lunedì 27 ottobre 2008

Missione compiuta

Ieri a Venezia penso di aver svolto degnamente il mio compito di pace-maker delle 2 ore e 50. L'ho fatto da solo poichè l'amico Gianni che doveva aiutarmi ha dovuto dare forfait per uno stiramento. Lascio a voi qualche commento rispetto la mia tabella di marcia nella quale (a destra) ho aggiunto le proiezioni maratona ad ogni rilevamento del cronometraggio ufficiale a cura della TDS. Mi limito solo a dire che il compito è risultato assai impegnativo soprattutto nella prima metà di corsa dove il gruppo era veramente numerosissimo, almeno una cinquantina, forse più, e qualcuno si lamentava perchè qualche volta sbagliavo il chilometro e lo correvo a 3'58" o 4'03" anzichè a 4'01". Ho spiegato loro, se non lo sapevano già, che non ero un pacer professionista e che nessuno mi pagava per fare questo giochetto e quindi un margine di errore di 2-3 secondi da gestire ad ogni chilometro per me era più che accettabile. L'importante era essere più regolare possibile ai passaggi ogni 5 km e a me sembra di esserlo stato. Gli ordini erano quelli di arrivare, se possibile, con un margine massimo di +/- 30" dal tempo previsto delle 2h50' e mi sembra di esserci riuscito in pieno passando alla mezza in 1h24'43" e al traguardo in 2h49'43" (reale 39"). Come sempre dal 25° al traguardo si sono persi un sacco di "pezzi" per strada, qualcuno è riuscito ad andare leggermente più svelto (penso 2 o 3), un paio di ragazzi sono arrivati assieme a me, molti altri invece sono arrivati un pò dopo, ma almeno hanno avuto il merito e il coraggio di provarci, qualcun'altro invece penso abbia mollato. Ho chiuso la mia avventura faticando un pò sul lungo ponte della libertà dove il vento contrario era particolarmente fastidioso. Mi spiace un pò avere perso i miei palloncini rossi proprio all'uscita del ponte nella curva che immetteva nella zona del porto dove per evitare delle persone distratte che attraversavano la strada ho dovuto fare una schinca improvvisa sfiorando un palo sul quale si sono avvolti e strappati i fili. Come si vede nella foto che mi ha gentilmente spedito Drugo nel tratto finale i palloncini non ci sono più....Per il resto è stato bello la mattina in zona partenza incontrare e salutare qualche amico blogger, Antonio, Giovanni, Alberto, e altri che ci seguono, spero che sia andata come speravano, appena avrò un secondo andrò nei loro blog a controllare. Purtroppo a Venezia è proprio un casino e alla fine non c'è stato nemmeno l'occasione di incontrarci e stare un pò insieme per una birretta. Appena fatta la doccia sono scappato subito per evitare code orarie per prendere il traghetto e il bus-navetta. Comunque a me sta maratona proprio non piace, una noia mortale se non per gli ultimi 2 km, de gustibus..... Ci vedremo da qualche altra parte. Intanto buona settimana a tutti!!!

50 commenti:

Micio1970 ha detto...

Mi sembra che sei stato grandioso! come ci può lamentare di 2/3 sec al km ... quando magari la diffrenza la possono fare anche la misurazione (non sempre perfette), la pendenza o il vento.

L'avessi io quando (fra qualche anno) magari tenterò di stare sotto le 3 h.

Se mai sarà ... ti prenoto!

OSSO ha detto...

Bravo Andrea meglio di un orologio perfetto.
Domanda: come posso fare per inserire sul blog i dati del mio garmin? visto che voi ci riuscite
Grazie e bravo ancora.

Andreadicorsa ha detto...

Grazie Micio, si puo' fare, magari ne parleremo prima di quello che pensi!!!
Grazie Osso, riguardo la tua domanda, io col Forerunner uso sport track, salvo le immagini dei grafici in formato Jpg e poi le carico come una qualsiasi foto nei post. Se hai problemi con sport-track chiedi pure ad Alvin che è un vero maestro con questo programma.

Bacengatti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Drugo ha detto...

Ciao Andrea e complimenti per l'ottimo lavoro svolto a Venezia.
Io m'ero piazzato a tre ponti dalla fine aspettando te e gli altri, purtroppo il fatto di non vedere i palloncini mi ha ingannato e sono riuscito a scorgerti solo all'ultimo momento. Sono riuscito comunque a beccarti in una foto, te la giro per mail.
Per il resto confermo quanto hai detto tu, all'arrivo c'era un gran casino. Ho fatto un tentativo ma non sono riuscito a beccare nessuno per cui ho pensato a mia volta di rimandare la birretta in compagnia.

Andreadicorsa ha detto...

ciao Drugo!!!!!
ti do la mail per la foto, un vero peccato ma venezia e' cosi.... e' sempre pienop di gente

eccola, aspetto la foto
andrearigo69@gmail.com

Diego ha detto...

Sei stato impeccabile !

albertozan ha detto...

Stratosferico come sempre Andrea, un piacere conoscerti! un pacer perfetto!!!...per la birretta ci si becca non preocuparti :-)

Anonimo ha detto...

Grande come sempre. Sono contento di averti stretto la mano all' inizio gara.
Ho corso abbastanza bene a 4'18-4'20 fino al 32. Poi ho sofferto il caldo e nella parte finale sono entrato in crisi chiudendo comunque con il mio nuovo PB a 3h10.
Ciao Daniele

Andreadicorsa ha detto...

Bravo bravo bravo Daniele!!!, sei contento? per curiosità ieri mi sono dimenticato di chiderti quanti anni hai?

Francarun ha detto...

Bravissimo Andrea hai fatto bingo, sei stato perfetto, io ho seguito ieri pomeriggio tutta la Venicemarathon in Rai Sat Sport , bellissime immagini e bella giornata, vi invidiavo !
Complimenti dinuovo !

Anonimo ha detto...

Si sono contento perchè ho migliorato il mio personale di 8 minuti anche se alla vigilia pensavo di chiudere intorno alle 3h05' circa.
Fino al 35 ero abbastanza convinto di raggiungere l' obiettivo iniziale. Poi sono calato e non sono più riuscito a tenete l' andatura. Io penso che un pò sia dovuto alla giornata particolarmente calda e poi alla parte finale del percorso che non mi è sembrata facile.
Secondo te è un buon risultato comunque?
ciao
Daniele

Gianluca Rigon ha detto...

Grande come sempre ! Ci stai abituando troppo bene ! Anch'io come Drugo aspettavo di vedere i palloncini e così non sono riuscito a scattarti la foto. Ti ho comunque incitato (all'uscita dell'ultimo ponte) e ti sei anche girato....spero di non averti distratto ! All'arrivo era impossibile entrare e sono restato a incitare gli altri. Ci sarà un'altra occasione per la birretta ! Ciao !

Andreadicorsa ha detto...

Ciao Daniele, io penso che un miglioramento di 8 minuti sia eccezionale quando si è già vicini alle 3 ore. Il prossimo miglioramento penso sarà ancora minore di quello avuto ieri, ma sono sicuro avverrà di nuovo. meglio migliorare di poco ogni volta che di tanto in un colpo solo, come faceva Bubka... ogno volta è una piccola (grande) soddisfazione. Tieni presente poi che gli ultimi Km di venezia sono anche i più duri per via dei ponti... solo li puoi lasciarci giu' un paio di minuti... Prima ancora c'era il ponte della libertà, altro ostacolo duro da superare. Quindi ritieniti felice del mega risultato fatto.
A presto Andrea
p.s. non mi hai risposto riguardo la tua età... era una pura e semplice curiosità...

Andreadicorsa ha detto...

Ciao Gianluca, ti ho visto all'arrivo, non mi hai distratto poichè avevo rallentato parecchio per vedere se arrivava qualcuno dei desaparacidos delle 2.50, ma ne erano rimasti veramente pochi, miha fatto piacere vedere te e molti altri che mi hanno salutato e incitaro durante tutto il percorso...ieri era uno scherzo ed è andata bene....adesso si fa bella, tra 12gg ho la prova della verità, lì si che sarà durissima, sto già iniziando a stringere i denti e a concentrarmi. li ci vuole il massimo di concentrazione, piu' testa che gambe.
Salutoni Andrea

Anonimo ha detto...

io non riesco proprio a capire e soprattutto a sopportare quei gran cagakazzo che si permettono di rompere le balle a uno che è li a faticare come loro per di più che sicuramente sente anche una certa responsabilità eppure è preciso come un cronometro...ma mi domando sti fenomeni sanno che il pacer è uno che corre come loror oppure pensano che sia un omino Duracell caricato a pial e via dall'inizio alla fine sempre a passo meccanico ?? e poi posso capire di "lamentarsi" quando ci sia una differenza di 10/15 secondi km ma così...dai...vuol proprio dire nascere con il gene del rompicoglioni....sei troppo paziente Andrea...anzi no, ti conosco e so che non sei per niente paziente e sei pure fumino ma se non ha reagito come non hai reagito è perchè sei una persona soprattutto SERIA e anceh ieri l'hai dimostrato....spero solo che quelli che hanno osato criticarti siano poi andati a a rivedere tutti i passaggi delta della TDS....ogni commento diventa superfluo.

Affidabilità al 100%
Complimenti.

Bassa

giovanni56 ha detto...

GRANDE ANDREA!!!
Checchè ne dicano sei stato precisissimo.
I secondi di differenza ci stanno sempre, possono essere causati da molti fattori. Uno per tutti? Quando c'è molta gente non si riesce mai a seguire la linea di marcia ottimale.
E' stato veramente un piacere conoscerti prima della partenza.
Ciao.

Andreadicorsa ha detto...

Grazie Bassa...
Ciao Giovanni, il piacere è stato mio a conoscerti........
riguardo le traiettorie hai perfettamente ragione, quando corro da solo seguo sempre la rotta più breve.
Non è stato così ieri poichè a volte qualcuno prendeva le curve troppo larghe e condizionava anche me. Ho notato che molti non badano tanto a cercare di fare il percorso minore e questo e' uno sbaglio abbastanza grave

Yervs ha detto...

UNA MACCHINA DA CHILOMETRI.... Complimenti, ti prenoto anche io cpme Pace.

Anonimo ha detto...

Bravo Andrea, precisione elvetica direi!
Mi ha fatto piacere stringerti la mano alla partenza nella tenda dei pacer. Ti ritroverò in altre maratone perchè ora che mi son svezzato ho voglia di ubriacarmi di corse!!
Luigi

Cristina ha detto...

Una lepre con la pazienza di Giobbe!
Buona settimana anche a te.
Ciao ciao

Michele ha detto...

cavoli !!!!!! Ti hanno rotto le scatole perchè sballavi di qualche secondo ??? al posto di ringraziare uno che và li a "lavorare" per loro ma che maratoneti ci sono in giro ???
Bravo
Ciao
Micheledicorsa

Simone ha detto...

Mi pare tu abbia fatto un ottimo lavoro,
sbagliare di 2-3 secondi, ma anche 4 é come non sbagliare o quasi. Se poi si considerano le minuscole difficoltá del percorso, curve, salitelle anche se dell'1/2% ponti ...

con 50 persone al seguito anche se avessi fatto tutti i km esatti al secondo qualcuno avrebbe comunque trovato una lamentela. Queste piccole variazioni vanno considerate sulla distanza sistemando poi durante i km. Ma non é strano, alcuni che per la prima volta stanno cercando di correre in 3h o 2h50 magari sono sicuramente molto tesi e preoccupati.
Direi che il compito del pacer durante la gara é ingrato, poi peró qualche soddisfazione la da. E poi devo dire che se non sei stato regolare al 100% é perché lo sei stato al 99%!!! Quando mi fai da pacer per le 2h35? ;)

franchino ha detto...

Bravissimo Andrea come sempre. Ma quei fenomeni che si lamentavano volevano anche rollerblade e una corda per farsi trainare? Vabbeh... comunque l'anno prossimo faccio l'esordio a Carpi, prendo il numerino e mi metto in coda per ingaggiarti come pace... ;-)

Ciao!

Fatdaddy ha detto...

Ammirevole per la precisione cronometrica e per la pazienza olimpica dimostrata per non mandare a cagare sulle ortiche chi correva con te lamentandosi.
Io non ce l'avrei fatta (non dico a correre in 2h 50' che è ovvio, ma a non mandare a quel paese certi ignoranti...), grandissimo anche in questo.
Mi ripeto, mi è spiaciuto non conoscerti, ci tenevo, ma sarà per un'altra occasione...

p.s. Ti avevo quasi raggiunto nel finale, poi quando hai perso i palloncini ti ho perso di vista...ehm, no, eh? :DD

Andreadicorsa ha detto...

Grazie a tutti ancora, tutto sommato fare il pacer una volta ogni tanto mi piace, anche perchè come ho già detto, in questo modo evito di cambiare tattica durante la corsa e non rischio di farmi prendere dalla voglia di andare sempre al massimo
x Yervs e Simone, voi 2 non avete bisogno del pacer, sapete tranquillamente badare a voi stessi.
x Luigi, anche a me ha fatto piacere conoscerti, com'e' finita la tua maratona?
x Cristina, ti ringrazio, hai ragione, ma quale Giobbe? ce ne volevano 10 come lui....
X Michele, ti posso garantire che tutti quelli che mi hanno rotto le scatole, lo hanno fatto al massimo fino al Parco di San Giuliano.... dopo non li ho più visti e sinceramente considerato come parlavano e respiravano dubito che siano arrivati in meno di 3 ore.... i soliti professori tutta chiacchiera e distintivo! quanti ne conosciamo?
Per Franchino: ti dico già che Carpi l'ho eliminata dall'elenco delle mie maratone (troppo noiosa), piuttosto in futuro mi piacerebbe tornare a fare il pacer a Reggio Emilia, mi sembra di correre nel giardino di casa mia
e la gente è molto cordiale e alla mano

Andreadicorsa ha detto...

Ciao Fat,
intanto ti dico che mi è spiaciuto non incontrarti ma Venezia è venezia, un casino allucinante. In quanto hai chiuso la tua maratona? sei soddisfatto? Quanto a noi ci sarà sicuramente un'altra occasione più tranquilla per incontrarci prossimamante . Intanto ti sei fatto un'idea di che tipi sono i miei compagni di squadra, Bress, Alba e Remo, come ti sembrano? Com'era Alberto prima delal partenza? Teso?
Per il resto caro amico non preoccuparti che non le ho mandate a dire a chi mi rompeva le palle.... io li mandavo direttamente in mona, e a dirti la verità per eliminarne qualcuno ogni tanto qualche strappetto lo davo.....
a presto
Andrea

Andrea Gatti ha detto...

Ciao, non mi conosci.Mi chiamo Andrea. Ero a Venezia anch'io, anche se più dietro di voi delle 2,50. Leggo da qualche tempo il tuo blog, complimenti per i risultati. Io sono un novizio dei tempi di poco più delle tre ore e della corsa in genere. Ho finito in 3,10. Mio precedente 3,30 un anno fa. Vorrei, se possibile, avere un consiglio su come gestire al meglio il famoso scoglio del 30°km visto che tu corri anche i cento Km. Sono andato molto bene fino al ventottesimo poi ho sofferto terribilmente (come succede a molti) ed il ritmo è calato. Come è meglio reintegrare le scorte di glicogeno? Barrette energetiche? Lunghi in allenamento della distanza maratona o superiori? o cos'altro?
Grazie, Andrea Gatti

Fatdaddy ha detto...

Diciamo che mentre tu facevi la doccia, io passavo la mezza! :D
Ho fatto un 4h 21' che per me non solo è un piccolo traguardo, ma anche e soprattutto punto di partenza per le prossime sfide (in pratica da meno di un anno sono passato dal divano alle scarpe da corsa!).
Ho conosciuto bene solo Alberto, sereno, rilassato e sorridente...e infatti si è visto in gara quello che ha fatto! La calma dei forti! ;)

Andreadicorsa ha detto...

Ciao Andrea Gatti, devo farti i complimenti, un miglioramento di 20' è un risultato eccezionale. Ora sei arrivato ad un punto dove i miglioramenti saranno più difficili e saranno sicuramente di meno minuti, ma visto che sei solo alla seconda maratona hai tutte le carte in regola per scendere sotto le 3 ore, e non di poco...ma vai per gradi, magari la prossima maratona prova ad accodarti ai pacer delle 3 ore, forse un piccolo aiuto 8soprattutto psicologico) possono dartelo.
Riguardo la tua domanda, ho guardato i tuoi passaggi su TDS e devo farti di nuovo i complimenti, è così che si corre la maratona, con regolarità e con sale in zucca, sei andato praticamente in progressione sino al 35km, poi sei un pò calato, ma ci puo' stare soprattutto a Venezia, dove l'ultima parte dal ponte della libertà in poi è veramente molto dura. Per gestire al meglio il calo, o meglio per evitare di averlo, secondo me l'unico vero segreto è quello di fare molti lunghi in allenamento, abituarsi a correre in condizioni di disagio imparando a stringere i denti. Quindi ben vengano i lunghissimi di 35-40km con finale in progressione. Riguardo gli integratori in gara, penso che facciano ben poco, io ho preso un flacone di maltodestrine all'inizio del ponte ma non è che abbia fatto chissà quale miracolo...

margantonio ha detto...

Andrea, ti sei beccata anche tu la razione di lamentele per il ritmo che non va?
Io nelle occasioni in cui mi trovo a fare il pace-maker al primo che parla cerco di mettere subito le cose in chiaro...
Silenzio e pedalare, perchè io so cosa faccio. Chi non ci sta se lo faccia da sè il ritmo. A giudicare dal numero di podisti che ancora si ricordano delle nostre comuni avventure mi sembra che sia una buona condotta.
Tu sei stato perfetto domenica e non ci sono dubbi.
Ora comincia a pensare a te stesso che devi cncretizzare tutti questi mesi di lavoro.
ciao
antonio

Andreadicorsa ha detto...

Si, Antonio... hai ragione grazie..... le vacanze sono finite!!!! speremo ben!!!

Anonimo ha detto...

Grazie dei consigli, comunque per precisione non era la mia seconda ma la quinta con la precedente di Roma purtroppo interrotta a metà per guai fisici.
In bocca al lupo per Tarquinia
Andrea Gatti

Andreadicorsa ha detto...

Pardon...... 5 sono 5 non 2..... non so dove l'ho letto, scusami......
comunque quello che ti ho detto vale sempre, ciao Andrea

GIAN CARLO ha detto...

Vergogna, ancora le delusione di questa seconda parte 17 secondi + lenta della prima...così ragazzo non andiamo bene per niente !
Anche perchè pur concedentoti un secondo a ponte di bonus hai sempre un clamoroso ritardo di 3 secondi !

Andreadicorsa ha detto...

se non mi fermavo e camminavo gli ultimi 10 metri fino al traguardo forse riuscivo a fare le 2 mezze uguali, ho pensato che era meglio arrivare più vicino possibile alle 2h50 che fare 2h49'26", porca vacca la prossima volta starò più attento..... in una maniera o nell'altra mi becco sempre le critiche ;;;;----))))))))

p.s. bentornato Giancarlo.. ci 6 mancato!!!

MONICA ha detto...

Andrea, sei stato grande!!
peccato che per "colpa" dell'antidoping non abbiamo potuto stare un po' insieme...ho perso circa due ore in quella palestra, tra urine e prelievo del sangue...

comunque sono stracontenta di averlo fatto!!

... E IO CORRO! ha detto...

Giungo con molto ritardo al tuo blog. Ma subito una domanda mi sorge spontanea...hai dei tempi (per me) eccezionali in maratona..ma mica avrai iniziato sotto le due ore (o sì?)

Ciao ..da un geometra (pentito) come te e pur più vecchio! ;)

... E IO CORRO! ha detto...

errata corrige tre ore*

Andreadicorsa ha detto...

Ciao Collega, adesso che ho scoperto il tuo blog vengo subito a farti una visita! Riguardo la tua domanda, per andare sotto le 2 ore ci sto lavorando... forse a 50 anni in bicicletta ce la farò....
Comunque si, alla prima maratona a Reggio Emilia nel 2005 ho fatto 2h58, e non ero neanche tanto allenato, era la mia seconda gara in assoluto dopo la mezza maratona di Arco un mese prima. 3 mesi dopo Reggio a Treviso con un bel pò di allenamento in più sono arrivato a 2h46, poi a Venezia 2.39, da li in poi i miglioramanti si sono fatti sempre piu' difficili e minori, ma ho continuato a limare il mio P.B. fino a Berlino 2008.... ma spero di non aver ancora finito, un sogno nel cassetto ce l'ho ancora e se non invecchio troppo spero di realizzarlo entro 2-3 anni.

Andreadicorsa ha detto...

Ciao Monica, grazie sei sempre troppo buona con me!!! Anche a me è dispiaciuto non incontrarci nel dopo gara, ma hia visto che caos, beh ci rifaremo questo fine settimana e il prossimo (!!!), speriamo il tempo tenga.
Riguardo la tua gara ti ho già detto cosa penso, sei stata bravissima come sempre, un allenamento che non ti ha arrecato neanche tanta stanchezza, e senza tanta fatica ti ho vista arrivare al 7' posto assoluto donne, mica male. Sei in forma smagliante x Tarquinia dove tiferò spudoratamente x te!.
Ci vediamo sabato.......

Frate_tack ha detto...

Spettacolare come al solito. E come al solito c'ho n'invidia che non ti dico :-) Bravissimo Andrea, sperioamo di incontrarci alla 6 Comuni

Andreadicorsa ha detto...

Ciao frate, alla 6 comuni se ti va possiamo andare a mangiare insieme la sera prima, stiamo organizzando un bel gruppetto alla mitica pizzeria PTB, non posso dire altro x ora

Anonimo ha detto...

ciao andrea
complimenti per il tempo. Noi pacer delle 4 ore abbiamo dovuto recuperare quasi 2minuti e 30 di gap iniziale. Alla fine siamo arrivatiin orario ma che fatica!!! Per giunta qualcuno si e' lamentato (come sempre). Ti invio il negozio di cui abbiamo parlato sabato sera http://stores.ebay.it/MVP-Sportswear. Anche se non saro' a tarquinia (sono ad Atene) da lontano tiferò per te.a presto
Gianluca AD.

Andreadicorsa ha detto...

Grazie grazie Gianluca, ora vado a vedere su e-bay...
certo il nostro giochetto di pacer a volte non dà proprio le soddisfazioni che ci meriteremmo quando il compito è stato svolto in maniera quasi perfetta. Comunque di solito le lamentele arrivano da coloro che non ce la fanno a tenere il passo fino alla fine, e cercano di giustificare la loro incapacità scaricando le responsabilità su altri fattori ,senza pensare che forse l'unica colpa è la loro.
Arrivederci a presto
Andrea

Frate_tack ha detto...

Concordo assolutamente con te Andrea, qualcuno non ha capito bene che se non è capace di correre con la testa è inutile che stia dietro a un pace. Il pace ha un compito ma le gambe sono sempre le proprie per correre. Se a un certo punto si vede che il pace è troppo a molla o sballa troppo sta a te farti la gara.
Alcuni pensano di attaccarsi al pace e fare il tempo. Non è assolutamente cosi. Poi se non hai l'accortezza che il pace sta sbagliando o non è nei tuoi ritmi scegli se stare li e stare zitto oppure staccarti e fare la tua gara.

Siete da ammirare tu Gianluca e chi sacrifica la propria maratona in funzione deglie altri e dei loro sogni. Mai criticabili anche se a volte sbagliano.
Ciao

Anonimo ha detto...

Intanto Andrea grande,io non posso definirmi un runner per miei tempi(la fatica la faccio anchiò), se faccio 10/15 chilometri il margine di variazione (se sono bravo )è di 5 secondi circa,2 secondi e uno si lamenti mi viene da ridere,o pensa che siate macchine tarate su un tempo stabilito.
Ci devi lavorare Andrea.....

ciao Giovanni

Andreadicorsa ha detto...

Ci sto lavorando Giovanni.... la prossima volta i palloncini li lascio a qualcun'altro e io vado via come mi pare e piace.
Invece gli altri invece di protestare dovrebbero allenarsi di più

Anonimo ha detto...

ciao andrea, sono nicola di Trieste.
anche stavolta mi è andata male. peccato stavo benissimo ma al 25*km o cominciato a sentire problemi allo stomaco cosi ho rallentato per precauzione, dopo di chè ho vomitato al 32* km con crampi dapertutto...non so cosa mi è successo fatto sta che sono ripartito giusto per terminarla in 3h20 visto che c'erano amici e ragazza al traguardo. poi mi sono fatto 3 giorni a letto con l'influenza. mi dispiace stavolta pensavo di arrivare ma è successo qualcosa di più che la solita crisi delmaratoneta anche perchè mi ero allenato molto di più che a Trieste. comunque non mi scoraggio farò milano alla fine del mese per migiorare il personale, i km nelle gambe ci sono e stavolta tenterò di alimentarmi meglio, spero venezia è stato un incidente di percorso. complimenti per il lavoro svolto, non so come facciano a lamentarsi,io ero con te e ho visto il tuo lavoro; spero di ritrovarti come pacemaker sperando che la prossima volta riuscirò a salutarti alla fine.
in bocca al lupo per tarquinia.
nicola di Trieste

Andreadicorsa ha detto...

Nicola mi dispiace cha hai avuto dei problemi ma un imprevisto può sempre capitare, ero sicuro ceh ce l'avresti fatta ma ad un certo punto non ti ho piu' visto, sono sicuro che a milano farai una bella gara ampiamente sotto le 3 ore, quel tempo l'avevi tutto sulle gambe e sulla testa anche a venezia....
a prestissimo andrea

Ti potrebbe anche interessare

Related Posts with Thumbnails