domenica 25 aprile 2010

50 km di Romagna: cronaca di una debacle!

Sono appena tornato da Castel Bolognese e voglio scrivere due righe al volo visto che molti mi hanno chiesto com'è andata oggi alla 50 km di Romagna. Per me è andata male, molto male. Penso che quella di oggi sia stata la gara più dura e difficile da quando ho iniziato a correre nel 2005. Eppure di dure battaglie ne ho combattute diverse, compreso un Passatore che non è mica uno scherzo, però mai avevo avuto problemi fisici tipo quelli odierni. Per arrivare al traguardo ho sofferto come un cane e camminato come mai mi era successo prima. Forse sarebbe stato più sensato fermarsi, ma per un motivo o per l'altro alla fine sono arrivato in fondo spinto soprattutto da Luca che mi ha assistito e incitato alla grande per tutto il calvario, continuando a dirmi di resistere e di crederci. Per farla breve racconto velocissimamente come si è svolta la gara. Prima di partire mi ero memorizzato alcuni passaggi che avevo registrato nel 2008 quando feci 3h14' arrivando sesto. Devo dire che alla partenza mi sentivo molto bene, dopo due settimane di scarico pensavo di aver ben assorbito la 63,3 km di Connemara. Forse mi sbagliavo. Pronti via mi sono accodato al gruppo di Bernabei, Caroni e altri 2-3 ragazzi. Il primo tratto fino a Riolo Terme al 15° km era in leggerissima salita ma si andava sui 3'40"/km. Il passaggio al 10° km in 36'57" è stato di soli 18" più lento rispetto a 2 anni fa. Al 15 km il percorso cominciava a diventare nervoso con molte rampe che spezzavano il ritmo. Ho deciso di mollare il gruppetto e di continare da solo col bravo Luca che a mio piacimento mi passava i rifornimenti. Ho gestito lo sforzo e tutto sommato stavo bene. Ho proseguito prudente sino a Casola Valsenio dove dopo il passaggio nel paese si imboccava la discesa preludio dei 5 km più duri della gara che salivano per circa 300 metri di dislivello fino a Monte Albano. A quel punto si era al 25 km e già cominciavo ad accusare una stanchezza generale, quindi sono salito in maniera piuttosto prudente e transitato in vetta al 30° km in 2h00'54", di soli 2 minuti più lento rispetto al 2008, mi ritenevo abbastanza soddisfatto anche se la mia ambizione è quella di migliorarmi sempre. Da li iniziava una discesa di 5 km e con lei sono iniziati anche i problemi. Di solito in discesa vado forte e recupero, invece scendevo piuttosto contratto cominciando a sentire dolori in tutto il corpo, dalle gambe fino alle spalle e all'addome, i piedi sbattevano forte per terra e mi sentivo svuotato. Eppure avevo assunto regolarmente i gel energetici e avevo bevuto molto spesso. Percepivo un effetto strano e le gambe non andavano più avanti, in pratica ero semi-paralizzato. Finita la discesa al 35 km con ancora 15 km lunghissimi a dividermi dall'arrivo la luce si è spenta definitivamente e sono stato costretto ad alzare bandiera bianca, ho diminuito drasticamente il ritmo e ho iniziato una lunga via crucis fatta di tratti di cammino alternati a leggere corsette, durata la bellezza di 1h30, tanto ci ho messo a passare sotto lo striscione dell'arrivo chiudento sfinito in 3h47 circa... Non riuscivo a correre per più di 200 metri a 6-7 al km e avevo un grande desiderio di ritirarmi ma anche volendolo sarebbe stato complicato dato che non avevo nessuno che mi riportasse al traguardo e l'auto scopa sarebbe passata dopo chissà quante ore... Le cause di questa debacle penso siano facili da intuire e probabilmente come mi ha detto anche Marco Boffo (ottimo quarto in 3h03') non sono ancora riuscito a recuperare completamente dalla fatica di due settimane fa in Irlanda. Come dice "U-Professò" non sono un Highlander e quindi devo recuperare con ancora più calma di quella che avevo preventivato. Con questo chiudo lapidariamente il discorso, lascio a Voi i commenti e consigli che mai come in questa occasione saranno più graditi! Prima però voglio ricordare l'ottima prestazione del Fulmineo Franco Manzardo che dopo un lungo infortunio è tornato furioso e si è distinto con un grande 3h32', poi da ricordare il fratello Diego che ha chiuso fresco in 3h34' il suo lungo di 50 km.... Tutti due saranno protagonisti al Passatore, ne sono sicuro! In ogni caso e nonostante tutto è stato un magnifico weekend passato insieme a Diego e alle sue fantastiche figlie ed a sua moglie! Con loro mi diverto sempre un sacco ogni volta che ci vediamo. Infine un grazie particolare all'amico Luca che si è prodigato per me per tutti i 50 km e un saluto alla simpaticissima Ornella! Luca la prossima volta ti voglio sulle gambe è troppo facile andare in bici:-)

32 commenti:

Paolo "Cibulo" ha detto...

Andrea, hai dato tutto, niente da rimproverarti. Non mollare, rimani un grande per noi ;=)
Mi fa piacere sapere di Diego.
ciao!

Diego ha detto...

Ciao zio !!!
È sempre un piacere quando ci incontriamo....sei unico !!!

Al passatore farai un garone !....speriamo che non ci sia M....ci siamo capiti....ah ah ah....

P.s. grazie per avermi tirato giù 5 minuti sul tempo finale !....ah ah ah.....

Ciao a presto !

Demis ha detto...

Avendo i 63 km irlandesi ancora nelle gambe una giornata storta poteva capitare. In vista del Passatore a questo punto l' importante e non farsi minare i pensieri, vietato abbattersi o demoralizzarsi e lavorare tanto di testa: crederci e tenere alta la convinzione perchè leggendo quello che scrivi, i mezzi per fare una grande 100 km ci sono tutti.

Anonimo ha detto...

Fratellone, ci sta...capita. L'importante , è so che lo farai, è risorgere dalle ceneri, una giornata storta ci può stare , e da li ripartire più forte di prima.

Non consola te ma non hai idea come consola me.
Quello che hai scritto , sembrava che l'avessi scritto io oggi a Padova...mai sofferto cosi tanto come oggi, mai camminato cosi tanto come oggi....ma ci sta.

Avanti con la prossima.

Bassa

Pimpe ha detto...

dai Andre, hai detto bene non sei un Highlander anche se ti avvicini molto... a freddo analizzerai bene il tutto.. non e' un problema ! e solo un giorno cosi'!

Simone ha detto...

Vedo che gia da come hai commentato la gara hai assimilato la piccola delusione. Da amico quale ti considero, ovviamente mi dispiace so che ti piace sempre dare il massimo in gara. Ma ogni gara fa esperienza, e quando si fanno delle fatiche del genere forse si impara piú che da una giornata dove tutto é perfetto!!!

Direi niente di grave, sicuramente meglio sia arrivato questo piccolo campanello di allarme oggi, ti calibrerai meglio per il passatore!

Peccato non esserci potuto essere, dalla nostra uscita comune in Irlanda, sono rientrato in casa a Monaco meno di due ore fa :)

recupera bene, che in queste ultime settimane facciamo una bella rifinitura e poi ci troveremo tutti in piazza a Firenze per una gran giornata di sport!!!

Simone.

stoppre ha detto...

mmmh, con diego sembra ci sia anche del tenero.. :-))
come ho già detto a diego c'è la teoria dell'ipoglicemia reattiva se si assumono troppi zuccheri, ne hai presi molti ??

Anonimo ha detto...

Oggi sei stato un grande a non ritirarti...50km sono davvero tanti!
Non posso darti dei consigli...spero solo di vederti soddisfatto e felice dopo il Passatore!
Recupera e riparti....ciao!

ps.Complimenti a Franco che è papà da poco e correrà pure il Passatore! bravo!

Sabry

franchino ha detto...

Difficile dare consigli a uno esperto come te. Fa parte del gioco, lo sai, a volte incappare in una giornata storta.
Dai che si gira pagina e si riparte!

Ma la canotta verde l'hai fatta in onore di Diego-Hulk?!

Frate_tack ha detto...

Che tristezza la foto del Rigo a testa bassa che cammina, da proprio il senso di quanto sei abbacchiato! Sei umano, finalmente l'abbiamo capito!! Vabbè anche i grandi cadono, ma chi li fa grandi è il modo in cui si rialzano!

Albe che corre ha detto...

oh ma in foto tu e Diego sembrate davvero fratelli!
..può essere una giornata no, può essere che non hai recuperato ecc. ecc. fai tesoro anche di queste situazioni ma non dimenticarti mai di cosa sei stato capace in passato! ..ti auguro un grande Passatore!

Matte79 ha detto...

Ora recupera e basta!!!! Vai, che il motorino è già in moto!!!!!

theyogi ha detto...

forse sei arrivato all'appuntamento un pò affaticato, o magari hai sofferto il primo caldo, esploso così improvviso da non avercene abituato.... in ogni caso hai fatto del tuo meglio, acquisendo altra esperienza per la prox occasione!

KayakRunner ha detto...

Forse il caldo, forse la stanchezza arretrata, forse entrambe.... devi mettere in conto la giornata no. Anch'io ieri ho sofferto moltissimo, ma fortunatamente stavo correndo una non competitiva!

Andreadicorsa ha detto...

@Paolo: si ho dato tutto e anche di più forse, come ho scritto nel post 35 km mi bastavano ieri, ma se mi ritiravo chi mi portava al traguardo? L'ho presa con filosofia e pian pianino ho portato a casa la pelle anche se non si trattava più di allenamento bensì di calvario. Riguardo Diego, lui è sempre un grande, in tutto:-)
@Diego: se al Passatore arrivo come ieri so già che fine farò. Ho già prenotato il posto in macchina con l'Ornella, poi faccio l'assistenza a te!!!
@Demis: un fatto è certo, non recupero e non vado più come 2 anni fa, questo devo mettermelo in testa e adeguarmi, altrimenti son cazzi! Ho la testa troppo dura x rassegnarmi ma i fatti sono questi, la realtà del cronometro non si può controvertire
@Bassa: mi dispiace x te e x gli altri amici a Padova, so cosa provate...., la stessa amarezza che provo io ora. mi consolo, siamo sulla stessa barca, meglio in compagnia che soli:-)
@ Pimpe: spero che tu abbia ragione, io cerco di ascoltare tutti, spero che sia stata veramente una giornata NO. Dopo Treviso ero molto contento, dopo Connemara un pò meno, dopo ieri non lo sono per niente. Mancano 5 settimane al Passatore, a quelle gare non mi piace andare x fare una gita. Spero di rimettermi in fretta. Mi sembra di essermi allenato tanto per niente e non ho neanche scuse da tirare in ballo. Intanto ti ringrazio per il sostegno che mi dai, credimi fa piacere.

by7 ha detto...

Adrea...

giornate che capitano e fanno parte del ciclo di allenamento...
pero' devi anche pensare che sei (e siamo...sic) sopra i 40 quindi il recupero ha bisogno di piu' tempo...
di sicuro hai nelle gambe i tempi di 2 anni fa, ma devi fare piu' attenzione al recupero...

Al Passatore farai una grande gara !

Andreadicorsa ha detto...

@Simone: vediamola dal lato positivo, bene o male anche ieri ho fatto un lungo di 50 km. la parola calibrare ci casca proprio a pennello, da qui al 29 maggio dovorò calibrare bene tutto x non naufragare sulla colla o anche prima.... ci vediamo presto, se vieni a sommacampagna mi fa immenso piacere. tu non avrai certo i miei problemi dato che corri più razionalmente di me!
@Stoppre: con Diego c'è sicuramente una bella e sincera amicizia. Riguardo la tua teoria, ti garantisco che ieri mi sono rifornito come al solito, un gel ogni 10-15 km e ho bevuto molto, insomma ho fatto tutto come le altre volte. Evidentemente mi sono sopravvalutato in tutti i sensi aprtendo troppo forte per il mio grado di allenamento attuale. Mi servirà di lezione per la prossima volta se vorrò arrivave vivo al traguardo.
@Sabry: te lo dico io era meglio montare sulla prima macchina e farsi accompagnare all'arrivo, ma io di macchine non ne ho viste molte. Va bè ormai è andata così.
Franco è stato bravissimo, ha una testa che neanche ti immagini, non molla mai. Al Passatore farà bene
@Franchino: a me basta il tuo sostegno!!!!!!! la canotta era evidentemente dedicata al mio caro amico!!!!
@Frate: sono umano si...Luca Muto te lo ha dimostrato se non te n'eri accorto prima:-)
@Albe: grazie x il continuo sostegno!!!!! in effetti può essere tutto. ho visto che ieri la giornata nera l'hanno avuta in tanti. io a mente fredda sono più per la teoria del suicidio: probabilmente non avendo ancora ben recuperato da connemara, non avevo benzina per tirare così forte per 50 km, ho tenuto per 35 e poi ciaooooo
@Matteo: il motorino lascialo a casa... vieni a piedi con me eh eh ehhhhhhh
@Yogi: io non ho patito il caldo, sinceramente si stava bene, probabilmente come già detto ero ancora affaticato dalle ultime corse, un avvertimento l'avevo già avuto alla 10.000 di domenica scorsa ma pensavo che un'altra settimana di scarico fosse sufficiente. invece mi sono reso conto sulla mia pelle che 50 km sono tanti!
@Kayak: a quanto pare dura per tutti ieri!!!! ci consoliamo a vicenda dai!!!

Andreadicorsa ha detto...

@By7: che buono che sei con me, ti giuro quasi mi sono commosso a leggere le tue righe e ti giuro che non sto scherzando! grazie 1000! ti auguro le migliori soffisfazioni in tutto!

by7 ha detto...

Andrea... non volevo certo prenderti per il C...

sai che siamo della stessa eta' e dello stesso livello podistico... io ho notato che da un anno non riesco piu' a recuperare come prima. Se non dormo bene e non me la prendo comoda dopo grossi sforzi non recupero piu'.
I cinesi mi consigliano di prendere ginseng...

sai di avere un grosso tifoso anche in Asia!

Simone ha detto...

Andrea: sulla razionalitá, diciamo che mi piace ragionarci sopra e fare valutazioni. Poi visto quanto c'é da sapere che non so, da li a beccarci, ne passa. Inoltre non si finisce mai di imparare. Poi sinceramente darei via un po della mia razionalitá per avere un pó della tua grinta e tenacia, e sappiamo quanto servono nel nostro sport e quanto serviranno al Passatore.
Secondo me hai le settimane sufficienti per assimilare gli allenamenti ed i lunghissimi degli ultimi 2 mesi (60km, 63km, il 10k tirato, i 50 ieri piu la serie di mezze e maratone precedenti).
Come dice by7 secondo me puoi fare i tempi di 2 anni fa, ma il tempo passa ed ora il tuo contachilometri ha qualche giro in piu. Noi podisti "ritardatari" che abbiamo iniziato dopo i 30 dobbiamo ricordarci che nei primi anni eravamo sani e poco consumati, ma dopo 4-5-6-7 anni di km, le cose cambiano, soprattutto avvicinandosi e passando i 40!!!
Ti faccio sapere per Sommacampagna, e comunque al passatore ci divertiremo e suderemo un sacco!!!

Andreadicorsa ha detto...

@By7: allora adesso vado a bermi un ginseng:-) dopo pranzo mi aiuterà un pò a farmi passare la voglia di pennichella!
@Simone: invece con te e Diego mi berrò sicuramente qualche birra quando saremo finalmente transitati sotto lo striscione dell'arrivo il 29 maggio a faenza

Tosto ha detto...

Andrea, forse anche i primi caldi hanno giocato a tuo sfavore, pazienza andrà meglio la prossima volta.

Ci vediamo in settimana così ci racconti.

ciao

Andreadicorsa ha detto...

@Tosto: mi dispace ma non mi piace la scusa del caldo, hai mai notato che di solito io non mi appello mai ad alcun genere di scuse? le responsabilità dei fallimenti me le prendo sempre tutte io e alla mia incapacità (a volte) di gestire bene le gare e gli sforzi. Anche con il caldo se uno è bravo sa gestire al meglio la situazione, vedi il vincitore di Padova in 2h10', ti sembra che sia andato piano, eppure tutti quelli che sono andati male si sono aggrappati alla scusa del caldo. A me non piace fare così.
E poi a dirti la verità io ieri stavo bene, ho avuto un pò di caldo solo negli ultimi 15 km dove in pratica ho quasi sempre camminato.

luca ha detto...

Per il Passatore prendi nota:
1-niente riso alla mattina;
2-niente scarpe sotto i 300gr;
3-la maratona del Custoza devi correrla con margine altrimenti non recuperi;
4-non sei stato l'unico a crollare (vedasi Caroni);
5-togliti dalla mente la possibilità di ritirarti (la macchina targata VI non ti raccoglierà!);
6-forse ti ho portato sfiga? o forse la sfiga è della canotta verde?

Andreadicorsa ha detto...

@Luca:
1: l'esperimento del riso è stato una cazzata, mangiamo la pasta come al solito
2: userò le Saucony Jazz13 adesso ne ho la certezza matematica, ieri ho imparato definitivamente la lezione, le tangent le lasciamo a quelli più forti come Calcaterra
3: ho già parlato con Boffo, correrò a 4/km quindi con buon mrgine e prima e dopo farò altri km, sarà l'ultimo lungo prima del Passatore
4: si ma lui aveva avuto problemi di influenza durante la settimana, io no
5: allora nel caso mi getto giù per il monte:-)
6: tu sei il mio porta fortuna, la canotta verde verrà con me al Passatore, verde speranza:-)

Nick.12 ha detto...

Veramente vedere Zio Rigo el vecio con la testa bassa è molto molto strano....
Ma io ho capitooooooo tuttoooo
La maglia della fulminea verdeeeee
I nemici del president Bress hanno fatto la maglia alla criptonite per demolire il Super Rigo hihihii
Riprenditi, la testa è tutto :-)
Ciao Nick

CHICO68 ha detto...

Caro Andrea, sono un'amico di Diego e vivo nel Canton Ticino, da un'esperienza negativa ne nasce subito una positiva, l'anno scorso dopo una debacle in una maratona in montagna, ho centrato 2 mesi dopo il mio PB in una maratona in pianura.

Auguri per il passatore.

Chico68

bressdicorsa ha detto...

te lo dico per l'ultima volta,o corri con la canotta ufficiale oppure son sempre ritiri,verde speranza??? giallo e' il colore col fulmine!ehehehhe

Marinesdicorsa ha detto...

Penso che tutti i problemi hanno una soluzione,un significato.....Per quanto si parla e si analizza,ci sara' sempre un SE o un Ma di TROPPO.....

Come dici te "Tutto ci serve per esperienza".....

Ora un po' di scarico ci servira'...

:-):-):-)
Ciao capitano.....

Andreadicorsa ha detto...

@Nick: vuoi che sia colpa della maglia? se fosse per quello non avrei dubbi e userei sempre quella gialla!!!!!per riprendersi è facile basta non iscriversi più a gare così lunghe e massacranti!
@Chico: si, sono daccordo con te, non può sempre andare male, sicuramente domenica la colpa è stata solo mia, come vedi non mi aggrappo mai alle scuse, ho esagerato con il ritmo e sono esploso non consapevole di essere ancora in recupero da connemara. Le altre volte sono sempre riuscito a gestire bene il calo, stavolta invece mi sono sentito veramente svuotato e ti garantisco che a me x fermarmi devono spararmi... grazie per il sostegno morale, al passatore cercherò di far tesoro di questa esperienza negativa.
@Bress: mi hai quasi convinto, comunque giallo, rosso o verde, il fulmine nella mia canotta c'è sempre.
@Marines: i problemi uno a volte va anche a cercarseli coem probabilmente ho fatto io domenica. Da ieri sono ripartito, io non mollo mai un cm! in bocca al lupo x il tuo recupero e per una pronta rivincita

Rocha ha detto...

Quasi sempre una delusione sportiva (la chiamiamo sconfitta ?) serve più di una vittoria. Ti rifarai sicuramente una volta che avrai recuperato al 100% e comunque complimenti per la tenacia.

Andreadicorsa ha detto...

@Rocha: a dirti la verità a me dopo 2 giorni torna tutto come prima.... mi incazzo un pò ma in fondo poi riflettendo arrivo all conclusione che il motivo x cui corro è divertirsi, pertanto non ha senso prendersela più di tanto.
grazie x la visita

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails