giovedì 19 marzo 2009

A Roma da spettatore :-(

Dal 3 Marzo, ultimo giorno in cui ho corso, sono passati ormai 16 giorni e i progressi a seguito dell'infortunio al medio gluteo, se ci sono, sono molto blandi. A momenti mi sembra di stare meglio, in certi altri fatico a camminare e zoppico vistosamente. L'altra sera, considerato che erano un paio di giorni che camminavo bene e mi sembrava di essere in miglioramento, ho provato a corricchiare ma dopo pochissimo ho dovuto fermarmi e tornare mestamente sui miei passi. Faceva molto male. L'osteopata che mi ha visitato ha diagnosticato una ipotrofia al medio gluteo destro con evidente rientranza nella zona della chiappa dovuta probabilmente ad una modifica della postura nel movimento della corsa per sopperire al fastidio all'adduttore che mi accompagna da ormai 4 mesi. Se così fosse devo dire che la cosa è inconscia perchè io proprio non me ne sono accorto e onestamente mi è sempre sembrato di correre allo stesso modo. A quanto pare le origini dei miei fastidi dovrebbero essere tutte collegate, ma sono tutte ipotesi. Quindi per sicurezza ho fatto anche i raggi che hanno dato esito negativo. Questa sera mi farò vedere anche da un ortopedico che è in stretto contatto con l'osteopata che mi sta curando, vedremo cosa mi dirà. Per non fidarmi di nessuno e per mettermi l'anima in pace su tutte le possibili diagnosi, visto che ognuno dice la la sua, vorrei approfondire e completare gli esami per escludere altre eventuali patologie facendo una risonanza e una ecografia. Voi cosa ne pensate? Cosa fareste al mio posto? Per il momento posso solo ringraziare il grande Claudio (e anche Giacomino) che con i suoi superbi massaggi, le sedute con l'elettrostimolatore e con la tecar, e mettendomi a disposizione la sua palestra sta quotidianamente contribuendo ad accelerare il mio pieno recupero. Dimostrazione di grande amicizia di cui io gli sono molto grato. Anche la maratona di Roma in programma per questa domenica è saltata, come pure quella di Treviso del 29 Marzo che dovevo correre per cercare di fare da lepre a Monica Carlin che va a caccia del suo personale vicino alle 2h40'. Ormai non faccio più programmi, prima voglio recuperare al 100%, poi vedrò il da farsi. Comunque parlando obiettivamente, il sogno di correre un altro mondiale con la canotta azzurra ogni giorno si allontana sempre di più, oggi mancano 92 giorni che cominciano ad essere un pò pochi se si vuole preparare la corsa nel modo migliore, soprattutto ripartendo da zero. Mai mollare!!! Che dite, ce la faccio per NY? :::---)))

31 commenti:

lucamuto ha detto...

Almeno speriamo che il riposo ti possa servire anche a risolvere il problema all'adduttore. In ogni caso secondo me tu sei in grado di preparare una 100Km più che dignitosamente anche con 40-50gg di allenamento.

Anonimo ha detto...

Speriamo che sia una cosetta passegera. Come dixeva i veci na' volta " non tutto el mal vien par nuocere"....in bocca al lupo andrea! busato

Simone ha detto...

Purtroppo sulla 100 io non ti saprei dire, se fossi in piedi in 1-2 settimane sono sicuro che la potresti preparare in modo piu che discreto.
Ma come hai detto tu nel post, la cosa fondamentale é recuperare al massimo. Una volta recuperato, e se anche fosse tardi per il 2009, l'esperienza di un altro mondiale nella 100 potresti comunque averla nel 2010. Certo che speri di fare quello del 2009, ma per ora una cosa la stai facendo bene, non avere fretta. Recuperare all'80% ti farebbe poi rischiare di ricaderci ancora peggio.
Tu tieno duro, capisco che la voglia di correre e le gare saltate sono cose frustranti, ma dopo i tuoi 20000km degli ultimi 3-4 anni, considera questo pit stop un investimento nei prossimi 20000 dei prossimi 4 anni. Meglio uno stop magari lungo ma fatto bene e con recupero totale, che una serie di continui problemini a causa di un recupero troppo veloce!!!

a NY sarai in grande spolvero vedrai, e poi recupera bene, chissa che nel 2010 al passatore tu non abbia un nuovo sfidante ;)

Alvin ha detto...

La prima foto è di una tristezza infinita... carichiamo le batterie di Kativeria da scaricare sulla strada al momento del ritorno.
La forma fisica è come le unghie...si rifà sempre...ma si sà ci vuole tempo.
MOLLARE MAI....a New York farai 2:29:48!

GIAN CARLO ha detto...

@Mi associo ad Alvin, anche se penso che quel tempo non è alla tua portata. forse però(e mica sono sempre negativo !!) 92 giorni possono bastare per vestire la maglia azzurra.

Se vuoi(l'avevo già scritto da me) ti presto la mia bici se Castrucci ti dice che è OK.

Anonimo ha detto...

forza andrea!!!io ho lo stesso problema solo che sono un mezzofondista di 17 anni.a me il dolore persiste dal 21 marzo,ho effettuato diverse sedute dal fisioterapista con la laserterapia,tutto ciò è stato provocato anche a me da una postura corretta però da due settimane con degli ottimi plantari.

ga di corsa ha detto...

l'utente anonimo del 6° commento è ga di corsa

Danirunner ha detto...

Era un'ipotesi che ti avevo accennato, quella del cambiare la postura per sopperire ad un fastidio, e uesto mi dispiace, sperosi risolva in fretta, hai fatto e stai facendo dei sacrifici e la fine migliore è che tu venga premiato!

kaiale ha detto...

mi spiace.....
però magari ci possiamo vedere e conoscere all'expo


alessio

albertozan ha detto...

Che brutta tegola Andrea, mi dispiace davvero! Ora come dice Simone il recupero al 100% è l'obiettivo principale..e su questo ti faccio un grande in bocca al lupo che sia più veloce possibile...così che magari il mondiale lo corri!!

monica ha detto...

Andrea, non mollare, senti più pareri possibili e non peoccuparti per me. pazienza, ci vuole tanta pazienza.
il rientro deve avvenire in condizioni di recupero perfetto, altrimenti poi rischi di peggiorare la situazione...

giovanni56 ha detto...

Momentaccio...
fai bene ad indagare ed approfondire sopratutto se ti danno pareri diversi.
Per caso per la schiena hai introdotto degli esercizi di potenziamento, oppure semplice ginnastica o streching, che non avevi mai fatto prima?

Yervs ha detto...

Momentaccio nero, anzi nerissimo.... Penso proprio che provare a cercare di individuare il problema tramite analisi mirare, sia la cosa più giusta. Anche perchè se non riasci a capire cosa veramente ti provoca il dolore, diventa difficile applicare la terapia giusta pere accorciare i tempi di recupero.
In bocca al lupo!
Matteo

Anonimo ha detto...

ciao Andrea. a me è successa una cosa simile a novembre 2007 mentre facevo ripetute in salita ripida 20xcento circa l'ultima mentre percorrevo la discesa ho inteso un piccolo fastidio sopra il gluteo sx. il giorno dopo correndo mi sono fermato per il dolore che durava anche nei giorni successivi. siccome sono un testonee non mi fermo mai dal correre tranne in caso di morte,prendevo antidolorifici e via finche a maggio 2008 ormai il gluteo era passato,ma siccome avevo probabilmente cambiato postura disallineando il bacino e procurandomi una fastidiosa pubalgia. a giugno ''periodo tra l'altro a me sfavorevole'' non riuscivo a fare più lavori di qualità e di conseguenza, io che corro i 10 km. su ritmi da 3'17''-3'22'' km. non riuscivo ad andare meglio di 3'40'' così ho passato l'estate a manipolarmi glutei zona lombosacrale e a fare molto stretching e ginnastica posturale senza ovviamente abbandonare la corsa,ma praticandola più lentamente e non più di 20'-30' per 4-5 volte la settimana. morale ad agosto sono guarito anche se lentamente e sono tornato a correre ai miei ritmi.ps. mi ricordo che palpandomi tra l'osso sacro e il gluteo dove è il muscolo psoas provavo un senso di corrente elettrica accompagnata da dolore. auguri e guarisci in fretta fammi sapere. marco favorio terni.

Anonimo ha detto...

scusa Andrea, volevo aggiungere a quanto scritto sopra se vuoi un mio piccolo e modesto consiglio, curati bene senza abbandonare l'allenamento fai bici nuoto e se puoi anche corsa su prato senza gareggiare vedrai psicologicamente poi sarai freschissimo, io che ero abituato a gareggiare quasi tutte le domeniche sono stato 2 mesi allenandomi senza competizioni e quando sono tornato avevo una gran voglia e andavo molto meglio con meno fatica. guarisci-allenati bene questa estate' velocizzandoti e punta a dopo l'estate vedrai a new york!!!marco favorito.

Albe ha detto...

...vedo che non lasci nulla al caso e penso che tu sappia gestire al meglio questo momento un pò così! voglio solo farti gli auguri di pronta guarigione sperando di rileggere nel blog qualche tuo buon allenamento il prima possibile!
enrico

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, le esperienze vissute e i consigli che ti arrivano sono proprio tanti quindi stai sù!! Ti ricordi quella volta che son stato fermo quasi due mesi? La causa era la caviglia sinistra non del tutto guarita da una distorsione. Per adattarmi al fastidio avevo cambiato il modo di correre, senza rendermene conto e alla fine mi sono ritrovato con un'infiammazione da paura all'articolazione dell'anca. Male can. Riposo, fisioterapia, nuoto, bici e....pelle calda sopratutto!
Chiedi al tuo fisio cosa ne pensa degli esercizi con la tavoletta propriocettiva per riequilibrare la postura. A presto e in bocca al lupo!!
Fabio

Anonimo ha detto...

ciao andrea, su con il morale! purtroppo l'infortunio nel nostro sport è sempre dietro l'angolo e quando meno te lo aspetti... tac! ti faccio i miei più sinceri auguri di una rapida ripresa, non mollare! se a roma vedi uno straccio biondo che corre, quello sono io: ho in mente un certo tempo per chiudere la corsa ma finchè non avrò oltrpassato la linea d'arrivo tengo per me ogni previsione per scaramanzia. ho fatto una preparazione ad intermittenza per colpa di una influenza prima e di un virus intestinale poi, quindi già essere al via per me sarà un successo! mandi!
dario71
www.maratoneti.com

Andreadicorsa ha detto...

@Luca: spero che tu abbia ragione, comunque il mio obiettivo è prepararmi per correre una 100 al massimo, non ha senso correrla così per fare. piuttosto e' meglio rinunciare, se devo tribolare perferisco farlo sapendo che quando arriverò al traguardo ho ottenuto il massimo da me stesso non il 50%
@Marco: grazie, tu mi conosci meglio di chiunque altro e lo sai che non mollo mai!
@Simone: concordo con te, o al 100% o niente a sto punto bisogna rimettersi in sesto perfettamente. per NY dovrei essere ok, per il Passatore 2010 c'è ancora molto tempo ma spero di esserci insieme a te.
@Alvin: per il momento le unghie sono corte ma stanno crescendo, per il 2.29 forse hai sbagliato blog :::---))) buona ripresa anche a te fratello!!!
@Gian: per la bici ok, per il 2,29 visto che non hai fiducia in me cercherò di farcela!!!!
@Ga: benvenuto nel mio blog.... io non credo di avere problemi di postura e bisogno di plantari comunque terrò conto di ciò che mi hai detto, per il momento ti auguro buone corse!
@Dani: non sono ancora convinto che sia così, un pò alla volta il male sta scomparendo, la prossima settimana farò una risonanza al bacino e sacrale, ne sapremo di più. grazie x i continui attestati di stima che mi dai.....
@kaiale: ci vediamo domani alle ore 16-17 all'expo, non vedo l'ora di arrivare.
@alberto: passerà in fretta, e tu come stai ti sei rimesso?
@Monica: farò tutto con estrema calma e sarò prontissimo x Sommacampagna, magari li facciamo la maratona a coppie così ci divertiamo un pò. ciao ciaoooo!!!!
@Giovanni: non credo sia un problema di schiena dato che il dolore mi parte dall'adduttore sotto l'inguine fino al gluteo a volte prendendomi la zona sacrale in fondo alla schiena. sto facendo esercizi di stretcing per i glutei e per gli adduttori oltre a elettrostimolatore e tacar. ieri ho fatto anche la mesoterapia, cacchio che male gli aghi!!!
@Matteo: come vedi sto facend oun sacco di esami e sto sentendo pareri diversi per cercare la giusta casa per agire di conseguenza. vedrai che passerà e tornerò incattivito come la muerte come dice il mio presidente. tu come sei messo?
@Marco: grazie dei 1000 consigli che mi dai sempre stai tranquillo che ti ascolto sempre infatti ho rispolverato la bici, invece il nuoto lo lascio da parte perchè d'inverno non mi piace andare in piscina. siamo tutti uguali, quando si dovrebbe staccare la spina per un piccolo periodo rigenerante (10-15gg) non lo facciamo mai per paura di perdere condizione. poi magari succedono queste cose, anceh se per la verità non è detto che dipenda da quello. mi spiace no nessere venuto al trasimeno perchè avrei avuto molta voglia di conoscerti personalmente. sarà per la prossima volta. buone corse.
@Enrico: spero di poterti accontentare il prima possibile intanto divertiti tu a correre, un salutone!

Anonimo ha detto...

Fatti curare, coccolare e vedrai che ripresa!
Forza Andrea, tu non molli maiii!
in bocca al lupo per tutto
ciao
Rosa

Andreadicorsa ha detto...

@Fabio: seguirò anche i tuoi consigli!!! Ti aspetto giovedì x pizza fulminea e consegna completi. ciaoooo
@Dario: mannaggia anche tu sei messo malino eh.... dai che ci vediamo all'expò. in bocca al lupo x domenica!!
@Rosa: ti prendo in parola! A presto e grazie delal visita...

Anonimo ha detto...

ti ci vorrà tanta pazienza,auguri
Boris

Furio ha detto...

Vai che vi divertirete, momenti magici!
Ciao!

franchino ha detto...

Ciao Andrea, non voglio aggiungere nulla ai commenti degli altri amici se non che a questo punto una RMN sarebbe l'ideale per un quadro completo della situazione.
Per il resto un grosso in bocca al lupo!

Anonimo ha detto...

Dispiace davvero tanto saperti mortificato. Dai, forza, uscirai da questo tunnel e godrai di luce nuova! In bocca al lupo!!!!
Pinorun

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea,
certo che ce la farai...vedrai anche tu scoprirai d'avere tanta pazienza...e in questi casi ce ne vuole tanta...ricordo ancora quando dopo l'ennesimo tentativo tornavo a casa camminando e piangendo..è un periodo...e passa!

ps. come dice Monica senti + pareri...In bocca al lupo.

Sabry

Diego ha detto...

L'importante è fare sport alternativi, aspettando la ripresa.
Fai ripetutte in salita con la bici,vedrai che roba !!!
1000 a tutta, dietro front; e si riparte !!!
In bocca al lupo !!!

Filippo Lo Piccolo ha detto...

In bocca al lupo per la tua maglia azzurra. Ricorda che devi fare affidamento principalmente sulle tue sensazioni, non esistono "Santoni" che aggiustano i guai in 1 giorno solo purtroppo.
Allenati alternativamente, ci sono tantissimi modi, ma senza forzare il punto indolenzito.
Non tutto è ancora perso.

Filippo Lo Piccolo ha detto...

In bocca al lupo per la tua maglia azzurra. Ricorda che devi fare affidamento principalmente sulle tue sensazioni, non esistono "Santoni" che aggiustano i guai in 1 giorno solo purtroppo.
Allenati alternativamente, ci sono tantissimi modi, ma senza forzare il punto indolenzito.
Non tutto è ancora perso.

Filippo Lo Piccolo ha detto...

In bocca al lupo per la tua maglia azzurra. Ricorda che devi fare affidamento principalmente sulle tue sensazioni, non esistono "Santoni" che aggiustano i guai in 1 giorno solo purtroppo.
Allenati alternativamente, ci sono tantissimi modi, ma senza forzare il punto indolenzito.
Non tutto è ancora perso.

Tosto ha detto...

Visto che tutti hanno detto la loro mi permetto anch'io di dire la mia.
Albanesi dice che il riposo è la terapia migliore, puoi provare a riprendere ma se avverti anche un minimo fastidio fermati all'istante.
Naturalmente tutte le terapie vanno benissimo ma al portafoglio un po' meno e considerati i costi benefici... Sono convinto che dentro di te hai la risposta, purtroppo come tutti i podisti hai difficoltà ad accettarla.
Comunque per NewYork ci sarai alla grande, se no vado io al posto tuo.

ciao
Gianluca

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails