martedì 9 novembre 2010

Gibilterra, un disastro annunciato, vado a lavorare

Gibilterra 7 Novembre 2010, la mia gara è terminata miseramente neanche 3 ore dopo la partenza e dopo soli 38 km, nemmeno una maratona. E' andata ancora peggio di quello che mi aspettavo e col senno di poi do ragione a tutti coloro che mi hanno criticato nel post precedente. E' stato brutto e deludente non riuscire ad arrivare almeno a metà gara, tanto più correndo a ritmi blandi. Non sto qui ad elencare i problemi che mi hanno assillato perchè non mi piacciono le scuse e non voglio aggrapparmici. Ci ho provato, è andata male, non c'era niente da fare colpa mia e basta. Forse hanno ragione quelli che mi hanno detto che era meglio se stavo a casa, avrei fatto sicuramente una figura migliore lasciando il posto a qualcun'altro più in forma o più prestazionale, sempre se c'era (correre in 8 ore al mondiale non serve a niente). In ogni caso una cosa vorrei dirla, non per discolparmi, ma per mettere un pò di chiarezza su un paio di aspetti. Punto 1, per quanto mi riguarda, la convocazione al mondiale me la sono meritata alla luce della gara disputata al Passatore (settimo assoluto e quarto italiano), forse siamo tutti daccordo, e se c'erano nove maglie disponibili, una era mia di diritto. Punto 2, dopo il mio infortunio ai primi di Ottobre avevo parlato con i responsabili della squadra dicendo che se c'era qualcuno con cui sostituirmi avrei ceduto più che volentieri il posto e sarei andato a Gibilterra magari come aiutante (a mie spese) come fu l'anno scorso a Torhout (sottolineo sempre a mie spese). Mi è stato risposto che ormai la lista degli atleti era già stata comunicata alla IAU e non erano più possibili sostituzioni, percui dato che non rubavo niente a nessuno ho pensato che sarebbe stato un mio diritto provarci e male che andasse sarei rimasto vicino ai miei compagni con i quali sono molto legato. Riguardo le critiche agli altri ragazzi, io ci andrei un pò cauto. Boffo, quarto assoluto con 6h45' al mondiale dello scorso anno, ha avuto problemi muscolari al 55 km quando si trovava nelle prime posizioni. Caroni e D'Innocenti autori di una gara in rimonta sino al momento del ritiro rispettivamente al 70° e al 85° km non si sono certo risparmiati e sino a quel momento erano in prospettiva di un tempo finale ben al di sotto delle 7 ore. Nessuno può permettersi di biasimarli. Per fortuna almeno le donne si sono fatte valere con la prestazione eccezionale di Monica Carlin (7h30') seconda assoluta mondiale ed europea, che insieme alle altre Azzurre ha conquistato anche 2 argenti a squadre mondiali ed europei, se v'interessa trovate tutti i dettagli nel sito della Iuta. Ciao a tutti, ora devo andare a lavorare per guadagnarmi da vivere come è sempre stato, penso lo faranno anche Marco Boffo e gli altri miei sventurati amici... Lasciamo il posto agli Assoluti (professionisti) che dall'anno prossimo correrano per beneficenza e per la gloria dell'Italia l'11 Settembre a Winschoten in Olanda. Speriamo gli vada meglio che a Barcellona. Io per il momento con le 100 km ho chiuso! A presto

43 commenti:

MauroB2R ha detto...

E' andata male, basta. Ci può stare, solo chi non ci prova può star tranquillo di non fallire...poi "fallire"...mi sembra una parola grossa.

Basta con le 100k, per ora....

Su col morale Andrea!!

insane ha detto...

Forza Andrea,con quèlle premesse era dura,se non poterti sostituire voleva dire perdere un posto è quindi giusto averci almeno provato..
Ti rifarai,quèlli forti si rifanno sempre..

Anonimo ha detto...

non capisco tutte ste tragedie e accuse, manco fossero in palio i miliardi.
ti hanno convocato e hai fatto bene ad andare. le cose non sono andate come nelle speranze, succede spesso.
non esistono "colpe" ma solo "motivi" determinati da situazioni oggettive.
luciano er califfo.

andrea ha detto...

Sono d'accordo con il califfo tranne che sul fatto che non siano in palio i miliardi. Se continuiamo anche qui a misurare il valore delle discipline sportive solo dai soldi che producono stiamo messi male. Già questa disciplina e tante altre similari faticano ad affermarsi per mancanza di fondi, ingaggi e sponsor. Non è questo il punto. Anche perchè dove girano tanti soldi (calcio e F.1) non sembra neanche più uno sport. Fa male comunque un tonfo simile generalizzato, quali che ne siano le ragioni. Forse ci si era abituati un pò troppo bene. Un brusco ritorno alla realtà? Ma quello che non si sopporta è che nessun responsabile tecnico sta dicendo niente (tranne che per le donne)mentre in caso di vittoria...

web runner ha detto...

Era giusto provarci.
Ora ricarica, tante altre battaglie ti aspettano.

franchino ha detto...

beh è sempre facile criticare, c'è gente che lo fa anche quando fai bene sai? Lasciamoli nel loro brodo di irrepressa invidia, tu ci hai messo la faccia, le gambe e il cuore: io ti ammiro sempre, anche se ti fossi ritirato al decimo!
Ti sono vicino Andrea, un abbraccio!

Guzzo ha detto...

Andrea penso che comunque hai fatto una grande cosa, cioè CI HAI PROVATO!
Poteva andare alla grande, bene, male, malissimo, ma era la stessa cosa anche se stavi bene...
Forza ora ricaricati divertendoti e l'anno prossimo vai con la rivincita!
Ciaoo
Guzzo

ps ci si vede alla 6 comuni?

Anonimo ha detto...

complimenti Andrea per averci almeno provato.... sono sicura che passato questo momentaccio troverai obiettivi ambiziosi e stimolanti dove far vedere la tua grinta con successo... E noi saremo li a seguirti estasiati e un pò invidiosi come sempre ciao Renata

CHICO68 ha detto...

È stato un finale di stagione sfortunato, le hai provate tutte ed è andata male, hai fatto tutto quello che potevi, quindi non hai niente da rimproverarti.
Ricarica le batterie per il 2011.

theyogi ha detto...

hai fatto quello che ritenevi giusto, non hai proprio nulla da rimproverarti....

Filippo ha detto...

Penso che chi è abituato a convivere tra fatica,sacrificio, passione per questo sport, e una vita "normale" con un lavoro da svolgere, sia un ottimo giudice di se stesso. Leggo una lucida analisi di ciò che è stato, e mi dispiace per quello che sarebbe potuto essere, ti è mancato quel pizzico di fortuna che ti avrebbe permesso di presentarti al massimo delle tue possibilità, ma sappiamo tutti che non sempre si raccoglie tutto il seminato! Ed ora Relax!

Nerry ha detto...

Complimenti comunque!!!!
Già tempo fa le ultime volte che ci siamo incontrati e in particolare a Lake Garda Marathon si era visto che soffrivi.... che sarebbe stato difficilissimo... te stesso l'avevi già detto e chi ti conosce sa che non erano scuse... sii orgoglioso di averci provato comunque... hai giocato te stesso e la tua faccia... non devi nessuna giustificazione a nessuno!!!
Ora riposa curati e guarisci... poi ci rivedremo a consumare suole alle scarpe lungo quelle strade nostre amiche... e sarai sempre un grande!!! Ciaociao

Anonimo ha detto...

Limpido come acqua di fonte!! Hai fatto quello che dovevi fare. Ora recupera e poi goditi na bella maratona.
Gigio

Tosto ha detto...

come mai tutte ste pare? ma che te ne frega di tutte ste voci. Ha ragione il Califfo, hai fatto quello che dovevi fare e adesso va a lavorare che è meglio :) eh eh he

PS. Le delusioni sono sempre un opportunita per crescere più delle vittorie!

Roberto ha detto...

ciao! un po mi dispiace sentirti parlare così e vedere che ti dai la croce addosso da solo... la delusione credo che per te sia tanta, ma non dovevi andare la a dimostrare niente a nessuno, non dovedi essere il salvatore della patria e nessuno si aspettatva che tu vincessi da solo tutte le categorie in palio... quest'anno l'intera spedizione maschile non ha brillato ma chi conosce lo sport sa che le cose a volte vanno bene e a volte male. sul fatto che avresti dovuto restartene a casa (per lasciare il posto a chi???) mi sono già espresso commentando il post di qualche settimana fa.
adesso riposati, curati per bene, e cerca di reagire... che non voglio mai più leggere un post così triste e autopunitivo come quello che hai scritto ;-)

Diego ha detto...

Rigo forever !....tutto il resto è noia !!!

giovanni56 ha detto...

Ti ammiro per quello che sei, non solo per quello che fai. Il mio applauso non ti mancherà mai.
Giovanni.

stoppre ha detto...

almeno non sei bombato, questo è chiaro !! bevici su e riprenditi fisicamente e psicologicamente.
se poi ne avrai voglia, ritorna ad allenarti con lo spirito e la volontà dell'inizio ( sempre che ci sia ancora una motivazione ).
secondo me, correre le 100 o le ultra ti logora nel fisico, questo è inevitabile, solitamente chi smetta di correrle, spesso smette anche di correre, ne conosco almeno 3 ( tutti ex nazionali e 1 vice campione italiano ). questo non deve accadere, se accadesse allora devi almeno dimentare un sommeiller della bbbirra.

RUN LIKE THE WIND ha detto...

Andrea è andata male ma penso che era giusto che tu provassi, ci hai messo la faccia e fa parte del gioco. Ti rifarai alla grande, ti seguo sempre con ammirazione (se non altro xkè siamo coetanei), sei un grande anche nella sconfitta (no fallimento).
Maurizio

RUN LIKE THE WIND ha detto...

Andrea è andata male ma penso che era giusto che tu provassi, ci hai messo la faccia e fa parte del gioco. Ti rifarai alla grande, ti seguo sempre con ammirazione (se non altro xkè siamo coetanei), sei un grande anche nella sconfitta (no fallimento).
Maurizio

GIAN CARLO ha detto...

Zio, puoi stare a testa alta senza aver il minimo rimpianto... è andta male amen.
Mai dire mai sulle 100km.
Se un uomo che corre i 10000 in 33 minuti come sanno fare tanti(non certo io) e corre la mezza in 1h e 15 come sanno fare quasi tanti... etc etc riesce a correre la 100km sotto a 7 ore come non sa fare quasi nessuno... potrà pure succedere che un domani tenti una prova d'appello.
Al posto tuo farei un bel salto a Pisa a prenderti il nostro abbraccio.

Alvin ha detto...

Qualcuno disse "Se non hai mai tentato non hai mai vissuto"
Si sapeva che non stavi bene, hai fatto bene ad andare e a tentare, fanculo a chi ti vuole male o a chi parla per dar aria alla bocca, la convocazione te la sei guadagnata coi tempi e non hai rubato niente a nessuno!!!!

E poi in soggiorno una medaglia da compione del mondo 100km ce l'hai già... in quanti possono raccontarla una medaglia così?

Anonimo ha detto...

E menomale non sei arrivato a metà gara!!! immagina lo sforzo del fisico non al 100% in questo momento!
Va bene così senza rimproverarti nulla.
Ora stop x un po'...e lavora!!!:-)

ciao
Sabry

Anonimo ha detto...

E menomale non sei arrivato a metà gara!!! immagina lo sforzo del fisico non al 100% in questo momento!
Va bene così senza rimproverarti nulla.
Ora stop x un po'...e lavora!!!:-)

ciao
Sabry

Anonimo ha detto...

Intanto una lezione a tutti!!!
Di quali miliardi parlate? Di Euro?
Casomai sono milioni di Euro!!!
Ancora con queste lire? Sono passati 10 anni!!!!
Per quanto riguarda il Rigo che dire?
E' stato da pazzi partecipare!!1 Così come è stato da pazzi concludere la maratona del garda e fare il lungo di 60 km con il dolore!!!
Adesso c'è solo da sperare che non debba subire un lungo stop magari perdendo la volgia di correre!!!
Auguri. Dodo.

Simone Grassi ha detto...

Ciao Andrea,
purtroppo era prevedibile il risultato, anche se come sempre non si sa mai al 100%.
Purtroppo non potevi cedere il posto ad un altro, e poi sei un generoso. Io so per certo che non sarei nemmeno partito.
Hai fatto quello che pensavi giusto per onorare quella maglia che certamente ti merivati.
Piu che contattare i dirigenti per far sapere chiaramente la tua situazione che dovevi fare?

Stai tranquillo e recupera fisicamente.
Ti tornerà presto voglia di correre, se hai fatto degli errori, come a tutti capita, sono stati di generosità,
rischiando semplicemente sulla tua pelle un infortunio.
E poi è quella generosità che a volte ti ha fatto fare prestazioni oltre anche le aspettative. A volte da, a volte toglie!!! Io penso che al momento le soddisfazioni superino le delusioni, e di parecchio, quindi ...

un saluto al sempre Grande Rigo
Simone.

Anonimo ha detto...

Beh ? neanche un detrattore ? spariti tutti ? mah..........

Vai Zio Rigo....a testa alta
Sempre.

p.s. dai retta all'amico sopra...vieni a Pisa che cosi ti rivedo volentieri.

Bassa

Stefy ha detto...

Ciao Andrea, è andata male, le prospettive non erano buone da un paio di settimane, hai provato, non potendo esserci un sostituto: va bene così!
Ora recupera fisicamente e moralmente, la voglia di correre tornerà. Ci vediamo alla mezza dei 6 Comuni. Stefy

lello ha detto...

TRANQUIILO ANDREA NON E' UN FALLIMENTO .... E' UN MOMENTO COSI E PASSERA' ... LA GENTE PARLA INUTILMENTE , VOGLIO VEDERE QUANTI RIESCONO ACORRERE 100 KM E SOPRATUTTO COI TUOI TEMPI ..... GO RIGO

by7 ha detto...

Andrea, non abbatterti.
Ci saranno occasioni per rifarti quando sarai a posto fisicamente.

Io ero del partito "Non andare" perche' correndo da infortunati e' facile non sentire il dolore e poi devastare il fisico e peggiorare l'infortunio.
Spero che correre 40km non ti abbia fatto troppo male e che ti possa riprendere

Anonimo ha detto...

Andrea, forsa e coraio che a f... ga el taio.

Ti riposate e meti in moto el MUTO.

Mi

er Moro ha detto...

Quoto tutti, hai osato.. hai fatto bene, hai provato! ;)

grinta ha detto...

nella tuo essere normalmente umano, riveli l'essenza di tutti noi runners....
questa è la qualità n1, il resto....in coda

giovanni56 ha detto...

a freddo ... osservazione personale.
Noto che sono "andati male" quelli che al Passatore invece erano "andati bene". Siccome dicono che non si riesce a correre al top più di 2 maratone all'anno, non è che in proporzione si riesce a correre bene "solo" una 100km in un anno?

Andreadicorsa ha detto...

Ringrazio tutti per i commenti, questa volta non vi rispondo uno a uno, vi dico semplicemente grazie. Lo faccio in particolar modo dando un grande abbraccio a Simone!

Voglio rispondere solo a Giovanni che mi ha fatto una domanda ben precisa. Giovanni forse hai ragione già è difficile correrne una pensa farne 2 o 3 in un anno, pensa ai mesi di preparazione che occorrono e poi anche se uno ce la facesse alla fine è quasi inevitabile che si spacca tanti sono i km che si devono macinare x raggiungere l'autonomia. Non credo ne valga la pena a 41 anni suonati quindi ho deciso che di 100 io non ne correrò più almeno per i prossimi 2-3 anni e se mai lo dovessi rifare mi cimenterei in maniera molto più soft. Ora mi dedichero esclusivamente alle maratone che come ho già detto più volte sono le gare che mi appassionano e mi intrigano di più

nino ha detto...

non vedo che cosa avresti da giustificare. è andata male. peccato. il posto te lo eri comunque meritato e se non si potevano fare sostituzioni tu che cosa ci potevi fare ?

Anonimo ha detto...

sono pienamente in accordo con te sul tuo ultimo commento,divertiti con le maratone che anche preparandole bene costano molto meno sacrificio che non una 100,per il resto sei stato comunque un grande in quanto personalmente con i problemi che hai avuto io non sarei neanche partito,mi dispiace per Boffo ero pronto a scommettere che sarebbe come minimo salito sul podio,non so che gli sia successo,visto che lui le 100 le prepara in modo meticoloso e professionale,ma mi dispiace veramente,mentre sono felice per Monica per un'altra medaglia e un bel tempo,però il prossimo anno la vogliamo d'oro 'sta medaglia DDDD,comunque un plauso a tutti ci avete messo la faccia,tanta fatiche e siete stati sfortunati,speriamo nell'anno prossimo GRANDISSIMI/E!!!!!!Marco Favorito.

luke ha detto...

Quanti elogi sperticati, ma de che? ma in che mondo vivete? Era meglio quello che cercava denigratori così lo accontento subito: Questa nazionale ha fatto un tonfo che non si era mai visto prima. Da grandissime pippe.

franchino ha detto...

Sarà anche stato un tonfo, ma chi fa le cento in nazionale è tutto meno che grandissime pippe.

Anonimo ha detto...

Luke, va ti in nasionae che cusi vedemo el campion all' opera.

Mi

Filippo Lo Piccolo ha detto...

No Andrea, non si ragiona così, chiudendosi la porta in faccia...
C'è tanta gente che parla senza sapere quello che dice o peggio ancora su proprie supposizioni personali e senza conoscere l'atleta (o meglio ancora) la persona...

Se senti che la 100 Km per ora non sia più la tua disciplina inizia il tuo nuovo percorso ma con le giuste motivazioni, ma non per le critiche ricevute da esterni ai lavori sulla vostra spedizione a Gibilterra!
Avrei voluto vedere quegli ipotetici "altri" cosa avrebbero fatto nei mesi di durissimo allenamento e poi in gara se fossero stati convocati al tuo posto!
E ricordiamo che non erano certo superiori a te!

Io nel mio caso tiro dritto e vado avanti!
Hai letto il mio nome sul sito Fidal.it come almeno primo italiano alla Maratona di New York?
No...
E sai quanto mi sfiora questo? ;-)

Anche io sono tornato a lavorare, e subito a regime!
(e non sai nemmeno con quante cose "manuali e pesanti" ho dovuto fare nel periodo di preparazione di questa maratona...)

Un abbraccio, ricordati, guarda dritto solo i tuoi obiettivi!

Simone ha detto...

Andrea,
grazie fratellone, ho letto solo ora il tuo commento,

ripasso fra qualche giorno, ho voglia di leggere del Rigo che corre e che si gode la sana fatica del podismo, piano o forte, preparando una tapasciata o una maratona o la corsa dei sacchi, poco importa!!!

a presto,
Simone.

Fabiano Bonomini ha detto...

Non sempre le competizioni vanno bene, bisogna anche sapere accettare i momenti difficili

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails