di lottare per il podio. Per quanto mi riguarda, più avanti mi fermerò più contento sarò, non mi aspetto niente, spero solo magari di poter essere utile e d'aiuto a qualche compagno nella prima parte di gara. Un peccato per me non poter partecipare anche alla classifica Master dato che quest'anno ci sono in palio i titoli mondiali ed europei per gli over 40 ai quali ovviamente non mi sono iscritto. Se avete qualche curiosità sulla gara potete dare un'occhiata al sito http://www.iau-ultramarathon.org/ , nella sezione delle News troverete tutte le Informazioni Tecniche e nella Race Course tutte le foto del percorso che si svolgerà su un assurdo anello di 5.06 km tra il porto e i palazzi di Gibilterra da ripetersi per ben 18 volte più un raccordo iniziale e finale di altri 9 km circa. A questo punto propongo al Bress di candidarsi all'organizzazione del mondiale 2012 al Gelso, 40 giri da 2,5 km cosa volete che siano? Se non altro si correrebbe in mezzo alla natura e al verde! Intanto giovedì sera si parte, ci sentiamo lunedì quando torno:-)

35 commenti:

web runner ha detto...

E io che mi lamentavo di fare un lungo di 35 km nel parco delle cascine a Firenze... di questo passo vi faranno correre in un anello di 1 km avanti e indietro come i marciatori! e poi fra i palazzi, il porto e i container!
Vabbè, felice di sentire che stai meglio, in bocca al lupo!
Stefano

theyogi ha detto...

all the best, rigo, che il dio della corsa sia con te......

Tosto ha detto...

in bocca al lupo

Marines ha detto...

Grande CAPITANO........

CHICO68 ha detto...

È la notizia che volevo sentire!!! Ho dato un'occhiata al tragitto da 5.06km, percorso assurdo!!!

insane ha detto...

In bocca al lupo Rigo! Quèl che sarà sarà.. ;)

Master Runners ha detto...

Vedrai ne uscirà una gran gara!
E allora in bocca al lupo Andrè!!
;)

Filippo ha detto...

Mi ripeto, visto che la volta scorsa ha funzionato...may the force be with you!

Anonimo ha detto...

...e se magari dopo tanto riposo andasse meglio del previsto?...in bocca al lupo e ti vogliamo al traguardo!!!

ciao
sabrycomandante

Alvin ha detto...

RIGO NON MOLLA UN CM!!!! MAI!

Diego ha detto...

Onore a te !!!

bressdicorsa ha detto...

domenica ti sei dimenticato qualcosa su una panchina? ecco bravo,se passava uno del comune ...per fortuna e' passato il papa' del zanze!! uomo stacci dentro almeno in gibilterra e in bocca al lupo

RUN LIKE THE WIND ha detto...

Un grandissimo in bocca al lupo!!!!! Run Andrea RUNNNNN!!!!!!

grinta ha detto...

la situazione non è certo facile,
e comunque meno male che tutto questo non ti serve
per portarti a casa la pagnotta........
spero che il riposo ti abbia ridato le forze....
forse il tuo fisico chiedeva solo quello, domenica
lo capirai.
auguri

Albe che corre ha detto...

Hai scritto che sarai alla partenza ..ma noi ti vogliamo anche all'arrivo!
In bocca al lupo

Guzzo ha detto...

Vai Andrea, spacca tuttooo!!! Hai meno responsabilità quindi avrai sicuramente più forza nelle gambe... mai dire mai! Al max ti fa un altro bel post gara come domenicaaaaa ah ah ah.
IN BOCCA AL LUPOOOOOO
Guzzo

Anonimo ha detto...

Caro Andrea Mi spiace fare della polemica,sabato ti ho visto che frequenti brutta gente,luziano porta sfiga,tutte le volte che è venuto con Me in pista non ho fatto nulla,ho deciso è Lui che porta sfiga..........

Anche prima non ero un campione.....

Ti faccio un grosso in bocca al lupo.
al tuo ritorno vediamo di organizzare (col Luziano)un uscita con i fiocchi, qualsiasi sarà il risultato sarà un succccccesssso.
Ciao Giovanni F.

Anonimo ha detto...

Vola fratello...comunque vada...non mollare mai !

Bassa

Anonimo ha detto...

auguroni!
luciano er califfo.

stoppre ha detto...

dai, tanto che può succederti ? un dolore fastioso a tratti insopportabile o, al massimo un ritiro ?? quando tra 20 o 30 anni lo racconterai, cosa ti darà più soddisfazione , dire : " si, mi sono ritirato per poter continuare a correre poi.. " oppure : " ho resistito e sono arrivato alla fine con un discreto tempo, ache se poi mi sono dovuto fermare per un po ". questo devi saperlo e decidere tu, sprerare nel tuo talento per il futuro, oppure rischiarlo per un'occasione che non è sicuro si ripresenti...
in bocca al lupo, spero prenderei la decisione giusta( anche psicologica ), compatibilmente con eventuali insopportabili dolori.
Minchia, senza calcaterra sarà diuraaaa...

stoppre ha detto...

oh, hai già dimostrato molto.. sia chiaro !!

nino ha detto...

buon viaggio e in bocca al lupo.

lello ha detto...

buon viaggio e in bocca al lupo , aspettiamo il racconto .....
forza ragazzi

Marco ha detto...

Madonna che batosta a Gibilterra, ma che è successo? è venuta giù la montagna? Non c'è una sola notizia. Sono scappati tutti? Senza offesa ma qualcuno qualcosa deve dire perchè poi quando si vince tutti salgono sul carro. Rigo magari tu l'avevi detto. Ma gli altri?

Anonimo ha detto...

Figuraccia! Certo non si può dirvi andate a lavorare.... Però bisogna essere obiettivi e lasciar perdere prima di indossare la maglia della Nazionale. Lasciamo che siano gli assoluti a rappresentarci e se non ci sono è meglio rinunciare a certe competizioni...
Paolo

Anonimo ha detto...

DICO SOLO:VERGOGNA!
DA ULTRAMARATONETA LO DICO.
SE NON SI STA BENE SI STA A CASA!
C'E ALTRA GENTE CHE MERITAVA IL POSTO.
GRANDI INVECE LE FEMENE!
FOREST

Anonimo ha detto...

Grande Forest condivido pienamente il tuo commento. Se uno non sta bene fisicamente deve lasciare il posto a qulacun altro e starsene a casa in poltrona o se si vuol gareggiare non si indossa la maglia della nazionale. Ci sono tanti amatori che avrebbero fatto meglio (perlomeno sarebbero arrivati).....

Albe che corre ha detto...

Non so quante persone quando si trovano al via di una maratona hanno la certezza di finirla ..figuriamoci una 100km!
Come si fà a stabilire a priori se uno è in grado o meno di portarla a termine!
Penso che sia una questione di carattere, Andrea c'ha provato. Rischiando? forse, ma solo lui lo può dire!
Penso che la scelta fatta, a suo rischio e pericolo, vada rispettata perchè la convocazione non gliel'ha regalata nessuno, se le guadagnata a suon di km!

Filippo ha detto...

Andrea ora ti getto un pò di fango addosso e poi vado a dirne quattro pure a Gebre che si è ritirato al 25° a New York! Insomma ma non esistono maratoneti alla mia altezza? ;-)

Anonimo ha detto...

Iniziato il processo alla Caduta degli Dei ? Facile parlare...come sempre...lo sport nazionale...qui, a parole, tutti campioni...facile così..

Grande stima e ammirazione per un
AMATORE che a 40 dopo aver LAVORATO tutto il giorno, si infila le scarpe, caldo, freddo, pioggia, neve e via a macinare per PURA PASSIONE kilometri e kilometri...e poi i risultati siano quello che siano.

Grazie Andrea per le sensazioni che comunque nel bene e nel male ci hai saputo regalare e per quelle che ancora ci regalerai.

" Se puoi incontrare il Trionfo e la Rovina e trattare questi due impostori allo stesso modo.....
Tua è la Terra" (Rudyard Kipling)

Bassa

Anonimo ha detto...

facile esaltare "l'eroe" quando le cose vanno bene.
lasciamo stare discorsi di uno che lavora tutto il giorno e poi va ad allenarsi.
lo facciamo tutti noi amatori ogni santo giorno.
se uno non era pronto perche'rotto doveva restare a casa e la maglia la indossava un altro(e c'erano quelli che stavano meglio!)
forest

Marco ha detto...

Io ho sbagliato tutto durante la preparazione! Mi sono allenato troppo (maratona del Garda, lungo di 60km, maratona di Venezia in 14 giorni) e, per l'eccessivo carico di lavoro, mi sono fatto male tredici giorni prima del Mondiale.
Ho provato a curarmi ma, partire per un mondiale di 100km con una contrattura al gluteo ed una infiammazione al tendine degli ischiocrurali, non è una scelta corretta e dovevo rinunciare.
Speravo (ingenuamente) che, durante la gara, il dolore sparisse ma purtroppo non è stato così e si è invece accentuato provocandomi anche un irrigidimento muscolare a tutto il corpo non permettendomi di continuare la gara.
Colpa mia, spero solo di aver imparato la lezione! Mi permetto solo di dire che, la formazione che ha corso domenica, era la più forte che si poteva schierare e la stessa (Calcaterra escluso ma con l'inserimento di Marco D'Innocenti, 06h47' al Passatore...) che l'anno scorso ha vinto l'argento mondiale e l'oro europeo.

Anonimo ha detto...

" A Gibilterra correrò con la mente sgombra da responsabilità dato che sicuramente non sarò nel sestetto titolare che concorrerà anche per i titoli mondiali ed europei a squadre oltre che per quelli individuali."

così c'è scritto nel post e se vero dov'è che è stato "rubato" il posto ad altri ?

Bassa

Diego ha detto...

Ciao Bassa !

Lasciali parlare i rosiconi....:-))))...

Anonimo ha detto...

Io di solito non post nel blog ma il tuo blog mi ha costretto a, fantastico lavoro .. bella ...

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails