mercoledì 22 febbraio 2012

Altro che gara...

Nell'ultimo post di giovedì caldeggiavo il ritorno alle gare nell'imminente mezza di Verona che avrebbe dato inizio alla nuova stagione. Questa volta ho parlato troppo presto ma chi poteva prevedere quello che poi è stato? La settimana scorsa a parte una fastidiosa fitta intermittente all'inguine destro tutto sembrava procedere regolarmente, dopo qualche chilometro di riscaldamento il dolore si rarefaceva e non creava più di tanto scompiglio per poi sparire quasi del tutto. Avevo ridotto l'intensità degli allenamenti ed ero curioso di testarmi in una mezza per vedere a che punto ero in vista dell'imminente Treviso marathon. Neanche un accenno dei cronici raffreddori che ogni anno in questo periodo mi assillano. Negli ultimi anni, considerata la mia quotidiana esposizione alle intemperie, per lavoro ma soprattutto per gli allenamenti che svolgo in ogni condizione atmosferica tutte le sere, ho sempre deciso di fare il vaccino anti-influenzale e devo dire che ha sempre svolto egregiamente la sua funzione dato che, a parte solo per un paio di giorni l'anno scorso, era da un bel pò di tempo che non mi ammalavo. Quest'anno ho pensato di non farlo anche per verificare se è veramente così protettivo come dicono. I risultati non hanno tardato a farsi vedere. Sabato mattina mi sentivo normale e avevo deciso di non correre per riposare al meglio per la mezza dell'indomani. Nel pomeriggio la situazione è cambiata ed ho iniziato a sentirmi strano, la febbre è salita rapidamente e da li a poco un potente raffreddore mi ha assalito. Sono stato preso da un costante mal di testa nella parte frontale e la febbre è passata da 36 a 38.5 nel giro di poche ore. Il dottore mi ha prescritto dei medicinali, tipo tachipirina e aerosol, e un pò di pazienza, è un'influenza rabbiosa che può durare anche 10 giorni. Oggi la situazione non è migliorata di molto, la febbre continua ad andare su e giù e la testa mi fa ancora male, il raffreddore non accenna a diminuire e gli effetti dell'aerosol tardano a farsi sentire. In pratica da qualche giorno sono completamente privo di olfatto e se voglio farmi passare il mal di testa devo usare analgesici. Ormai le mie speranze di correre a Treviso il 4 marzo sono ridotte al lumicino e se anche riuscirò ad andarci sarà solo per un (tribolato) allenamento. Non è che sia questione di vita o di morte parteciparvi a tutti i costi, l'ho già disputata almeno cinque volte e anche se salta per un anno non muore nessuno. Mi spiacerebbe molto di più se mi dovesse capitare di dover saltare quella di Madrid o di Chicago. In ogni caso ho già addocchiato un obiettivo di riserva che potrebbe essere posto a Ferrara il 25 marzo, ci penserò, intanto cercherò di guarire prima e meglio che potrò.... Per il momento good run Amici! Ci aggiorniamo.

18 commenti:

Enrico VIVIAN ha detto...

guarisci con calma e non avviarti da Vittorio Veneto se non ti senti completamente ristabilito, checché ne dicano medici e amici: è un processo molto personale!

nel 2008 sono stato raccolto col cucchiaino a Spresiano, dopo essermi fatto convincere a partire due settimane dopo l'influenza ... un incubo peggiore della pioggia dell'anno successivo!

KayakRunner ha detto...

I classici inconvenienti che rovinano giorni e giorni di preparazione... E' per questo che io cerco di non programmare mesi di allenamento su un unico obiettivo.
Buona guarigione!

Albe che corre ha detto...

Mi metto nei tuoi panni e capisco che il momento non è facile ..a me è passata in 3 giorni ..speriamo dai!

insane ha detto...

Di maratone ce ne sono in questo periodo,girano le palle ma avrai modo di optare su un'altra gara.. ;)

Andreadicorsa ha detto...

@Enrico: grazie dei consigli e di aver riportato la tua esperienza. Andrò a Treviso solo se mi sentirò completamente ristabilito.
@Kayac: ho una lista di maratone a cui sono già iscritto che sicuramente prima o poi una riesco a farla, se non sarà il 4 marzo, sarà il 25, altrimenti passiamo ad aprile o maggio....piuttosto in bocca al lupo a te per il tuo ginocchio
@Albe: beh dai sono cose da poco, rompe un pò ma poi ci si abitua....
@Insane: è pieno veramente di maratone, appena ci ristabiliamo si riparte con il prossimo obiettivo, ciaooo!

MauroB2R ha detto...

mi spiace andrea
quest'anno dicono che sia veramente bastarda come influenza...non sei il primo che viene bloccato per n giorni.
forza e coraggio. goditi caldo e divano!! al 4 marzo mancano ancora un pò di giorni!!

nino ha detto...

che sfiga.

Anonimo ha detto...

A me è successo di prendere una brutta influenza (10 giorni di stop)a due settimane dalla maratona di Parigi. La domenica precedente feci fatica a fare 15 km lenti. A Parigi ci andai lo stesso anche perchè avevo prenotato con moglie e figli. Avevo messo in preventivo anche la possibilità di ritirarmi dopo metà gara invece la conclusi calando molto negli ultimi 6-7 km. Potenzialmente valevo un 3h05' circa.La conclusi in 3h13' stando attento nel finale a non esagerare. Alla fine però rimasi molto contento perchè nei giorni in cui stavo male pensavo di dover rinunciare al viaggio.In bocca al lupo.
Davide

Anonimo ha detto...

inverno catastrofico! 3/4 del mio team colpiti da influenze, bronchiti, asme e addirittura una polmonite!
ma vaffffff...
luciano er califfo.

lello ha detto...

riprenditi andrea e a treviso ci devi essere ..

bressdicorsa ha detto...

capitano,casomai corro al posto tuo a treviso..ma mi tocca viaggiare ai 3e45??? nooooooo! buona guarigione

theyogi ha detto...

capitano, i vaccini fanno più male che bene, lasciali perdere.....

Andreadicorsa ha detto...

@Mauro: è proprio bastarda ma non lamentiamoci troppo c'è chi sta molto peggio e si lamenta meno. a Treviso in un modo o nell'altro ci sarò perchè ho voglia di correre
@Nino: beh dai alla fine in una settimana dovrei cavarmela...
@Davide: incoraggiante la tua testimonianza. anche a me roderebbe da morire se l'influenza rischiasse di compromettere una maratona già fissata da mesi in una città bellissima come parigi...per fortuna treviso è qui a 2 passi e anche se salta pazienza, in ogni caso ci andrò anche solo semplicemente per passare una domenica con i miei amici
@Califfo: siamo tutti nella stessa barca, ma tu sei tornato in patria oppure anche in brasile al caldo girano certe epidemie? stammi bene è sempre un piacere sentirti:-)
@lello: ci sarò ci sarò promesso
@bress: se mi fai la maratona a 3.45 mi faresti un gran piacere, basta che non me la fai in 3h45, ahahaha
@yogi: onestamente a me il vaccino non mi ha mai fatto niente di male...sono daccordo che meno minchiate si assumono meglio è, però ho avuto la dimostrazione che senza vaccino è più probabile beccarsi l'influenza.

Anonimo ha detto...

Mi dispiace Andrea!! la settimana scorsa me la son beccata pure io (grazie al bimbo che a scuola se l era a sua volta presa!!)..e due giorni li ho persi anche io! In bocca al lupo!!!! Lorenzo

Anonimo ha detto...

sto sempre in brasile ma parlavo delle epidemie italiane... qua c'è molti "avvelenamenti da piombo".
luciano er califfo.

Tosto ha detto...

la tacchipirina l'hai presa? e ti fai le borse di ghiaccio? se si allora guarirai :) piccoli imprevisti della nostra breve vita :) eh he he

PS. qui ci sta una toccatina

Andreadicorsa ha detto...

Lorenzo sono cose che in questa stagione capitano,forse domani dopo 7gg di stop riprendo a correre, bisogna darsi una mossa!
Califfo, stai bene tu laggiù al caldo, prima o poi ti raggiungo, a presto:)
Tosto, ma a cosa mi serve il ghiaccio? cmq dai, ormai mi sta passando (forse)...tocchiamoci pure ahahah

edoardo.gasparotto ha detto...

Vedo che altri qualificati amici runner's ti hanno consigliato sulla conduzione della convalescenza.
Treviso Marathon o meno, ti auguro soprattutto di risistemarti presto e bene...
Un caro saluto.
Edo.

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails