giovedì 30 ottobre 2008

Il diluvio

Dopo due giorni di pioggia quasi ininterrotta, stamattina sembra sia rispuntato il sole. Un pò di acqua ci voleva per dar da bere ai terreni resi aridi da mesi di siccità, ma qui non ci sono mai vie di mezzo quando piove l'acqua viene giù a "secie roverse" per due tre giorni consecutivi, è proprio il caso di queste ultime 48 ore. Per il sottoscritto è stata quindi molto dura allenarsi in questa situazione. Martedì avevo in programma 16 km di corsa lenta che ho portato a termine nonostante le condizioni avverse. Pioveva abbastanza intensamente e i piedi si sono subito inzuppati poichè correndo al buio era difficile evitare le numerose pozzanghere, la parte alta del corpo si è salvata grazie alla giacca a vento, mentre dalla vita in giù era come essere sott'acqua. Pazienza è andata.... Mercoledì invece il compito si è presentato ancora più arduo. Quasi quasi volevo rinunciare e buttarmi comodamente sul divano a bermi una birra, ma dopo un pò di esitazione alle 19 sono partito come ogni giorno. L'importante era rompere il ghiaccio e abituarsi all'acqua che ti correva lungo la schiena e che ti inzuppava i piedi. La pioggia veniva giù veramente con grande intensità e non ha dato tregua dall'inizio alla fine. Il programma prevedeva una serie di ripetute da 3000, 2000 e 1000 con recuperi da 500 da ripetere 2 volte e poi per finire 5 km di Medio. Ebbene ho desistito.... era impossibile correre un allenamento simile in tali condizioni. Ho fatto quello che ho potuto sotto un autentico nubifragio che stavolta mi ha bagnato persino all'interno del giubbotto in goretex (ma chi ha detto che il goretex tiene l'acqua? forse il mio giubbotto è di finto goretex...tutta pubblicità, l'acqua entra ovunque!). Le scarpe pesavano almeno 1 kg l'una e proprio non riuscivo a correre veloce. Ho fatto in ogni caso molta fatica cercando di simulare le ripetute previste, lasciamo perdere il tempi, quelli di ieri non contano proprio. Ma la fatica è stata uguale se non maggiore. Finito il classico giro di 14 km, avrei voluto farne almeno altri 6 al ritmo del medio, ma dopo soli 2 ho rinunciato, ero fradicio e non aveva senso continuare. Avrebbe fatto più male che bene. In totale quindi ho percorso 16km in 1h04', meglio che niente. E' da notare che stranamente in questi ultimi due giorni non ho incrociato nessuno per strada o lungo la ciclabile che correva, chissà come mai? I soliti fighetti che vedo sempre con l' i-pod o con l'abbigliamento ultima moda non si sono fatti vedere, io penso di sapere perchè... Beh peggio per loro, una bella doccia fredda ogni tanto non può far altro che bene!!!

27 commenti:

ANDREA ha detto...

eh già...come mai sono spariti in tanti ?? anche dalle nostre parti ieri sera con le Landreth che sono subito passate da gr.220 a gr. mezzo kilo c'era in giro poca gente...i soliti "invernali".....
d'altronde fino a maggio le prove costume sono finite, la mode è passata e le palle sono state riposte al caldo....

meglio 100 giorni da leone che uno da fighetta

:-))

Bassa

Andreadicorsa ha detto...

per caso avevi dubbi? penso che da novembre a marzo ne vedremo ben pochi in giro per le strade di sera oltre ai soliti noti. daltronde la maratona di NY è il 2 novembre e tutti i fighetti, come noto, vanno a correre là (anch'io dovevo andarci).... dopo di che non c'è più bisogno di allenarsi fino a maggio-giugno....

Diego ha detto...

Ciao Rigo,
anche da noi quando incomincia il
freddo in giro siamo in pochi !
A me non mi interessa .... freddo,
pioggia, neve..... si corre sempre !

GIAN CARLO ha detto...

Meno male che anche i grandi soffrono con l'acqua... altrimenti mi sentivo solo... vecchio !

la fulminea running team ha detto...

io son andato martedi ore 5e30 con pioggia,che dite?mi ricoverano??

Andreadicorsa ha detto...

hey grande vecchio (ma quanti anni hai, 90?), soffro come un cane il freddo anche se ancora il brutto deve arrivare. Quando sarà così mi vestirò un pò di più e via sempre fuori, come dice Diego, pioggia, vento o neve che sia nessuno ci potrà fermare. W il running

Andreadicorsa ha detto...

bress, si ti ricoverano di sicuro, avevi dubbi????

Giugiu' ha detto...

Ciao Andrea ... grazie per essere passato nel mio blog ... diciamo che mi diletto in cucina e mi riesce anche bene .. (dicono!)
Per quanto riguarda consiglio le scarpe, riferirò sicuramente a Matteo il tuo consiglio .... e chissà .. magari alla prossima Treviso Marathon ci stupirà tutti con un PB sotto le 3.50 (merito delle scarpe nuove e dei lauti pranzetti e cenette della sua adorata tigre!)
a Presto ...

Giugiu'

massi7312 ha detto...

Sono perfettamente d'accordo con voi. i "fighetti" spariscono ai primi freddi, vanno a svernare nelle palestre alla moda, al calduccio.. come gli uccelli migratori..
Ma i veri runner si vedono solo adesso in giro! E quando mi chiedono "ma chi te lo fa fare di correre al freddo, con la pioggia, di sera al buio?" rispondo: la passione per la corsa!!
W il running.

Jenny ha detto...

Ieri e oggi il Lungolago era sgombro. Miracolo! Ieri ho strizzato i vestiti ed è uscito un litro d'acqua. Ridevo da sola
;-))))))

Andreadicorsa ha detto...

cari amici, beh dai allora ci consoliamo a vicenda, pensavo di essere l'unico mona a correre sotto il diluvio invece vedo che sono in ottima compagnia. Noi non andiamo mai in letargo!!!

p.s. ciao Giugiù grazie della visita, adesso che ho scoperto il tuo blog saprò dove andare se quando ho voglia di un bel dolce (praticamente sempre)

Andrea gatti ha detto...

Ciao, condivido i vostri pensieri. L'anno scorso di questi tempi durante i soliti allenamenti beccai un diluvio e un temporale tremendo. Ero totalmente inzuppato ed i fulmini mi cadevano a un passo vicino. Mi dovetti infilare in una villa di campagna di un privato poichè non sapevo dove ripararmi, con il risultato che il proprietario chiamò i Carabinieri e passò parecchio tempo prima che si convincessero che ero solo un podista in allenamento (intanto stavo letteralmente morendo di freddo). Mi volevano denunciare per violazione di domicilio. Me la sono vista proprio brutta.
Andrea Gatti

Anonimo ha detto...

non sei solo, andrea, qua c'è uno che si alza alle 4 di mattina per correre e che di nubifragi se ne intende: in brasile piove il triplo che in italia, anche se la pioggia è un tantino più calda. un mese fa ho fatto un medio in un lago profondo mediamente 10cm, la pioggia era talmente forte che non riuscivo a respirare... non molliamo mai. luciano er califfo.

Andreadicorsa ha detto...

grande califfo!!!
il mio motto è: "barcollo ma non mollo"

Michele ha detto...

Io sono diventato uomo dopo aver corso questa http://micheledicorsa.blogspot.com/2008/09/verona-boscochiesanuova.html
da allora non ho più paura di niente
ciao

Andreadicorsa ha detto...

si michele ti credo, ho sentito certi miei amici che ci sono stati.....
sai invece quando sono diventato uomo io? quest'anno in luglio alla mapeiday, dove abbiamo corso x 21km in condizioni quasi impossibili con freddo e pioggia battente dall'inizio alla fine e nevischio sull'arrivo al passo dello stelvio. secondo te abbiamo mollato?

Fatdaddy ha detto...

Beh, dai, grande di sicuro non sono, ma condivido la vostra stessa passione: la sveglia è sempre puntata sulle 5:30' e non intendo spegnerla solo perchè è inverno, perchè piove o perchè fa un po' più freddo!

Fatdaddy ha detto...

Beh, dai, grande di sicuro non sono, ma condivido la vostra stessa passione: la sveglia è sempre puntata sulle 5:30' e non intendo spegnerla solo perchè è inverno, perchè piove o perchè fa un po' più freddo!

Gianluca Rigon ha detto...

Ah 'sti fighetti con l'Ipod....per fortuna che da qualche mese ho deciso di lasciarlo a casa....;-)
Comunque mi è sempre piaciuto correre sotto l'acqua ! Ciao !

Anonimo ha detto...

Vai Andrea...-8!!
Ci vediamo mercoledi per l'ultima birretta...e poi via...
nicola

franchino ha detto...

Qui a Torino siamo stati graziati dall'acqua, ma il termometro s'è abbassato drasticamente. Alle 17e30 è quasi buio è lungopo è quasi deserto... stupendo.

Andreadicorsa ha detto...

@ gianluca, non farai mica parte di quella schiera' la musica si ascolta in macchina o a casa!!!
quando si corre si deve ascoltare il rumore delle scarpe che sbattono per terra, il respiro e il cuore. io poi non porei proprio correre con l'i-pod, mentre corro, (soprattutto in questo periodo che vado sempre al buio) devo tenere le orecchie e gli occhi bene aperti e stare attento a non farmi tirare sotto dai pazzi che girano con le auto.
@ nicola: ormai ci siamo... pochi giorni e si parte, mi mancano ancora un paio di allenamenti un pò impegnativi, per il resto sarà scarico e riposo... ci vediamo mercoledì se riesco, mi sono dimenticato che alle 21 ho l'ultimo massaggio e non so a che ora finirò, spero di farcela a venire a salutarti.
@ franchino: anche a me ieri sera è andata bene, la temperatura è scesas a 9°, ma con il giusto equipaggiamento si stava benone, e soprattutto per fortuna non pioveva....
qui oggi piove ancora, mi sa che anche stasera sarà dura...

Anonimo ha detto...

In bocca al lupo per la rifinitura finale. Mi piacerebbe molto seguire la tua gara. Sai se c'è la possibilità di vederla
in Tv?
Ciao
Daniele

Andreadicorsa ha detto...

Caio Daniele,
penso che facciano qualcosa su Rai sport Sat e qualcosina su sky, ma purtroppo niente di molto approfondito, spero di sbagliarmi...

Intanto qui il diluvio continua..... a parte una piccola parentesi non piovosa ieri sera, da stasera presumo ritorneremo ad usare gli pneumatici da havy-rain!!!!!

Anonimo ha detto...

Andrea carissimo,
grazie per aver visitato il mio blog e aver voluto lasciare un Tuo commento.
Io a dir la verità due maratone in cinque settimane le ho corse: al Mugello 3h39', a Venezia 3h54'. Come capisci, aggiungerne ora una terza mi parrebbe follia.
Aspettiamo l'anno prossimo con la mezza di Viareggio a gennaio, la maratona di Salsomaggiore il 22 febbraio e quella di Roma quattro settimane dopo.
Si vedrà allora di che pasta son fatto. A me il compito di metterci gambe e fegato. La voglia ne son sicuro, tornerà entro breve.
A presto
stefanodifiglia.splinder.com

Alvin ha detto...

Io col freddo vado a 5-6sec /km più veloce...quanto alla pioggia, se si deve andare si va e basta!
L'Hi-pod in corsa?manco morto!!!

Gianluca Rigon ha detto...

Non mi avete capito: io non vado più a correre con L'Ipod !!!!! E' vero, ci andavo, ma da qualche mese basta ! ;-) Ciaoooo

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails