lunedì 13 settembre 2010

La crisi che non ti aspetti

La settimana è stata piuttosto proficua per gli allenamenti. Nei primi 6 giorni sono arrivato a 104 km, mi restava l'ultimo lungo di 36 km per chiudere a 140 km. Ce l'ho fatta? Leggete tutto il post e lo saprete....:-) Sabato serata tranquilla e a letto presto, ieri mattina giretto in moto a Isola Vicentina a vedere una gara motociclistica di 3 ore di enduro dove erano in corsa alcuni miei amici. Mamma che voglia di riprendere la moto....meglio lasciar perdere va e tornare a casa dove mi aspettava un ottimo arrosto con patatine al forno. Speciale, ma forse non il pranzo ideale per prepararsi ad un lungo di oltre 2 ore. Formula 1, un pò di calcio e alle 16.30 sono pronto per partire. Prendo un gel della Pro-Action e lo metto nella tasca dei pantaloncini, ho la sensazione che oggi mi servirà. La temperatura è calda sui 25-26 gradi e fuori c'è un bel sole, mi sento bene anche se con le gambe un pò stanche dagli allenamenti tirati degli ultimi giorni; dopo le ripetute di giovedì, sia venerdì che sabato ho corso 18 km sempre intorno ai 4' al km senza risparmiare troppe energie. Mi sono abituato a correre con le gambe pesanti, a volte lo faccio anche volutamente per allenarmi a tener duro nei momenti di sofferenza quando nelle gare lunghe ci si vorrebbe fermare. Per complicare ancor più le cose decido di fare il giro di Camisino, ovvero un collinare impegnativo che può lasciare il segno, sarà dura senz'acqua. Parto alle 16.45 e decido di non esagerare con l'andatura, dopo un paio di chilometri di riscaldamento sui 4'30" mi assesto sui 4'10"-15" e mi dirigo verso il Gelso, i primi 7 km sono piacevoli in leggera discesa, l'ottavo presenta la salita del Bodo che è abbastanza impegnativa seppur breve. E' sempre piacevole passare da queste parti, oggi c'è parecchia gente dato che è in scena la rievocazione storica del giuramento di Bodo. Sudo molto, fatico troppo e ho già sete....Incrocio la Paola che mi fa cenno di non vedermi in grandi condizioni, non ci faccio caso e proseguo verso Breganze in un piacevole falsopiano in leggera discesa, passo il ponte sull'Astico e al 13 km svolto a sinistra imboccando il lungo rettilineo, stavolta il leggera salita, che mi porta fino a Fara. In questi momenti non mi passa proprio più, tengo un ritmo regolare sui 4'15" ma la fatica e soprattutto la sete si fanno sentire sempre di più. Dopo 17 km arrivo a Zugliano e svolto a destra verso Lugo, Madonna che sete...so che la prima fontana la troverò al cimitero di Calvene tra circa 4 km. Devo resistere e da qui in poi inizia il duro poichè fino a Camisino è praticamente tutta salita, anche impegnativa, intervallata da brevi tratti di leggera discesa. I muscoli delle coscie e i polpacci mi fanno un pò male. Sento che sono un pò disidratato e che il pranzo non è stato sufficiente per darmi le energie a correre così tanto. In una maniera o nell'altra arrivo al cimitero, stoppo il Garmin, sono a 21 km in 1h29, la media di 4'14" non è eccezionale ma tutto sommato considerando che il percorso è impegnativo non è da buttare. Alla fontana bevo molto e ingoio il gel che precauzionalmente mi ero portato dietro, speriamo che mi dia qualche energia perchè mi sento veramente stanco. Riparto per affrontare i prossimi 4 km di salita che saranno quelli più duri della giornata. Non riesco a stare sotto i 4'45"/km, gambe legnose, spossatezza..... boh mi viene in mente che non sono d'acciaio e qualche volta dovrei riposarmi un pò di più e non prender mai sotto gamba i lunghissimi. Sarò anche abituato ma 30-35 km sono sempre tanti e non bisogna mai sottovalutarli. Molto presto inizia a venirmi di nuovo sete, tengo duro fino allo scollinamento di Camisino dove c'è un'altra fontana che per mia sfortuna è asciutta. Proseguo sconfortato ma per fortuna ora c'è un chilometro di bella discesa verso Caltrano che mi serve proprio per tirare il fiato. Dopo ce ne sarà un ultimo di salita impegnativa fino a Chiuppano e poi tutta discesa fino a casa. La prossima fontana è quella di Carrè al 28° km devo remare e tenere duro. Ci arrivo, sono completamente sudato da capo a piedi, mi fermo 2 minuti e bevo più che posso poi mi aspetta l'ultimo tirone verso casa, per fortuna che fino a Thiene è tutta discesa. E' quasi fatta, il problema è che negli ultimi chilometri, sebbene molto favorevoli, mi sento proprio in crisi, fatico molto e correre a 4'20" mi crea più fatica che andare a 3'30" quando sto bene. Ad un certo punto a 2-3 km da casa mi viene perfino la tentazione di camminare ma desisto e mi tolgo subito l'idea dalla mente, sono riuscito ad arrivare in fondo al Passatore senza mai fermarmi e mi fermo ora? Non esiste!!! Dunque proseguo e giungo finalmente a casa, sono 35 km esatti in 2h31' con 137 battiti di media, il cuore era apposto le gambe un pò meno.... Troppa fatica ma il lato positivo è che ho corso oltre 2h30' e mi servirà d'allenamento per la 6 ore che andrò ad affrontare sabato. L'obiettivo sarà quello di arrivare almeno a 60 km in 4 ore e qualcosa, poi vedremo se continuare o fermarsi. Se fosse stato ieri non ce l'avrei sicuramente fatta però la settimana è stata piena di allenamenti duri che hanno fruttato ben 139 km e sicuramente anche per questo ieri ho faticato più del previsto. In questi 4-5 giorni non farò certo lo scemo e baderò a recuperare, la lezione di ieri mi è servita. Un paio di massaggi e poca corsa mi aiuteranno per mettere a frutto i duri allenamenti fin qui svolti. Almeno spero! Buona settimana a tutti:-)

32 commenti:

Patty ha detto...

secondo me sei stato davvero "tosto" e concordo che il riposo e lo scarico gioveranno per sabato.....In bocca al lupo :-D

Andreadicorsa ha detto...

@Patty: di "Tosto" ce n'è solo uno eh ehhh:-) Diciamo che da qui a sabato cercherèò di stare attento. Grazie:-)

Giuseppe ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giuseppe ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giuseppe ha detto...

Dai sintomi che descrivi, si deduce una ipoglicemia.
Gambe legnose, e continua sete, sintomo che stavi attingendo grassi in mancanza di zuccheri (carboidrati).
Stai caricando alla grande, sabato farai una bellissima gara.
Ciao.

Andreadicorsa ha detto...

@Giuseppe: penso che hai ragione.
ho mangiato in modo errato, sono convinto che per correre senza problemi un lunghissimo si debba aver assunto una bella dose di carboidrati e considerato il caldo avere sempre appresso qualcosa da bere. Sarebbe tutta un'altra storia. Per sabato non avrò scuse, ad ogni giro di 2025 metri ci sarà un ristoro.
Buona settimana e complimenti x il tuo blog e i tuoi post che leggo sempre con interesse!

MauroB2R ha detto...

Capita anche ad ironman di essere stanco, tranquillo e vedrai che sabato spacchi..a proposito..a che ora è la gara? mi sembra che parta verso la una o sbaglio?

Andreadicorsa ha detto...

@Mauro: capita capita, meglio in allenamento che in gara....
la 6 ore individuale inizia alle 14 sul percorso di 2025 metri, la 6 ore a staffetta invece alle 13.40 sul percorso da 605 metri, meglio così almeno corriamo separati

albertozan ha detto...

per me si sei proprio d'acciaio ;-)

Andreadicorsa ha detto...

@Alberto:
mica tanto convinto..... oggi ho un pò male dappertutto, devo farmi un bel massaggio!

KayakRunner ha detto...

Ti consiglio in allenamento di portarti una banconota da 5 Euro. In certi casi, una sosta al primo bar per una bella birretta fresca ci sta benissimo (altro che fontanelle asciutte....)

stoppre ha detto...

altro valore, ma anche io ieri sono andato in crisi, però non riuscivo neanche ad andare a 5.45..

Andreadicorsa ha detto...

@Kayak: mai consiglio fu così azzeccato, ieri in certi momenti avrei voluto anche un cellulare per chiamare qualcuno che mi venisse a prendere, ero proprio stanco di correre, robe che capitano:-)

@Stoppre: diciamo che la crisi ti ha colpito più duramente di me. io ho avuto un momento abbastanza duro ma tutto sommato niente a che vedere con quella volta questa primavera dove fui costretto a mettermi a camminare. sono cose che capitano e che secondo me fanno bagaglio di esperienza

Alvin ha detto...

Hai fatto un pasto ipoglicidico, come hai detto, niente carboidrati, glicogeno\carburante per i muscoli, il risultato l'hai provato sulla tua pelle, se ci aggiungi poi che eri anche senza acqua... diciamo che è stato un ottimo allenamento per testare la testa e provare la corsa senza carburante, vedrai che già alla 6 ore tornerai il fulmine di settimana scorsa.

RUN LIKE THE WIND ha detto...

Ed io mche mi preoccupavo della fatica che ho fatto ieri nei miei 27 km corsi a 5.22/km.....Se capita ad un campione come te figuriamoci ad una pippa come me. L'unica cosa in cui ho fatto bene è stato il pasto, io mieri 150 gr di pasta olio e grana, crostata e frutto e poi ho corso anch'io nello stesso orario.

Fusio ha detto...

Ciao Andrea

Seguo dalla Svizzera (Basilea) il tuo blog e leggo sempre con piacere i tuoi post.
Tu ti sei fermato a bere dopo 21km e 1h29, magari ce l'avrei fatta ieri a compiere i 21.1km in quel tempo. :-) Purtroppo ne ho impiegati 1h31. Sarà per la prossima.
In bocca al lupo per sabato

Saluti
Ivano

Diego ha detto...

....Azzo dal titolo mi sono subito preoccupato.....invece sei sempre la solita BELVA !!!

Anonimo ha detto...

La prox volta l'arrosto+ patatine lascialo x la sera!
Sulla strada del Bodo ci siamo sbagliati di poco ieri...meglio così...vedevi un bardipo che arrancava...ci vediamo giovedì...e ricordati il libroooo!ciao

Sabry

Andreadicorsa ha detto...

@Alvin: speriamo che la tua profezia si avveri eh eh!

@Run like: la fatica è uguale x tutti, solo che tu sei stato più furbo a mangiare correttamente e non sottovalutare il lungo. Ora comincia a concentrarti sul quello di 37 km, eh eh ehhh!

@Fusio: grazie mille x il commento e per l'amicizia, domenica hai corso una mezza? se ci hai messo 1h31' non eri proprio così lontano dal 1h29', la prossima volta punta al 1h27' così male che vada sotto 1h30' ce la fai. Buone corse :-)

@Diego: tranquillo è stata uan crisi momentanea eh eh ehhhhhh (almen ospero ma sabato sapremo di preciso)

@Sabry: il libroooooooooo, spero di ricordarmi!!!! a giovedì

Tosto ha detto...

ormai per te è solo normale amministrazione. penso che poi questi momenti ti servono per prepararti mentalmente alle prove più difficili.

RUN LIKE THE WIND ha detto...

Eh eh, ci penso caro Andrea, ci penso e, non vedo l'ora che venga domenica. La verità è che mi piace un sacco macinare kilometri su kilometri, che abbia un futuro da ultra-pippone-maratoneta?
P.S. Comunque quel polpettone mi ha fatto venire una fame, per curiosità con cosa l'hai annaffiato, Bier?

Andreadicorsa ha detto...

@Tosto: se lo dici te:-) speriamo sia vero.....

@Run Like: se ti piace correre tanto hai un futuro assicurato come ultramaratoneta, di gare è pieno e c'e' solo l'imbarazzo della scelta. Se pensi di fare il salto dopo la maratona puoi provare una 50 e poi una 60, poi per arrivare alla 100 il passo è breve:-)
io non so ancora se mi piace o no correre le lunghe in ogni caso al momento ci sono invischiato fino al collo, vedremo, nessuno mi obbliga ovviamente. la mia specialità preferita rimane sempre la maratona che mi sembra una distanza abbordabile se affrontata da ben allenati.

riguardo la tua ultima affermazione, purtroppo l'arrosto è stato innaffiato con semplice acqua....

RUN LIKE THE WIND ha detto...

Qual'è il gel Pro Action che usi nei lunghi? Li ho visti al Decathlon, convenienti rispetto agli Enervit, 1.50 euro 50 ml contro 1.95 25 ml, però volevo capire meglio se erano quelli da usare nei lunghi/issimi. Tra gli ingredienti avevano maltodestrini ed aminoacidi ramificati, quindi penso siano ok.

RUN LIKE THE WIND ha detto...

Per la precisione si tratta dei Carbosprint BCAA. Se il contenuto è di 50 ml lo assumi in due volte oppure tutto in una volta ed ogni quanto?

Andreadicorsa ha detto...

@Run like: di solito uso i gel da 50 ml della pro-action, uso sia il carbogel classico che il volata, poi per le lunghe distanze c'è anche quello al magnesio contro l'insorgere dei crampi. di solito nelle maratone me ne porto dietro un paio da assumere ogni ora, nelle gare più lunghe cerco di assumerli sempre ad intervalli di circa un'ora e se riesco mangio anche qualche barretta

Andreadicorsa ha detto...

di solito butto giù tutto in un colpo:-)

RUN LIKE THE WIND ha detto...

Grazie Andrea, domenica li proverò, sono curioso, un paio per i 35/37 dovrebbero bastare. Devo trovare un modo per portarli senza problemi perchè forse sono un pò ingombranti, pensavo di infilarne uno in un polsino tergisudore.
Ciao e buone corse.

Maurizio

grinta ha detto...

Non so, se avessi il tempo e potessi allenarmi quanto te cosa succederebbe al mio fisico.
Con lo sputacchio di corsa che faccio io, 25 minuti al giorno, ne risento abbastanza, quello che fai te è pazzesco.
Però la testa e la voglia per farlo c'è l'avrei, ogni giorno aspetto il momento magico della corsa, in qualsiasi posto mi trovi.
Su questo mi sento molto vicino a te, dunque corri anche per me......che sei na bomba.
Ancora auguri per le future prestazioni

Andreadicorsa ha detto...

@Run Like: io di solito uno lo metto nel taschino posteriore dei pantaloncini e l'altro lo tengo in mano o come fai te sul polsino. buon lungo!

@Grinta: il tuo nome la dice tutta sul tuo carattere... grazie per il bel messaggio che mi hai scritto. io non penso mai di allenarmi più o meno degli altri, cerco sempre di fare quello che mi piace di più e mi piace fare sempre a modo mio anche se ascolto molto i consigli di quelli più forti di me tipo Marco Boffo o Pizzolato.... nella vita c'è sempre da imparare ma fondamentalmente visto che nessuno ci paga per correre e lo facciamo solo per divetimento e soddisfazione personale continuiamo. Quando ci passerà la voglia (spero mai) troveremo qualcos'altro da fare.
A presto

kikourou-jerome_I ha detto...

commento: AH DIMENTICAVO SALUTAMI JEROME E FAGLI UN GRANDE IN BOCCA AL LUPO PER BERLINO:-)

Grazie a te Andrea. Guardo sempre il tuo blog, ma commento poco. Buon allenamento per il mondiale al inizio di Ottobre. Puoi bel viaggio a Gilbelterra.

Saluti

Jérome

nino ha detto...

davvero un grande.
complimenti

Giulio Marcato ha detto...

Ammazza se sei forte! anche a me ieri è successa una cosa simile ero in crisi completa!
aspetto il resoconto della 6 ore! Martella come un fabbro mi raccomando!

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails