lunedì 9 marzo 2009

Ho rispolverato la mia Wilier

Purtroppo i miei malanni persistono e ormai sono quasi 7 giorni che non riesco a correre dopo quel maledetto 3 Marzo che mi ha bloccato. A pensarci e ripensarci non riesco a capire cosa possa avermi preso. Dopo avere dedicato il lunedì al riposo, martedì durante la giornata mi sentivo benissimo e non provavo nessun sintomo di quello che mi avrebbe preso in serata. Sono partito come al solito, anzi più lento, e subito sono iniziati i dolori sopra il gluteo. Dopo 6 giorni di stop la situazione è costante, non migliora nè peggiora. Stasera andrò dal mio medico e domani dall'osteopata, vedremo cosa mi dicono, spero di tornare a casa con qualche certezza, ma soprattutto con una cura.
Intanto dopo un annetto ho rispolverato la bicicletta, la mia mitica Wilier Triestina. Sabato ho provato a fare un giretto per sentire se mi faceva male pedalare. Niente, nessun dolore neanche a stare in piedi sui pedali e a forzare. Quindi mi sono fatto 55 km molto blandi su e giù per le colline. Ieri ho fatto il bis sempre nelle solite strade con altri 61 km ma pedalando con più vigore. E' andata molto bene e mi sono divertito parecchio a cronometrarmi sui tratti che facevo sempre 3-4 anni fa e dove corro spesso le ripetute in salita, mettendoci 11'16" a coprire i 3,5 km della salita della Fratta senza spingere troppo. Appena arrivato a casa ho dato un'occhiata al mio diario ciclistico del 2006 per vedere qual'era il mio record: a memoria credevo fosse sotto i 10', invece con estremo stupore ho notato che era di 11'02", ottenuto con 5-6000km di bici, appena 14" più veloce di ieri con zero km di bici sulle gambe. Beh, vorrà dire che un pò di gamba ce l'ho ancora!!! Mi darò al ciclismo.... anzi no, mi piace troppo correre!!! Si può sempre alternare però...

26 commenti:

Simone ha detto...

Bravo Andrea,
questo é lo spirito giusto,
se puoi non ti fermare e fai cross training con altri sport. Il ciclismo sicuramente é un ottimo sport per fare cross training con la corsa.
Ovviamente, sperando che ti serva per poco tempo.

Per il tempo, forse quando facevi 11' in quella salita eri pure 4-5kgr di piú? no? Sai nel ciclismo, in salita, il peso conta veramente tanto. Comunque vuol dire che hai una condizione generale di forma ottima. Comunque, non é una sorpresa, con tutti i km che hai macinato.

in bocca al lupo per una veloce ritorno alla corsa

Andreadicorsa ha detto...

Grazie Simone, il problema della bici è che non posso usarla durante la settimana nei giorni lavorativi, almeno adesso che viene scuro ancora presto. Più avanti con l'allungarsi delle giornate invece la prenderò come un'ottima altrenativa alla corsa. Un'uscita alla settimana tanto per scaricare dai traumi secondo me farebbe benissimo. Il bello della bici è che se vuoi puoi farti un giro tranquillo senza fare fatica. Non è certamente il mio caso. Riguardo al peso di 3-4 anni fa, ero uguale ad adesso, forse adesso però sono più allenato. Prossimamente attaccherò qualche mio record... se no nsono sempre in battaglia non sto bene!
Riguardo te, buoni allenamenti, vedo che ci stai dando dentro con molta intensità e molti km in vista del 31 maggio :::---)))))

GIAN CARLO ha detto...

Un giorno scrivero' un post su una regola che un mio amico professore unveristario di filosofia chiama alla buona : "regola di bazzica"
...secondo detta regola chi è campione in un cosa... se si impegna fa bene tutto.
Tu sei in quella regola. Prendi la bici una volta e vai più forte che mai !!!
PS
Ma è la bici di Firenze ?

Jenny ha detto...

E bravo Rigo che finalmente capisci che fa bene alternare un po'...!!!

Andreadicorsa ha detto...

@Giancarlo: non sono mai stato forte in bici, ma su per le salite qualcuno l'ho passato.
Riguardo la bici, non offendere...la mia è una bici seria... quella di Matteo a Firenze era un ferro vecchio (speriamo non legga questo commento::---))))), infatti facevo fatica a stargli dietro, vabbè che volava....però.....

@Jenny: ogni tanto anche voi donne andate ascoltate!!

Francorre ha detto...

Ecco la genesi di un biatleta (non conosco le tue attitudini circa il nuoto per denominarti anche triatleta).
Comunque bellissima la tua partecipazione attiva alla mezza di ieri.

lucamuto ha detto...

Visto che il Bress mi sta contagiando, dopo il tuo importantissimo impegno di giugno, che ne dici di una sfida in mtb? dalle nostre parti è pieno di gare estive...

Igor ha detto...

Alternare fa bene, il fatto è che non ci riesco... adoro troppo correre! Ma mi rendo conto che il crosstraining è utile se non indispensabile!

Andreadicorsa ha detto...

@Francorre: sarei un triatleta scarsissimo dato che in acqua a mala pena sto a galla ;;;---))))
@Lucamuto: si può fare, bisogna che mi titi fuori un bell'attrezzo...
che ne dici invece di farci un bel sfidone da Calvene al Cavalletto? 15 km con 1000 metri di dislivello a 8 km dal cancello di casa.... possiamo farlo la prima sera che cambia l'ora
@Igor: lo penso proprio anch'io

Anonimo ha detto...

E' tutta tattica, Andrea si sta allenendo in segreto per poi spazzare via tutti. Alba

FabioG ha detto...

Per il duathlon sei certamente pronto e competitivo.
A nuotare si impara anche da grandi ed il triathlon è bellissimo! Provare per credere.

Michele ha detto...

Auguri di pronta ripresa

Ribichesu Davide ha detto...

Caspita, ma guarda quanto è delicato il corpo umano..trovo interessante il punto in cui dici che in bici non ti fà per niente male..anche da queste cose si capisce che macchina meravigliosa e complicata siamo (prima nella sfortuna dell'arrivo imprevisto di quest dolore e poi il fatto che in bici non dà fastidio)..per la salita..beh il tuo cuore probabilmente ora è molto, molto più potente :).
P.S. che bella la bici! carbonio giusto? io nel mio periodo da ciclista usavo la C40 della colnago..ma la willier insieme alla bianchi sono due bici che ammiro molto.
P.P.S che peccato questo tuo stop! spero finisca presto! ciao

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, da tempo seguo il tuo blog, per curiosità ma anche per stima. Mi sei risultato simpatico fin dai tempi in cui preparavi il Mondiale della 100 km in Etruria. Complimenti per la professionalità, l'accuratezza e la precisione con cui ti alleni che uniti alla giusta goliardia e capacità di divertirsi, fanno di te un ultramaratoneta equilibrato, te lo dice uno che ha corso la maratona in meno di 2h15 e che purtroppo quando ha voluto allungare verso la 100 ha incontrato problemi che potrebbero essere come i tuoi.
Anche a me la bici non creava problemi, anzi mi permetteva di migliorare specie se facevo salita, perchè il gioco che si fa in bici di retroversione-anteroversione del bacino toglieva un pò di pressione sui dischi L4-L5-S1 della colonna.
La tua sciatica ha bisogno di ginnastica posturale e di un buon chiropratico, se vuoi ne conosco uno bravissimo che ti rimette a posto in poche sedute, ma devi recarti ad Arco di Trento.
Se sei interessato, fammi sapere. In bocca al lupo, ciao, Ennio

Danirunner ha detto...

Bravo Andrea! fare del movimento giova al fisico ma anche alla mente, ristabilisciti quanto prima!

Alvin ha detto...

Concordo con Alba!
Quanto a te, rimttiti presto, ci mancano i tuoi tempi extraterrestri!

Furio ha detto...

Vergognati!! Il pb potevi farlo! :-D

kaiale ha detto...

azzzz che bici..
te la invidio..
la wilier del mio idolo daminao cunego.....

la bici eè fantastica solo che richiedo molto tempo per allenarsi.
lo dici a me...
in settimana devo fare i rulli...non ho tempo per uscire in strada


alessio

by7 ha detto...

spara un paio di faretti Cateye e vai anche la sera...
Ci sono di quei modelli che illuminano uno stadio...
Io ormai sono necessariamente riconvertito al ciclismo da un mese e vado la mattina presto al buoi, ma con una buona coppia di fari (+ giacchetto rifrangente).
Tra l'altro la bici rinforza la muscolatura del gluteo che e' importante per la postura

in bocca al lupo per la guarigione

Andreadicorsa ha detto...

Oggi sono veramente più nero del solito, non so più dove sbattere la testa. Ogni mattina appena mi alzo spero che sia stato solo un brutto sogno invece appena mi alzo sento che il male è sempre più forte. Stasera ho una visita da un ospeopata ma se devo essere sincero sono sfiduciato, non ho mai creduto ai miracoli e no nci credo nemmeno oggi.

@Davide: per fortuna che in bici non ho dolori, ma come ho già detto purtroppo finchè viene scuro presto la posso usare solo di sabato e domenica. P.s. Riguardo la domanda che mi hai fatto sulla bici: si è in carbonio e anche se ha già 3 anni e mezzo a me piace ancora molto.
grazie x l'incoraggiamento

@ Caro Ennio, intanto ti ringrazio della visita nel mio piccolo e semplice blog. Sono lusingatissimo che persone come te con personali cosi eccelsi mi facciano visita. Per me che sono un amatore normalissimo con tempi normalissimi, soprattutto in maratona.... fa coraggio perchè forse vuol dire che sono più apprezzato per la simpatia che per il resto, ed è quello a cui tengo di più. Ti ringrazio per le parole di incoraggiamento. Riguardo la bici, tu mi dai la conferma di quello che pensavo anch'io, vale a dire che la bici possa fare molto bene e che sia molto allenante anche per noi podisti al contrario di molti che dicono che sono due sport antagonisti. In più è un'alternativa molto stimolante e divertente soprattutto per noi che abitiamo in zone bellissime piene di salite dure oppure di colline più dolci. Se poi uno della tua levatura mi dice che può fare anche migliorare stai pur tranquillo che quest'anno cerecherò di usarla molto di più degli ultimi 2. Ti sarei molto grato se mi potessi dare qualche altra spiegazione relativamente al chiropratico. Se ti va contattami alla mia email
andrearigo69@gmail.com
per me racarmi ad Arco non è poi un così grosso problema in un'ora ci arrivo. Intanto aspetto il responso della visita di stasera.
Grazie ancora x tutto. A presto!

@ Dani: grazie anche a te x il sostegno, vedrai che tra un pò riparto :::---)))

@ Alvin: parlavi con me o con Ennio??? ;;;;-----)))))))

@ Furio: vedrai che tra 2-3 uscite in bici comincerò a migliorare qualche mio primato, sono troppo rabbioso.....

@ Kaiale: e dopo avere rullato, ti fai mezzoretta sul tapis???? che forza!!!! dai che tra un mesetto si può cominciare ad uscire di sera...

@ By7: beh in effetti hai ragione, ci penserò, certo che con l oscuro in bici non mi sento proprio a mio agio, ho paura delle macchine.
In bocca al lupo per la tua attività.

ciao a tutti scappo a lavorare!!!

Gianluca Rigon ha detto...

Spazza via tutti i guai come solo tu sai fare !!!!! Non mollare !

Anonimo ha detto...

Condivido e sottoscrivo ciò che ti dice ennio, però, la febbre per la corsa non passa nè con la bici nè con altro, abbassano un pò la temperatura, e comunque, meglio che star fermi... Dài, uagliò, tieni duro!!! Incricio le dita per te ;-) Pinorun!

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Hai fatto bene.
Stai attento agli adduttori (ma se ci vai piano non sarà il tuo caso) e la postura.
Ponendo come primario obiettivo quello di riprendere a correre non è male se i giorni in cui esci tardi la sera non ci puoi andare.
Alternare un giorno di riposo a uno di attività è un giusto equilibrio.
Lo dicevo a un giovane atleta con la periostite qualche tempo fa ma la sua (giusta) voglia di recuperare gli ha fatto peggiorare la situazione.
Quindi, in gamba!(ops...), in sella!

Giovanni 65 ha detto...

Buongiorno Andrea,ho letto dei tuoi probeli muscolari,caspita mi spiace,non abbatterti,tieni duro,la bici è una buona alternativa,che sia la volta buona che ci si rivede in qualche pista(motociclistica)

ciao Giovanni F.

GIAN CARLO ha detto...

@Andrea, per la cena a Roma The Bress ha prenotato per 8, ma tu e Paola siete fra gli 8 di Bress...o state per conto vostro e non avete ancora deciso ?

Andreadicorsa ha detto...

@Giovanni: grazie 1000, alora ci vediamo in pista? non si sa mai, il problema è che la moto l'ho venduta!

@Gian: allora tutto ok, problema risolto ci vediamo sabato a Roma

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails