lunedì 6 ottobre 2008

Maratona del Mediterraneo

Sabato pomeriggio, ore 14 partenza con Michele e Monica destinazione Pescara, prima edizione della maratona del Mediterraneo. Monica aveva in programma un lungo di 60 km (18 da sola + 42 in maratona) io invece avevo in programma un lungo di 42 km che ho fatto correndo la maratona. Arrivati a Pescara siamo stati sorpresi da una burrasca di vento e pioggia che ci ha fatto temere non poco per l'indomani, invece quasi come per miracolo la mattina seguente il cielo era azzurrissimo, il vento assente e la temperatura fresca e perfetta per correre. Il percorso della gara si sviluppava nelle vie cittadine e nel lungo mare pescarese, un bel circuito da ripetere 2 volte, completamente piatto se non per un cavalcavia impegnativo che si attraversava x 4 volte, 2 in un senso 2 nell'altro. Peccato che si sia corso nella quasi totale indifferenza dei cittadini che in pratica hanno ignorato la nostra presenza. E pensare che fra maratona e mezza i classificati sono stati quasi 1000, 170 alla maratona e 756 alla mezza, quindi un bel pò di gente. Il mio allenamento è andato molto bene, avevo stabilito di correre a 4 al km circa, ma dopo qualche km vedendo che non mi causava troppa fatica ho aumentato l'andatura facendo ogni tanto anche qualche variazione di ritmo per sentire come reagivano le gambe. Mi sono sembrate buone considerato che ho corso 7 giorni fà a Berlino e in settimana ho sostenuto un paio di allenamenti molto duri. Il passaggio alla mezza è stato di 1:19.30, l'arrivo in 2:38'.53, condotta regolare, ottavo in classifica. Ho indossato il cardiofrequenzimetro e con piacere ho notato che la frequenza media è stata di 151 battiti con un massimo di 162 nel rush finale dove ho fatto un allungo di 2-300 metri sul traguardo. In tutta la maratona non mi sono mai trovato in difficoltà, i chilometri sono passati veloci, ho calato leggermente il ritmo nel finale pensando anche di non spremermi troppo in vista della dura settimana di allenamenti che andrò ad affrontare e che illustrerò magari in un altro post. La gara ha visto una tripletta kenyana,quarto e primo degli italiani Zenucchi (a sinistra in foto con Monica Giorgio e me) 2.28, quinto Calcaterra in 2:31 (che in questo mese cercherà di allenarsi al massimo per correre al meglio la 100 km a Tarquinia) e sesto Leoncini, che ho rivisto dopo un pò di tempo, anch'esso in 2.31. Mi fa particolarmente piacere il risultato di Claudio perchè giunge inaspettato e l'ho visto veramente molto contento nel post-gara. Monica Carlin ha chiuso la sua ultramaratona al secondo posto con un buon 2:55.30 senza spingere troppo e tenendo una media totale di 4'13"/km sui 60km!!! Segnalo anche la buona prestazione dell'amico Mario Fattore (2 volte campione mondiale di 100km, no balle!!!) che ha chiuso la maratona in 2:48 senza fastidi alla gamba che lo tormenta da tanto tempo. Un pò alla volta anche lui sta tornando ai suoi livelli.

Infine un doveroso ringraziamento a Michele che anche stavolta ha fatto un bel migliaio di chilometri per accompagnarci alla gara Ciao a tutti alla prossima..........

42 commenti:

Lucky73 ha detto...

2.38 in scioltezza con 151 FCMED? Impressionante! Devo stare attento a leggere il tuo Blog, devo prenderlo a piccole dosi :-)) Altrimenti invece che caricarmi mi fa effetto contrario.
Scherzi a parte vai veramente come un treno e chi ti ferma più?
Ciao!

franchino ha detto...

Mizzica complimenti...!

Andreadicorsa ha detto...

Carissimo Lucky non ho mica detto che ho corso in scioltezza, ne ho fatta di fatica però guardando la FC 162 max e 151 media risulta che ho fatto molta piu fatica giovedi scorso nel medio alternato di 20km chiuso alla stessa media (anzi leggermente piu' lento, cioè 3'48/km rispetto ai 3'46"/km di ieri)della maratona di ieri ma con fc 171/157, i miracoli delle gare sono questi, si va più forte facendo meno fatica ed è per questo che io insisto per allenarmi in gara piuttosto che da solo

GIAN CARLO ha detto...

Siete tutti dei campioni straordinari, se rivedi Claudio salutamelo, io l'ho visto a Colonna e quest'anno è tornato alla grande. Era a NY(2005) con me, per me andò maluccio, ma se ti dico che al 41esimo eravamo insieme capisci che per lui fu una vera tragedia.
Uno come Claudio, che già 5 anni fa scriveva le cronache delle sue gare su Podisti.net dovrebbe aprire un blog, magari se glielo dice un suo "pari grado" come te chissà !

Andreadicorsa ha detto...

Ciao Giancarlo, immagino..... comunque a volte le gare possono andar male e dalle sconfitte se ne può uscire piu' forti di prima. se vedo Claudio te lo saluto senz'altro, mi ha detto che segue molto il blog di Marco Boffo, non so se venga anche da a trovare me.... Claudio, se ci sei batti un colpo!!!
un caro saluto Andrea

Anonimo ha detto...

Scusa, ma devo dire che questi risultati mi sorprendono e non poco: mi sembra tu possa essere unico al mondo ad ottenere questi risultati!
Francamente fare maratone tutte le domeniche pressochè al massimo delle proprie possibilità, fare 2h33' sui 42 km quando si corre una mezza in 1h15' e un 10.000 in 34' a fatica mi sembra fantascienza!
E non leggere tra le mie parole alcuna invidia, perchè certo non mi pongo come obiettivo quello di chi corre più maratone!
Ma poi, dimmi la verità, in fondo in fondo te le godi o è ormai diventata una routine che è come andare a prendere il pane la mattina? Ma non ti manca un po' quell'adrenalina che prova solo chi pratica questo sport a livello "salutistico", o, come dice Albanesi, come un "wellness runner"?
Qualcuno ti ha pure scritto che è una cosa dispendiosa prendersi su tutti i week-end e spostarsi per andare a correre in posti diversi.
Io invece credo che questa sia la cosa più intelligente che una persona può fare per conciliare sport e interessi culturali (credo che sia triste fare sempre corse vicine a casa). Ma quando lo si fa tutte le domeniche allora mi nascono molte perplessità!
Penso infatti che stare 1/2 giorni al massimo nella località dove si corre si possa godere nulla della città dove si sta e si va poi solo per correre: a quel punto meglio stare a correre le gare paesane con meno stress di viaggio!
Ultime 2 annotazioni:
1. Per recuperare così in fretta dagli sforzi, mi dici cosa usi? Non mi dire nulla perchè non ci credo!
2. Vedo che non ti infortuni mai (toccati pure) pur correndo tanti km da far paura. Spero per te tu continui così, anche se francamente è disumano. Penso che il 1° infortunio che ti capita sarai costretto a fermarti molto a lungo. E non lo dico per gufarti, ma lo affermo con la consapevolezza di chi sa quel che scrive!
Un saluto,
Mzungu.

monica ha detto...

Grande Andrea!! bel resoconto; grazie della compagnia.
ci siamo divertiti tutti tantissimo! e poi correre con quella bella giornata...era da favola!!!

p.s. per anonimo: probabilemente non conosci nessuno che corre ultramaratone ad un certo livello; noi tutti della nazionale ci alleniamo tanto; se si vogliono ottenere risultati lo si deve fare!

Andrea ha iniziato da poco ed ha già ottenuto grandi risultati!
Andrea, continua così che sei forte!!!

alla prossima!

Andreadicorsa ha detto...

grazie per la visita Mzungu, vedo che va di moda non firmarsi con nome e cognome o usare uno pseudonimo quando si attaccano le persone senza nemmeno conoscerle, hai paura di qualcosa a non dire chi sei? hai paura che venga a cercarti?
intanto per chiarezza sui 10km ho un personale di 33'20" corsi su strada e senza tanto ammazzarmi di fatica. per quanto riguarda il numero di maratone sono cazzi miei quante voglio correrne e riguardo gli infortuni sarò fortunato cosa vuoi che ti dica? a dir la verità qualche volta qualche acciacco l'ho avuto come tutti penso prima o poi, ma mai infortuni seri per fortuna. riguardo i viaggi sono fortunato perchè ho un lavoro che mi dà ottime soddisfazioni economiche e posso permettermi di viaggiare quando e come voglio. forse tu non puoi permetterlo e vieni a rompere i coglioni a me nel mio blog?
comunque fa niente.... per il recupero uso tutti i prodotti della ethicsport che per mia fortuna mi forniscono a prezzi vantaggiosissimi, in seconda battuta per chiedi a Zenucchi cosa abbiamo assunto ieri pomeriggio dopo la maratona per reintegrare.... è una roba gialla con una bella schiuma bianca sopra (e non si tratta di piscio!).
per finire, a tutti i controlli antidoping a cui sono stato sottoposto sono sempre stato negativo quindi o si tratta di mia fortuna oppure sono molto avanti con i prodotti miracolosi che assumo.
ci vediamo a carpi domenica prossima.
fatti riconoscere che andiamo a farci una birra insieme, tranquillo pago io

Anonimo ha detto...

L'invidia può essere di tipo positivo o di tipo negativo.
Quando è ti tipo positivo, come lo è la mia per te, questa si trasforma in una grandissima gioia per ogni tuo risultato e al tempo stesso questa "benefica" invidia mi sprona a dare il meglio in ogni mio allenamento e/o gara pensando molto ma molto lontanamente di potermi appena appena avvicinare (impossibile)alle tue prestazioni.
Ti posso assicurare che, e non solo per me, sei un gran bel esempio positivo.
Poi c'è invece chi l'invidia , purtroppo per lui, la trasforma in negatività e allora vabbè...
Ricordo con piacere la nostra ultima congiunta gita in occasione della maratona di Trieste e l'averti frequentato per tre giorni mi ha permesso in parte di carpire alcuni tuoi "segreti", che, guarda che combinazione, proprio oggi che hanno trovato altri due ciclisti professionisti positivi all'Epo di nuova generazione (c.e.r.a.) mi tornano alla mente.
Non so se sia corretto parlarne su un blog pubblico anche perchè dopo appropriate verifiche ti potrebbe portare una pesante squalifica da parte della Fidal ma tant'è ormai mi sono sbilanciato e allora....colazione : caffè, fette biscottate e quantità semi industriale di nutella (ahi ahi molto dannosa, piena di grassi saturi e oli vegetali non dichiarati)brioches e spremute d'arancio...pranzo...pasta di primo e pasta di secondo....e nemmeno un birrino....cena...pizza e pasta, pasta e pizza....e il giorno dopo ti ho visto correre da pacer delle tre ore incrociandoti al 15° e stavi correndo come io vado in massima tranquillità a prendere il giornale alla domenica mattina...che rabbia e che invidia..positiva.
Per la cronaca avevi chiuso la tua fatica, fatica ?, da pacer in 2:59'55"....praticamente oltre che un orologio un segno di altissima professionalità....non retribuita.

Scusa se mi sono dilungato ma chi vuol capire capisce e come si suol dire prima di dare aria alla bocca e lanciare sospetti...beh.........

sempre così Andrea, chi ti conosce sa......e questo di dovrebbe bastare , il resto è solo....chiacchere e distintivo.

Bassa

Diego ha detto...

Grande Rigo,
parli come corri!!!
Rigo si merita solo complimenti, toccatemi tutto ma non Rigo Andrea!

Yervs ha detto...

All'ora all'ora al'ora..... La cosa che mi fa più incaz......e è che chi scrive tutte quelle c.....e è uno che non ci capisce proprio nulla di corsa. Cercherò di farli capire un po' come funziona questo giochino. Innanzi tutto bisogna dire che nella corsa niente viene per caso. Soltanto con del duro lavoro possiamo arrivare a determinati livelli. Infatti per fare tutto quello che svolge uno come Andrea non bisogna mai, e quando dico mai è mai, mollare. La corsa deve diventare parte integrandte della vita non esiste stagione, disastro ecologico, caldo, pioggia, neve per giustificare una qualsiasi assenza da allenamento, in poche parole bisogna correre per 365 giorni. Si deve far adattare piano piano il proprio fisico a determinati sforzi e, di conseguenza, recuperi. Non so se chi scive è abituato a correre maratone, ma chi è abituato, può affermare che più se ne corre e più si ruducono i tempi di recupero. Io l'ho provato quest'anno, dopo aver fatto il personale a Berlino sono tornato a corre una mezza la settimana successiva finendola in 1 h 22'' senza durare troppa fatica. Tale cosa non è che mi sia piovuta dal celo.... Da metà giugno ad ora ho percorso più di 1000 Km quindi ho portato il mio fisico ad un punto tale che corre per 21 Km a quel ritmo non è affatto uno stres. Provate a chiedere ad Andrea quanti Km fa in un anno?!?!? Oppure ad uno come Marco Boffo?!?!? Penso proprio che in molti non li percorrino nemmeno in macchina!!!!!

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea continua sempre così e devo dirti che per me sei un esempio da seguire per poter miglirare i miei risultati. Leggo sempre l' impostazione che dai alla tua settimana di allenamento.
Naturalmente non essendo un ultramaratoneta e correndo prevalentemente mezze maratone e due o tre maratone all'anno cerco di adattare i tuoi allenamenti (o meglio interpretarli)alle mie esigenze.
Devo dire che anch'io sono passato da 4 a 6 allenamenti settimanali (senza problemi al punto di vista fisico)e nel giro di alcuni mesi ho migliorato le mie prestazioni arrivando a 1h23' sulla mezza e adesso punto a Venezia a stare sotto le 3h10 (mio PB).
Ci vediamo a Venezia
ciao
Daniele

paola ha detto...

non ti preoccupare di quello che scrive il tuo ospite nel blog. solo chi ti vuole bene ti ammira e apprezza i sacrifici che fai.Io posso parlare perche' indirettamente li vivo ogni giorno con te! E'dura alzarsi la mattina alle 7, essere in uff alle7.30 e svolgere il lavoro (e anche bene visto i risultati) fino alle 18.30, tornare a casa infilarsi le scarpette e uscire per l'allenamento. non importa se e' caldo, se piove, se fa freddo se e' buio, semplicemente parti e quando torni sei cmq soddisfatto di quello che hai fatto! Grande andrea!le tue capacita', le doti fisiche e soprattutto il tuo testone ti hanno portato dove sei adesso:convocazione in nazionale 100 km!dove vuoi arrivare, arrivi e te di certo non scegli la via piu' facile! ogni gara, ogni maratona per te e' come la prima perche' il nervosismo e l'ansia prima dello sparo della partenza non ti abbandona mai, e la voglia di arrivare in fondo e di far bene e' un grande stimolo per te.se recuperi bene un po' e' anche merito mio e dei miei piatti di pastasciutta ( giuro preparata senza sostanze strane)unita a qlc birretta...C'e' poco da dire sei forte!approffitto per mandare un grosso bacio a tutti gli amici che abbiamo conosciuto grazie alla corsa: ai mitici fulminei con le fulminee girls, al grande bassa (di cui son molto gelosa)con la simpaticissima daniela, ai super toscani matteo e lisa, alla fortissima e instancabile monica con michele,agli amici di Dublino simone e monica compagni di bevute!vai gino la coscenza ce l'hai in pace e cmq nel bene e nel male basta che se ne parli

Diego ha detto...

Brava Paola,
Brava brava brava!!!!!!!!!!!!

Jenny ha detto...

Posso confermare (ho visto con i miei occhi) che RIGO ANDREA di doping usa solo la birra! Tutto il resto gli è stato dato da madre natura e da tutti i km che corre.

Anonimo ha detto...

Ho sempre odiato i cartoni animati giapponesi.......

Grande Paola, e non essere gelosa...giuro che sono ancora all'antica...molto all'antica.

:-)

Bassa

Anonimo ha detto...

Andrea non te la prendere per quello che UNO dice,è normale che in un blog,dove c'è tanta gente che passa e legge ci sia di tutto,siccome son convinto che otterai ancora ottimi risultati,aumenteranno anche i UNO,fregatene,grande Andrea

Giovanni.

Marco ha detto...

Ciao Andrea,
ho voluto rispondere anche io a "Mzungu senza nome", ne avevo diverse da dirgli e così ho fatto un post sul mio blog.....
Buoni allenamenti.

Marco ha detto...

Caro Andrew, intervengo con queste mie poche parole sulla brutta vicenda che si sta “scatenando” sul tuo blog. Ti dico la sincera verità: sono esterrefatto da quanto letto, faccio fatica a credere ai miei occhi e rimango stupito e perplesso. Inutile dirne i motivi, ma proprio per questo non voglio entrare nello specifico della vicenda cercando di rispondere e far capire a Mzungu cosa non va in tutto quello che ha scritto. Mi piace, invece, indirizzare queste poche righe a te, caro amico mio. Capisco benissimo la tua rabbia, tipica di chi si trova incolpato di reati non solo non commessi, ma soprattutto neanche mai immaginati. Ma credi davvero che ne valga la pena offendersi? Offendersi significherebbe dare dignità e valore alle parole senza senso di un uomo cattivo, che ha nella sua testa il solo scopo di far del male cercando di utilizzare le armi più comuni nell’ambito sportivo, cioè accusare di doping persone che hanno risultati più brillanti dei propri. Credo che questo astio nei tuoi confronti, benché tenga a precisare il contrario, nasca solo ed esclusivamente da una forma di invidia portata allo stremo, tipico questo di chi non può gioire per le proprie virtù, ma può solo sperare che neanche gli altri lo facciano! Ma stavolta è cascato davvero male, caro amico mio: ha davvero ragione ad essere invidioso di te. E sai perché? Perché tu, caro Andrew, sei una splendida persona che sa rapportarsi al prossimo con il sorriso cercando di condividere con questo la gioia della vita senza sperare che l’altro cada in fallo, perché hai la fortuna di avere mille e più persone vicine che ti amano e ti stimano per quello che sei e che fai, perché hai un lavoro che ti dona un’infinità di soddisfazione e ti permette di condurre una vita dignitosa e piacevole, perché avrai la possibilità (grazie ai sacrifici che fai e a quello che la natura ti ha donato) di partecipare al Campionato Mondiale di 100 km, vestire la maglia azzurra e realizzare un bel sogno, perché hai una compagna che ti vuole bene ed è disposta ad esporsi in prima persona per difenderti e quando torni a casa la sera ti accoglie con un sorriso ed un bacio, infine perché quando a fine giornata vai a dormire l’ultimo pensiero non è rivolto ai tuoi nemici, ma alle persone più care. Per tutto questo e tanto altro ancora, ti prego di non prendertela troppo, faresti solo ed esclusivamente il suo gioco. Un abbraccio infinito ed un caro saluto, caro amico mio

Alvin ha detto...

Andrea...assa che el diga...
a me il mazinga dei poveri (mzungu)mette tristezza e basta...

Alvin ha detto...

Andrea...assa che el diga...
a me il mazinga dei poveri (mzungu)mette tristezza e basta...

Anonimo ha detto...

CIAO. NON CAPISCO IL SIG. MZUNGO DI CHE SI MERAVIGLI CI SONO DECINE SE NON CENTINAIA DI PERSONE CHE FANNO OLTRE 10 MARATONE L'ANNO QUINDI MI SEMBRA cosa normale poi riguardo i personali penso che siano risultati che ottengono moltissimi amatori anche vicino ai 50 anni quindi sono del tutto normali. sono loro ultramaratoneti che si sono forse montati la testa e si credono dei ''campioni'' molto scarsi però. questo vale per il sig. rigo e boffo perchè calcaterra e d'innocenti almeno tempo fa ottenevano risultati eccellenti e calcaterra tuttora li ottiene quindi con 2h 30' 2h 35' si è atleti normalissimi di medio livello. stiamo con i piedi per terra senza fare i fanatici. mauro giorgi perugia.

Furio ha detto...

Roba da matti!
Arrivo qui dal post di MarkRunner.

Prima o poi un fenomeno doveva pur comparire sui blog; Mzungu, continua a leggerti Albanesi e a fare lo scienziato di corsa virtuale!

Ma tu pensi che tutti debbano essere come pensi tu o fare quello che piace a te piace...il metro del tuo giudizio sei tu o cos'altro?
Ad Albanesi assomigli per come esponi le cose..ed il mio non vuole essere un complimento; tante informazioni nel suo sito, (lo consulto anche io) condite con tanta saccenza.

Nella vita più dubbi e meno certezze, soprattutto quando non si sa esattamente di cosa si parla, altrimenti sono discorsi da bar; carte da scopa in una mano e tarallucci e vino nell'altra.

Yervs ha detto...

Signor Mauro Giorgi da Perugia, se per lei un ragazzo che arriva 7° o addirittura 3° ad una gara come il Passatore e che ha un personale di 2 h 35 e 2 h 27' in maratona, lo giudica un atleta normalissimo di medio livello, allora tutti gli altri come li reputa..... Dei baracconi allo sbando. Bell'offesa per qualche milione di persone, complimenti!!!! Ed inoltre rinnovo i complimenti per i parametri con cui stipula le sue opinioni, spero veramente che lei abbia dei personali ben più di rilievo rispetto alle persone che a reputato "atliti di normalissimo livello", altrimenti anche lei fa parte di tutti quelli come me e non so quanti altri "baracconi allo sbando" che cercano di mettere un piede davanti l'altro tipo dei robot.

Fatdaddy ha detto...

Gran brutta bestia l'invidia...
Purtroppo se si raggiungono certi livelli, bisogna metterla in cantiere perchè non tutti hanno la capacità di guardare alle tue imprese con l'ammirazione che meriti.
Per fortuna la percentuale di questi personaggi è infinitesimale...

Andreadicorsa ha detto...

Ciao Mauro Giorgi, (almeno so con chi parlo) riguardo ai personali in maratona hai perfettamente ragione, sono normalissimi, scarsi in senso assoluto, a livello amatoriale secondo me non sono male a 40 anni, vedo che pochi della mia età o più vecchi mi stanno davanti, e quei pochi hanno tutta la mia ammirazione (io sono fatto così). Per quanto riguarda le ultra, altra storia, non entro nel merito, se tu fai le ultra prova a fare un 7.22 al 1° Passatore poi ne parliamo con calma! Ti sfido a fare un 2.33 in maratona (3.39"/km) poi mi dici se è facile o difficile..... se lo otterraio facilmente ti invito a provare ad arrivare a 2.28, il tempo di Marco... e' scarso, ma provaci dovresti farcela agevolmente a correre per 42 km a 3.30 al con la lingua appuntita che hai. Riguardo l'essermi montato la testa o reputarmi un campione ti sfido nuovamente: trovami un post sul MIO blog dove si evince questo: Ripeto il blog è MIO, quindi posso scrivere ciò che voglio e non pago nessuno per venire a visitarmi. Ho una media di 200/300 visite al giorno per raccontare 4 storielle e niente di più, ma forse la gente mi vuole bene e mi apprezza per questo perchè sono uno normalissimo come loro e non un campione o un fanatico come dici te!!! Se facessi il campione o il fanatico chi mi cagherebbe? svegliati, ma ci pensi prima di scrivere? Per mia fortuna grazie al blog ho fatto decine e decine amicizie (leggiti il post della Paola) una più bella dell'altra, di cui vado orgogliosissimo. Se qualcuno esalta le mie/nostre prestazioni di ultramaratona probabilmente ne ha le sue buone ragioni, certo io non l'ho pagato, forse mi vedono come esempio per essere uno super normale come loro. Accetto anche le tue critiche, il blog è pubblico quindi ognuno può dire la sua (come dice Giovanni sui blog c'è di tutto).

P.S1. Sono talmente scarsi i tempi che ottengo in maratona che a jesolo con un mediocrissimo 2.46 mi sono portato a casa 900 euro, quasi uno stipendio, quella sera gli amatori piu' scarsi di me erano veramente in numero molto + alto visto che solo 2 mi sono arrivati davanti (anzi 1 perchè lìaltro era un nero), e potrei farti altre decine di esempi riguardo le mie gare.
A presto
Andrea

P.s2: Approfitto per ringraziare tutti gli amici che ogni giorno si dimostrano tali, sul blog e fuori.
Mi sembra superfluo farlo ma è meglio scriverlo a lettere.
Per me è una gioia infinita sapere di avere tanti amici, non occorrerebbe dirlo,
il resto sono tutte chiacchiere da bar, siamo in Italia giusto? il paese dei professori, dei lamentoni e dei tuttologi!!! Gente che magari parla senza aver mai provato cosa vuol dire allenarsi sputando sangue come facciamo noi.

Andreadicorsa ha detto...

Dimenticavo una cosa importante che chi mi conosce sa già, lo dico solo a beneficio di chi mi conosce meno o non mi conosce per niente:
la mia ammirazione sportiva per persone come Giorgio Calcaterra, Marco D'Innocenti, Marco Boffo, Pio Malfatti, Monica Carlin, Antonio Mammoli (mi dispiace dimenticare qualcuno ma non lo faccio con cattiveria) è massima, ripeto MASSIMA. Con umiltà da loro sto cercando ogni giorno di imparare e rubare qualche piccolo segreto per migliorarmi sempre. Come ho già detto in altri miei post, se ho una dote (tecniche poche ma qualcosa forse c'è) è quella di non voler mollare MAI e di puntare sempre a MIGLIORARE finchè il fisico me lo concederà. Per fortuna l'invidia non è un sentimento che fa parte di me, se non nel senso positivo come dice Bassa. La gara è contro me stesso non contro gli altri.

Anonimo ha detto...

Ognuno è libero di esprimere, sempre educatamente , la propria opinione e ha maggior ragione va comunque rispettato quando per lo meno ci si firma e ci si presenta.

Rigo, mi permetto di darti un piccolissimo suggerimento : questo blog è bello perchè si è sempre parlato di corsa e di esperienze di corsa, per favore continua cosi.

A fronte di evidenti provocazioni tre possono essere i modi di reagire :
1 - rispondere
2 - evitare
3 - cancellare il messaggio.

io, personalmente eviterei di rispondere...pensa che mix....invidia + considerazione zero...boommmm che fegato gonfio....

Oppure, ok che dici il blog è pubblico, ma il blog è tuo, è casa tua e gli ospiti indesiderati o meglio, maleducati, arroganti e supponenti , hai tutto il diritto di lasciarli fuori , quindi la spazzatura puoi tranquillamente deletarla.

Si accettato , e ben vengano, anche se contrari alla propria idea i confronti civili e costruttivi

Poi , ripeto il blog è tuo e fai te, ma basta dare seguito a persone evidentemente frustrate.

Bassa (baraccone allo sbando che grazie all'esempio Rigo sputa sangue tutte le sere,non migliora mai, ma al tempo stesso non molla mai)

Daniele 91 ha detto...

Secondo me non ha senso paragonare la prestazione sulla maratona a quella sui 100 km.Se non hai le caratteristiche psico-fisiche adatte ad una distanza più lunga di 58 Km(pensate che c'è più differenza tra 42 e 100 che tra 0 e 42)puoi fare la Maratona in 2h05',ma la 100 Km non la finisci nemmeno.Se no diciamo anche che Bolt farebbe la Maratona in 1h50'...questa è la mia opinione che fa sì che la mia ammirazione per i nostri migliori ultramaratoneti sia grandissima.

Yervs ha detto...

Volevo chiarire alcune cose, quindi ho pubblicato un Post in merito sul mio Blog. Scusami Andrea ma era un intervento un po' lunghino

Anonimo ha detto...

Voglio risondere a Mario Giorgi. Io mi alleno con grande sacrificio da solo (non sono iscritto con nessuna società) 6 volte quasi ogni settimana e con grande fatica riesco a correre la mezza in 1h23 e la maratona in 3h15. Con questi tempi comunque riesco sempre ad arrivare in una buona posizione (alcune volte rientro nei premi di categoria) e quindi un amatore come Andrea Rigo che corre la maratona in 2h33' io lo considero un top-runner visto che forse solo nelle grandi maratone c'è chi riesce a far meglio. Penso che Rigo che lavora in ufficio e poi si allena riesca ad entrare in prmiazione in tutte le gare che fa quindi non un atleta con prestazioni normali.
Inoltre io che non ho altri compagni di corsa quardo dal suo blog come ci si allena.
Lo ritengo quindi un podista di alto livello come penso moliti altri amici runner.
Ciao
Daniele

Andreadicorsa ha detto...

Caro Bassa, Cari Amici, vi devo dire la verità? Queste polemiche da bar mi piacciono da morire. Noto con piacere che molti scrivono e sparano giudizi e sentenze senza conoscere gente e fatti. Scrivete quello che volete, intanto io sudo e mi alleno seriamente tutte le sere (come ieri 28km, ho finito alle 21.30). La mattina quando torno qua leggo e spesso mi butto per terra dalle risate a leggere certe CAGATE, poi se ho voglia e tempo rispondo altrimenti continuo col mio lavoro (GEOMETRA) che mi piace tanto.
Io non cancello niente, perchè mai?

la fulminea running team ha detto...

sono il presidente della socita' ove corre andrea,anzi la societa' che insieme a me ha fondato.conosco bene andrea,e tutto il fango che gli si e' buttato adosso francamente mi lascia l'amaro in bocca.andrea e' un atleta leale che ci mette tutto ,sia in gara ,sia quando si allena ,e nn si sognerebbe mai di barare, perche' semplicemente nn e' nel suo d.n.a. caro anonimo le tue accuse sono spregievoli e bieche!porta rispetto. il presidente de LA FULMINEA RUNNING TEAM

Marco ha detto...

Scusa Andrea,
ho voluto lasciare un pensierino anch'io al sig. Giorgi, dato che mi ha tirato in ballo....è un po' articolato....se ti va vieni a farmi visita.
A presto.

Simone ha detto...

Ciao Andrea,

wow mi sono appena passato la serie di commenti.

Io sinceramente a confrontare persone diverse ci vedo poco senso.

Gebre é il piú forte, perché é l'unico che corre in 2h03'59" poi come tempi piano piano vengono tutti gli altri .. tutti.

Rigo Andrea che fa 2h33' avesse i mezzi che la natura ha dato a Gebre cosa farebbe? forse 2h00 forse 2h33', forse 3h chi lo puó sapere!

Ognuno lavora dentro al suo potenziale, e nessuno questo potenziale lo potrá mai sapere al dettaglio ... possiamo vedere qualche parametro del sangue, chi naturalmente ha battiti bassi, emoglobina alta, ematocrito alto, chi il contrario e che ci vuoi fare?

Secondo me Andrea Rigo che fa 2h33' iniziando a correre a 36 anni mentre fa il suo lavoro quotidiano, sta facendo una cosa notevolissima,

non da atleta qualunque.

Queste catalogazioni fatte su 1 numero, senza considerare le altre 25miliardi di variabili non contano nulla.

Un atleta qualunque che fa 4h allora cos'é una merda?
E se poi scopri che fra 1000 problemi fisici, lavoro stressante, vita problematica si é fatto il culo ed alla fine ha portato a casa il 3h59'59" ... probabilmente si puó scoprire che nemmeno lui é un "atleta qualunque"

viva questo sporto, dove il tempo non conta proprio nulla

Gianluca Rigon ha detto...

Ciao Andrea, io sono un povero runner (anzi nemmeno....sono uno che corre un pochettino)e tu per mei sei un MITO. Non me ne frega una mazza dei commenti sterili, invidiosi e insulsi che qualche scemo ti sputa addosso. Sei un MITO. PUNTO.

Monica ha detto...

meno male che sono passata da qui! che cosa mi stavo perdendo??

confermo che andrea rigo non è normale. quando è stato in irlanda volevo chiamare la nazionale per farlo espellere. un atleta che si spaccia tale, non può .......

DICO NON PUO'


.......


mangiare cazzate dalla mattina alla sera, non ingerire né frutta né vedura, neanche se lo bloccano a terra in 5! non può bere tutta quella bira dopo una gara!!!

non può essere nervoso per una maratona quando ne fa mille!! :):)

ai signori che si lamentano che rigo fa troppe maratone: per lui una maratona è un lungo, niente altro. quanti lunghi facciamo noi in preparazione di una maratona? e se poi si vuole fare un lungo oggi a dublino e domani a berlino (e ho fatto la rima) saranno pure cazzi suoi!! (si può dire *cazzi*, il padrone di casa lo ha fatto e mi permetto anceh io)

per chi dice che i tempi del signor rigo sono normali: hai mai fatto una maratona ogni domenica? fai quei tempi li?? hai mai fatto una maratona? io ne faccio due all'anno, ci metto una vita e mezza, attorno alle 4h30' e ne sono fiera. e per me rigo, d'innocenti, boffo, calcaterra, carlin sono dei campioni.

ma questo è il solo mio parere!!

a paola: secondo te, se gli fai mangiare un'insalata risulta positivo all'anti-doping???

un bacio ragazzi e lasciate stare certa gente...

Andreadicorsa ha detto...

Cara Monica puoi dire tutte le parole che vuoi sul mio blog!!!! Sei mia graditisssssima ospite!!!
Lo sai che certe persone parlano e criticano solo dominati da sentimenti d'invidia e di cattiveria. Se almeno prima di parlare avessere provato ad allenarsi x correre una maratona... non dico una ultra, così vedrebbero la fatica che si deve fare per raggiungere certi "mediocri" risultati.
Un bacione
Andrea

ALESSANDRO ha detto...

L'ho già scritto in un altro commento per un altro post di Andrea.
Lo ripeto e lo penso veramente:

...due sole parole:

SEI PAUROSO !

Fregatene altamente di chi non comprende la fatica che hai fatto, fai e farai per il semplice gusto di dire ci sono riuscito!!!!

ciao ed in bocca lupo!!
Alex

Andreadicorsa ha detto...

Grazie 1000 Alex, sei buonissimo!

ALESSANDRO ha detto...

...non sono buonissimo...

direi REALISTA.

se una persona ci mette anima, cuore ed impegno in qualsiasi cosa faccia (ovviamente onestamente, e sono assolutamente convintissimo che tu lo sia...), secondo me è assolutamente da stimare.

Leggendo i tuoi post secondo me si "assapora" (passami il termine...) la fatica, l'impegno e la convinzione in tutto quello che fai...

...allora:

COMPLIMENTI !

vai, e tieni alta la bandiera italiana! soprattutto per chi crede in te e non ha la presunzione di dubitare!

un saluto da Bologna,
Ale

Anonimo ha detto...

ciao Andrea,
io non ti dico altro...te ne ho già parlato al telefono. Posso solo condividere i cristallini commenti dei due Marco.
ciao
nicola

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails